Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

DOPO L'IRLANDA, IL BELGIO: A MIGLIAIA IN PIAZZA A BRUXELLES CONTRO IL GOVERNO CHE IMPONE TASSE E TAGLI VOLUTI DALLA UE

Pubblicato su 5 Aprile 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in EUROPA

LONDRA - Dopo l'Irlanda anche Belgio, dove i cittadini ne hanno avuto abbastanza delle politiche lacrime e sangue imposte dal loro governo per conto dei parassiti di Bruxelles e domenica scorsa in ben 17mila, ma alcune fonti hanno detto 25mila - sono scesi in piazza per dire basta a nuove tasse e tagli alla spesa pubblica.

La pioggia battente non ha impedito a costoro di marciare e chiedere al loro governo un cambiamento radicale di politica e in molti hanno portato con loro striscioni con lo slogan "un'alternativa c'e' ".

Anche se tale marcia ha preso di mira il governo belga e' evidente che l'obiettivo dei manifestanti fosse l'Unione Europea e d'altra parte gia' in passato ci sono state proteste a Bruxelles contro questa istituzione antidemocratica e oppressiva.

L'aspetto piu' interessante di questa marcia e' che e' avvenuta lo stesso giorno che la maggioranza dei francesi si e' recata alle urne per votare per il Front National e una settimana dopo che gli irlandesi sono scesi in piazza contro la tassazione dell'acqua e questo puo' solo significare che ai parassiti di Bruxelles la situazione sta sfuggendo di mano e che oramai nessuno crede piu' alle loro menzogne.

E forse non e' un caso che la stampa italiana abbia censurato queste notizie, perche' giustamente i vari Renzi Alfano e corte di servi del giornalismo di regime temono che gli italiani possano prendere esempio e scendere in piazza, e quindi hanno deciso di imporre una censura di tipo sovietico.

Purtroppo per loro questo non e' piu' possibile e da parte nostra continueremo a rompere questo muro del silenzio riportando queste notizie scomode.

 

GIUSEPPE DE SANTIS

Tratto da: http://www.ilnord.it

DOPO L'IRLANDA, IL BELGIO: A MIGLIAIA IN PIAZZA A BRUXELLES CONTRO IL GOVERNO CHE IMPONE TASSE E TAGLI VOLUTI DALLA UE
Commenta il post

FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM 04/05/2015 17:52

Verissimo

v4l3 04/05/2015 08:53

Per come la vedo io,scendere in piazza non serve a nulla;
credo che l'unico modo per rivoltarsi contro questo sistema economico in mano
ai banchieri e' staccarsi il piu' possibile dalle banche.
Fare prestiti il meno possibile e rinunciare a foraggiare questo sistema.
E' l'unica azione concreta.
E sicuramente non e' che cosi' facendo calano i consumi e quindi e' peggio.
Questa e' una grande menzogna,che per crescere devono aumentare i consumi.
Aumentiamo il nostro benessere non i consumi.
Se compro uno smartphone,al diavolo le rate vado lo pago in base alle mie possibilita' e basta.
Lo stesso dicasi per la macchina e tutto il resto.
Il sistema creditizio delle banche e' lo strumento per rendere reali i loro soldi creati dal nulla,
perche' poi le rate le paghi con ore di lavoro vero.