Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

MARIO MONTI CONDANNATO IN TRIBUNALE: “1,5 MILIARDI ESPROPRIATI AGLI ITALIANI”. ECCO LA SENTENZA

Pubblicato su 7 Marzo 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in POLITICA

Dalle tasche degli italiani sono spariti 1,5 miliardi di euro. Non tanto volatilizzati, quanto espropriati.

 
Che, poi, è un modo giuridico per dire sottratti, rubati. E dietro a questo colossale esproprio di Stato c’è Mario Monti in perdona. Il Professore, catapultato a Palazzo Chigi dai poteri forti dell’Unione europea, ha fatto una leggina per mettere, un giorno con l’altro, al bando tutte le lire in circolazione. Come se non gli bastassero le tasse, le imposte e i balzelli che si è inventato per far piangere gli italici contribuenti, l’allora premier s’era inventato un decreto (uno dei tanti) per far sparire svariati miliardi di lire “a favore dell’Erario”.
Il giudice del tribunale di Milano, Guido Vannicelli, ha ritenuto illegittimo l’articolo 26 del decreto legge 121 con cui, in deroga alla legge del 2002, il governo Monti ha prescritto (con decorrenza immediata”) le lire ancora in circolazione “a favore dell’Erario”. In base al dl del 6 dicembre 2001, infatti, il relativo controvalore delle lire è stato “versato all’entrata del bilancio dello Stato per essere assegnato al fondo per l’ammortamento dei titoli di stato”.
Una mossa architettata ad arte da Monti per anticipare di circa un trimestre la scadenza ultima del cambio lire-euro. Un trucchetto che ha fruttato alle casse dello Stato un bottino di oltre un miliardo e mezzo. Come spiega Vannicelli all’
Espresso, Monti avrebbe“violato il principio di affidamento e di certezza del diritto”. Una violazione che il giudice milanese non fatica a identificare come un vero e proprio “esproprio” ai danni di tutti quei cittadini che tenevano ancora sotto il materasso (per affezione o per sbadataggine) qualche lire. Un esproprio di Stato, per di più, perché il corrispettivo di un miliardo e mezzo di euro è finito dritto dritto nelle fauci fameliche dell’Erario.
Sulle accuse (pesantissime) mosse da Vannicelli dovrà pronunciarsi la Corte costituzionale. Niente è scontato. Anticipando con una leggina ad hoc i termini dell’incasso, il governo italiano ha infatti violato gli articoli 3 e 97 della Costituzione, cioè il principio di affidamento e di certezza del diritto. A questo punto, se i termini del cambio lire-euro dovessero essere rivisti dalla Consulta, il Tesoro dovrà rendere ai contribuenti una discreta sommetta di denaro.
 
Tratto da: http://www.informarexresistere.fr/
MARIO MONTI CONDANNATO IN TRIBUNALE: “1,5 MILIARDI ESPROPRIATI AGLI ITALIANI”. ECCO LA SENTENZA
Commenta il post

Pino 04/10/2016 16:08

Ma perché non vi impiccate? Ancora che sparate ste cazzate? Manica de stronzi rotti in culo.

Stellina 04/10/2016 14:29

Ha rovinato l'Italia, ha rimasso la tassa sulla prima casa, la successione le varie tasse tasi, Renzi le ha affermate, andate via dall'Italia.

Sicilia 03/23/2015 13:48

sarebbe ora di svegliarsi....non si va avanti in questo modo. L´unica cosa da fare é quella di dividere l´Italia in staterelli, che poi rappresentano le regioni...

Claudio 04/10/2016 09:33

Così invece di farci derubare dallo stato ci faremmo derubare dai mafiosi e ndranghetisti che vengono votati dall'ignoranza e dai venduti e collusi. Finiremmo come è finita ad esempio la Sicilia.....

FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM 03/23/2015 19:15

Le Piccole Patrie, appunto.

FAB 03/18/2015 13:33

PECCATO CHE NON CI SIA PREVISTA LA PENA CAPITALE

luigi 04/10/2016 12:59

Da chi dobbiamo difenderci dai nemici dai ns parlamentari che fanno solo i fatti per loroe mai oer i cittadini e uno schifo tutte le istituzioni ci sono dentro

NADIA 03/09/2015 18:31

BEN GLI STA

Orazio 03/08/2015 16:36

Direi che sarebbe ora di arrestarli... ma si sa, cane non morde cane.
Poi la nostra costituzione... o quello che ne rimane, sarebbe tutta da rivedere, in primis gli art. 11 e 75!
Abolendoli... in particolare l'art. 75 totalmente, mentre l'art. 11 la parte finale.

stefano l. 03/08/2015 09:50

... sarebbe ora di cominciare a multare questa gente in ragione del danno causato, come accade a tutti noi comuni mortali ...

Fiammaverde 03/07/2015 14:31

Sarebbe ora si cominciasse a rispettare leggi e Costituzione da parte di coloro che le fanno e che ne pretendono il rispetto da parte degli altri!