Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

L’FMI INSISTE SUL PRELIEVO FORZOSO: ”ESPROPRIATE I RISPARMI PRIVATI DEI CITTADINI“

Pubblicato su 6 Marzo 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in ECONOMIA

Il Fondo Monetario Internazionale fa di nuovo scattare l’allarme su un possibile prelievo forzoso in Europa, a rischio ci sono le polizze vite e assicurazioni oltre che tutti i risparmi privati.

L’allarme rosso è di nuovo scattato. Il fondo monetario internazionale, come riportato dal quotidiano tedesco Die Welt, ha nuovamente “consigliato” ai vari paesi europei di coinvolgere gli investitori privati nel debito pubblico. In poche parole se lo Stato è indebitato, per risanare le casse bisogna prelevare forzosamente dai risparmi privati al fine di alleggerire l’esposizione.

Il Fmi attraverso la parola flessibilità sta cercando di coinvolgere ( senza il loro consenso) un ampio numero di risparmiatori nelle perdite di Stato. Tutta l’Europa è a rischio. Inoltre, affinchè Lagarte e soci tornino ad aiutare i Pigs sono state dettate severe condizioni. Sia i creditori del settore privato che quelli del settore pubblico dovranno essere obbligati a vedere allungate le scadenze dei bond acquistati, ricalcando le orme di ciò che è già avvenuto in Grecia dove ai creditori privati i bond in questione vennero suddivisi in 20 nuovi titoli pari importo. Addirittura c’è anche il rischio che questi titoli possano perdere valore. Ma senza queste condizioni il Fmi taglierà gli aiuti ai Pigs, facendo rischiare il collasso di vari Paesi e la caduta dell’Europa. Insomma un ricatto in piena regola.

Ovviamente l’italia non è esente anzi, da Washington hanno già fatto sapere che paesi come l’Italia, la Spagna, Grecia e Portogallo potrebbero essere tra i primi a sperimentare il prelievo forzoso dato il forte indebitamento dello Stato. Attualmente però ad essere maggiormente in pericolo sono chi ha sottoscritto direttamente polizze assicurative e quote sui fondi pensione dato che per un piccolo risparmiatore è estremamente difficile sapere dove siano stati realmente investiti i propri soldi, una volta che sono stati immessi nel circuito finanziario.

La proposta (o provocazione?) dell’Fmi non è nuova dato che già in passato aveva cercato di spingere i governi europei al prelievo forzoso del 10% dei risparmi privati al fine di alleggerire questo peso eccessivo del debito pubblico. Ecco perché l’articolo del Die Welt consiglia agli utenti di non puntare sui titoli di stato a lunghe scadenze ma invece investire in obbligazioni private dato che in caso di crisi il risparmiatore sarebbe maggiormente tutelato, cosa impossibile nel caso in cui il debitore sia lo Stato.

Tratto da: http://www.euroscettico.com

 

L’FMI INSISTE SUL PRELIEVO FORZOSO: ”ESPROPRIATE I RISPARMI PRIVATI DEI CITTADINI“
Commenta il post

gerry 03/06/2015 22:49

Basta fare come in islanda....arrestare i banchieri e politici corrotti....e non pagare nessun debito a nessuno...visto che il debito pubblico è stato creato dai politici venduti e traditori del proprio popolo a favore dei banchie
ri

stefano l. 03/06/2015 19:45

... bisogna espropriare il FMI e redistribuire tute le ricchezze tolte agli Stati sovrani con la scusa del debito. Basta stracciamo i trattati e ripartiamo da zero! Quando questo scompenso sarà ricolmato i popoli gestiranno le proprie economie in modo autonomo e secondo il proprio valore e capacità. Basta con la finanza internazionale! Sono degli usurpatori!

elegantissimo 03/06/2015 12:58

Oggi vado in banca per far mantenere una promessa del direttore , mi deve il 2% su libretto a risparmio fino al 31/12/2014, a mia moglie ha detto non più dello 0,010%. Appena arrivo nella filiale gli rovescio la scrivania addosso! Se non dovesse mantenere quanto promesso, venite a trovarmi al carcere di Trani!

Fiammaverde 03/06/2015 12:16

Fate sparire i risparmi! Tanto semplice!

Fiammaverde 03/06/2015 12:19

Quando arriva lo stipendio o pensione in banca o alla posta, prelevate tutto e subito!

elegantissimo 03/06/2015 09:38

Il debito littorio effettuato da Mussolini aveva una prospettiva e stò cazzo di prelievo cosa ci prospetta? A mio avviso si sta concretizzando la prospettiva prevista e scritta dal curatore fallimentare Monti con l'attuazione dell'art. 5-bis del d.l. 35/2013 ovvero della cessione delle garanzie dello stato (bot, btp,cct,ctz, buone postali, azioni assets societari) al sistema bancario e finanziario per garantire la liquidità nei mercati. Vi ricordate le famose CAC's (clausole di azione collettive)previste nel MES o fondo salvastati. Trattato MES un trattato di diritto internazionale dove il FMI è l'attore e creditore principale e privilegiato sul diritto comunitario.Vado a procurarmi un'autobotte di ottani! Claudio non se ne può più di stì accordi e trattati internazionali. Vado a procurarmi il documento di luglio 2012 dell'ecofin in cui è dettagliato il tutto.

v4l3 03/06/2015 07:23

Ma esistono ancora i risparmiatori in questo paese?
Forse intendete dire gli imbroglioni,perche' vorrei proprio vedere chi con un lavoro onesto,
mette da parte un solo centesimo.

Luigi Maria Ventola 03/06/2015 07:13

Ma che cosa aspettiamo a sparare in faccia a questi criminali?