Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

EUROPA AD ATENE: " NON PAGHI PENSIONI E SALARI PER DUE MESI "

Pubblicato su 14 Marzo 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in EUROPA, ECONOMIA

Secondo indiscrezioni Varoufakis avrebbe risposto: proposta "vergognosa".

 
ROMA (WSI) -Un'altra giornata ad alta tensione per la Grecia. Al momento appare che l'incontro del premier Alexis Tsipras con il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz sia andato bene. Tsipras ha infatti mostrato soddisfazione, affermando che "oggi è stata una giornata positiva". Tsipras ha informato anche il membro del partito Syriza Manolis Glezos - noto soprattutto per aver partecipato alla Resistenza durante la Seconda Guerra Mondiale - sui progressi del suo esecutivo. Glezos ha ammesso a tal proposito che ci sono state diverse opinioni su alcune questioni, ma ha mostrato di avere speranza sulla possibilità che si arrivi a un accordo.

In tutto questo, oltre all'avvertimento lanciato dal ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, l'Europa avrebbe proposto ad Atene di congelare i pagamenti degli stipendi e delle pensioni per un periodo che va da uno a due mesi. 

Stando a quanto risulta da un'altra fonte, la proposta dei creditori è stata rivelata da Elena Panaritis, economista greca, membro del Parlamento greco dal 2009 al 2012, vicina al ministro delle Finanze Yanis Varoufakis, nel corso di un evento che si è tenuto al Deree College nella giornata di ieri. La richiesta sarebbe poi stata confermata oggi.

"Quando diciamo che abbiamo problemi di liquidità, ci dicono di non pagare gli stipendi e le pensioni per uno o due mesi", ha detto Panaritis, secondo i media greci. I creditori avrebbero fatto la proposta a margine del meeting del Brussels Group che si è tenuto due giorni fa. 

"Panaritis non ha rivelato quale dei creditori della Grecia (Bce, Fmi, Ue), ha presentato questa proposta. (...) Sembra comunque che la proposta sia stata fatta al ministro delle finanze Yanis Varoufakis che l'ha immediatamente respinta, descrivendola "vergognosa", scrive il sito Keep Talking Greece. 

Intanto la Grecia si sta preparando ad affrontare un'altra settimana all'ultimo respiro: lunedì 16 marzo scade infatti un'altra tranche dei debiti che ha contratto verso l'Fmi, per un valore di 577 milioni di euro. 

Fonte: Protothema

Fonte: Capital

Fonte: Keep Talking Greece
 
EUROPA AD ATENE: " NON PAGHI PENSIONI E SALARI PER DUE MESI "
Commenta il post

LUC 03/14/2015 12:24

LA GRECIA DEVE ACCETTARE GLI AIUTI OFFERTI DALLA RUSSIA E DISTACCARSI DEFINITIVAMENTE DALL'EURO ! FUORI LA NATO E FUORI TUTTI GLI OLIGARCHI EUROPEI E USA !

Fiammaverde 03/14/2015 13:14

Concordo appieno!

Fiammaverde 03/14/2015 11:56

Che schifosi! Masnada di dementi!