Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

UNGHERIA E RUSSIA FIRMANO UN CONTRATTO VENTENNALE PER LA FORNITURA DI GAS MENTRE LA UE ''SCONSIGLIAVA'' LA VISITA DI PUTIN

Pubblicato su 26 Febbraio 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in EUROPA

LONDRA - Al contrario dei politicanti di casa nostra il primo ministro ungherese Viktor Orban non ha problemi ad andare contro la volonta' dei parassiti di Bruxelles se questo serve per fare gli interessi del suo paese e quindi non deve sorprendere se pochi giorni fa ha deciso di ricevere con tutti gli onori Vladimir Putin nonostante il parere negativo e la forte contrarietà dell'Unione Europea.

Tale invito e' stato accolto negativamente anche da alcuni cittadini ungheresi per via del fatto che nel 1956 le truppe sovietiche hanno represso violentemente la rivolta dei cittadini ungheresi contro l'allora regime comunista ma i tempi cambiano e Orban sa perfettamente che il suo paese ha un disperato bisogno della Russia e del suo gas e questo e' uno dei motivi per cui il suo governo non ha mai appoggiato la politica antirussa dell'Unione Europea.

Ebbene, tale posizione ha prodotto ottimi risultati visto che l'Ungheria ha rinnovato con la Russia il contratto ventennale per la fornitura di gas che scadeva quest'anno e che permette al governo ungherese di soddisfare il suo fabbisogno di gas naturale e mantenere la promessa di abbassare il costo delle bollette.

I dettagli verranno definiti nei prossimi mesi ma per ora cio' che trapelato e' che tale accordo consentirebbe il prolungamento della fornitura e l'utilizzo di parte della quantità di gas inclusa nel precedente accordo siglato nel 1996 che e' rimasta inutilizzata.

Tale modalità di pagamento sarebbe vantaggiosa per l'Ungheria visto che dovrà pagare solo dopo il reale utilizzo del combustibile.

I mercati finanziari hanno accolto positivamente questo accordo tant'e' che subito dopo essere stato annunciato l'indice azionario di riferimento, il BUX, e' salito dello 0,2% terminando il trend negativo che durava da due giorni.

Al momento, nessuno a Bruxelles ha commentato su questo accordo ma come ha sottolineato diverse volte il primo ministro ungherese non esistono alternative al gas russo e ignorare questo fatto sarebbe pura follia.

E cosi' ancora una volta il governo ungherese dimostra di fare gli interessi dei propri cittadini anche se i giornali di regime vorrebbero farci credere il contrario ma tale campagna denigratoria e' sempre meno efficace visto che la politica antirussa della UE e' stata un colossale fallimento e niente potra' cancellare questa verita'.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra.

Tratto da: http://www.ilnord.it

UNGHERIA E RUSSIA FIRMANO UN CONTRATTO VENTENNALE PER LA FORNITURA DI GAS MENTRE LA UE ''SCONSIGLIAVA'' LA VISITA DI PUTIN
Commenta il post

Fiammaverde 02/27/2015 14:57

Benissimo! Così si deva fare! Prima il proprio popolo! Poi si vedrà! In Italia invece prima viene la casta, le banche, le logge, la finanza, la mafia, le chiese, ecc...e per ultimi i cittadini che lavorano e pagano montagne di tasse!