Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Trattano come Al Capone. Evade 95 centesimi e gli chiudono il bar: e dovrà pagare una multa di 2400 euro

Pubblicato su 25 Febbraio 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in POLITICA, ECONOMIA

Meno di un euro: 95 centesimi evasi e bar chiuso. L’Agenzia delle Entrate ha incredibilmente multato Paolo Brofferio, titolare del Romeo cafè restaurant, a Carpi. Il bar, aperto da più di vent’anni, dovrà chiudere dal 25 al 27 febbraio e lui dovrà pagare una multa di 2400 euro. E tutto questo per mancata emissione di quattro scontrini fiscali tra il 2007 e il 2012, per un valore totale di 20.50 euro. Davvero surreale.

Sconcerto e delusione si mischiano nelle parole dell’uomo: “Lavoro a Carpi da 23 anni e l’ho sempre fatto nel rispetto delle regole. Ora per 95 centesimi mi trattano come se fossi Al Capone: mettere i sigilli alla porta per tre giorni, precludendo l’ingresso anche allo staff, mi sembra eccessivo”. La Guardia di Finanza ha rilevato le quattro dimenticanze e la legge se non vengono battuti quattro scontrini in cinque anni prevede la sospensione della licenza e dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività da minimo 3 giorni a massimo 6 mesi. Il Resto del Carlino riporta altre parole del titolare:

“In due casi si tratta di clienti che sono usciti dimenticandosi lo scontrino sul bancone, in un altro caso il cliente era uscito a fumare mentre consumava e non aveva ancora pagato. Capisco la lotta all’evasione fiscale e sono d’accordo, ma chiudere un locale per tre giorni con i sigilli alla porta è una pena troppo alta rispetto a quello che è successo. Se avessi voluto evadere le tasse avrei fatto ben altro, non un’evasione di pochi centesimi su qualche colazione”.

Fonte: http://www.today.it/rassegna/95-centesimi-evasi-bar-chiuso.html

Trattano come Al Capone. Evade 95 centesimi e gli chiudono il bar: e dovrà pagare una multa di 2400 euro
Commenta il post

Fiammaverde 02/25/2015 09:58

V4l3, questi vogliono occupare tutto per se stessi e farci lavorare come schiavetti al loro servizio! Per loro andrà sempre meglio.

Fiammaverde 02/25/2015 09:55

Siamo alla frutta! La delinquenza dello stato mafioso avanza!

v4l3 02/25/2015 07:22

Lasciamo pure che vadano avanti cosi' ancora per un po' di tempo,quando avranno
finito di smantellare questo paese e non ci saranno piu' i soldi per pagare gli stipendi degli statali,guardia di finanza compresa,voglio proprio vedere cosa faranno tutti questi aguzzini,perche' e' chiaro che devi sapere per chi stati lavorando e come stanno le cose in realta',visto che a parte complicare la vita al prossimo non sanno fare assolutamente niente.
Andiamo a vedere ad esempio come si fa in questo paese a pagare le tasse;
e' talmente complicato che spesso addirittura un commercilista non sa come fare,miliaia
di articoli,pagine pagine di regole scritte,e' diabolico.
Non passa giorno che perdiamo un pezzo , che una fabbrica chiude perche'
e' impossibile continuare ad andare avanti in questo paese.
Ad un certo punto sarebbe meglio morire liberi che vedere che la tua vita e' nelle mani di gentaglia simile
per non parlare di quello che si sente nel cuore quando si pensa al futuro dei nostri figli che praticamente
non esiste piu'.
E' una mostruosita' spaventosa lo stato italiano,e sottolineo lo stato italiano non l'italia.

mustafa 02/25/2015 15:14

Faccio finire gli studi ai miei figli e poi...via!
Questa è la decisione mia e di mia moglie.
Non tanto per noi, ma proprio per loro: non voglio che i miei figli dopo una vita di lavoro non abbiano una pensione decente. E non voglio che nonostante lavorino duramente abbiano una vita di stenti perchè lo stato si arraffa tutto quel che guadagnano.
Temo che questo sara il futuro di chi resta.

FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM 02/25/2015 09:49

condivido in toto