Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

IL PD HA CONDANNATO TE E I TUOI FIGLI AL PRECARIATO A VITA

Pubblicato su 26 Febbraio 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in POLITICA

Eccoci di ritorno, dopo 1 breve vacanza nell’isola interiore chiamata musica (acquisto chitarra elettrica), per puntualizzarvi quella che in Italia è la MADRE DI TUTTE LE PIAGHE: il PD (al potere dal giorno del suo colpo di stato).

Questo informe ammasso di bankster, ladri patentati, guerrafondai e venduti alla mafia del gioco d’azzardo, da quando ha attuato il colpo di stato grazie all’appoggio del centro-destra europeo (Merkel-Sarkozy), è riuscito ad esprimere per il paese una serie di dirigenti che hanno rappresentato il peggio del peggio che mai una nazione possa produrre:

– un gruppo di inetti e incompetenti;

– un governo che si lascia dirigere da funzionari stranieri al solo fine di non incontrare problemi sulla strada dell’occupazione delle poltrone che, normalmente, uno stato dovrebbe offrire ai suoi migliori elementi.

 

Alla loro vittoria hanno fatto seguito le varie sconfitte degli italiani:

– crollo del commercio interno;

– distruzione dei valori immobiliari;

– suicidi ed emigrazione di massa;

– perdita di ogni speranza di un futuro sia per i giovani, sia per gli over 40 che hanno perduto il posto di lavoro.

 

La sconfitta indubbiamente maggiore è quella dei giovani, PRECARIZZATI A VITA:

PD ODIA GLI ITALIANI 1

quando invece il suo responsabile economico sosteneva che la situazione per i giovani sarebbe stata migliore e addirittura meravigliosa:

imagesVM6YKR5L

Ma si sa, Giuda si vendette per 40 denari, non è stato il primo e oggi scopriamo che non fu l’ultimo!

 

Per poter realizzare una riforma da PADRONI, la Banda Bassotti Italiana ha portato i giovani al collasso occupazionale, facendo addirittura TUTTO QUELLO CHE NE’ TREMONTI NE’ BERLUSCONI EBBERO MAI IL CORAGGIO DI FARE: avvalersi della distruttiva Curva di Phillips!

PD ODIA GLI ITALIANI 2

 

Precarizzare i giovani, distruggere il morale dei quarantenni, massacrare gli artigiani e i liberi professionisti, tartassare la classe media che possiede un appartamento, cosa significa?

 

Che questo partito ODIA I GIOVANI, ODIA GLI ITALIANI E AMA IL POTERE !

post-facebook

Di fronte a tutto questo immane disastro passano in secondo piano sia l’operato di Marco Travaglio, sia della Guzzanti in versione ANTIBELLUSCONE.

 

Cosa importa alla gente se il CAV si circondava di numerose ANCELLE DELL’AMORE se ora che egli è scomparso i giovani stanno peggio il doppio rispetto al passato?

 

Con la BANDA BASSOTTI al potere si arrivano persino a rimpiangere i tempi di BELLUSCONE! Rendetevi conto della bassezza del livello attuale di civiltà, rendetevi conto della bassezza morale e intellettuale di questi furfanti e buffoni di corte gongolanti per il loro attuale giro di giostra.

 

Avete votato PD? Ora per i vostri figli avete tracciato un futuro simile a quello del tacchino all’approssimarsi del Natale. Siete quarantenni che lavorate in un’azienda un po’ traballante? Pregate Dio perché vi protegga, perché in caso contrario per voi rimane solo la via del suicidio! E non sto scherzando, sapete che faccio parte dell’associazione di volontariato ANGELI DELLA FINANZA. Quello che settimanalmente noto e verifico io, voi non avete la più pallida idea!

 

 

Maurizio Gustinicchi

Socio Sostenitore Lega Nord-Riscossa Italiana-Economia5Stelle

Tratto da:http://scenarieconomici.it/pd-condannato-i-tuoi-figli-precariato-vita/

IL PD HA CONDANNATO TE E I TUOI FIGLI AL PRECARIATO A VITA
Commenta il post