Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

E se i BRICS diventassero i BRICSH? Tsipras invitato a Pechino per un summit al Vertice

Pubblicato su 13 Febbraio 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in ECONOMIA, EUROPA

"La Grecia preferirebbe uscire dall'euro che continuare in un'Europa sotto il dominio della Germania". Il ministro della difesa Kammenos


In principio erano i BRIC, poi si è aggiunto il Sud Africa e l'acronimo è divenuto BRICS. Dopo il summit del ministro degli esteri greco con Lavrov ieri a Mosca, la richiesta formale di incontro da parte del Cremlino del nuovo premier Tsipras, e l'invito ora da parte del premier cinese Li Keqiang per un incontro al vertice a Pechino, la domanda che si pone Zero Hedge, anche alla luce dello stallo dell'Eurogruppo di ieri, è se l'alleanza crescente anti-dollaro (e potenzialmente anti-Nato seguendo da vicino le trattative in corsa a Minskda Brics possa a breve diventare BRICSH (Con l'H di Hellenic Republic). Con Atene che ha diplomaticamente aperto la strada per liberarsi dai suoi partner (feudatari) europei, non si tratta più di un'ipotesi così “impensabile” come poteva apparire qualche settimana fa.
 
Come riporta Kathimerini, citando una fonte governativa, il primo ministro Alexis Tsipras è stato invitato dal premier cinese Li Keqiang, il quale avrebbe già telefonato al neo premier greco per congratularsi con lui della vittoria elettorale e dichiarato “che avrebbe lavorato per rafforzare e ampliare i legami storici tra i due paesi”, ha dichiarato la fonte. Dopo la Russia, la Cina quindi.
 
Quindi non proprio quella Grecia isolata con l'acqua alla gola che dovrebbe cedere alle pressioni degli altri paesi europei come ci descrivono i media. “Abbiamo un piano. Ma se non ci sarà un accordo e la Germania rimarrà rigida e vuole fare implodere l'Europa, poi dovremo pensare ad un Piano B”, ha dichiarato al Telegraph Panos Kammenos, ministro della difesa del governo greco e leader dei Greci Indipendenti nella coalizione al potere. “Abbiamo altri modi per trovare  i finanziamenti. Potrebbero essere gli Stati Uniti, potrebbe essere la Russia, potrebbe essere la Cina o altri paesi”, ha poi precisto ad una televisione greca. Kammenos ha anche dichiarato che la Grecia preferirebbe uscire dall'euro se la partecipazione significasse mantenere quello che definisce un'Europa sotto il dominio della Germania.
Nuovi e migliori amici quindi?...
Tratto da:http://www.lantidiplomatico.it
E se i BRICS diventassero i BRICSH? Tsipras invitato a Pechino per un summit al Vertice
Commenta il post