Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Ucraina: Parrebbe che Siamo ad una Svolta, Voci di Defezioni di Massa nell’esercito di Kiev.

Pubblicato su 30 Gennaio 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in EUROPA

Sono voci, forse propaganda, ma cominciano ad essere troppe e insistenti.

Ovvero che parti sempre più grosse e importanti dell’esercito di Kiev cominciano a sfaldarsi per diserzione o proprio per il passaggio in armi nelle file della Nuova Russia.

Clamorosa questa situazione: ( vedi foto - ndr )

Sembra che nel “saliente” (ovvero nella zona accerchiata) in evidenza ci possano essere qualcosa come 8.000-10.000 soldati, sarebbe una ecatombe se fossero distrutti.

E’ difficile, come ovvio, avere notizie di qualità e confermate sulla reale situazione, però non mi stupirei se improvvisamente in molte altre zone di questo ex-stato stiano per scoppiare “rivolte” spontanee, questa volta però da parte di popolazione più legata alla russia (tutti sono russofoni in Ucraina, la minoranza linguistica è l’Ucraino)

Facciamo attenzione ad Odessa, per esempio.

Comunque vada è stato un crimine favorire questa maledetta guerra civile nel cuore dell’Europa. Sono quasi tutte vittime.

p.s. ora si capisce meglio il significato delle nuove pressioni su Mosca, ed anche dei nervi saltati a Kiev.

Tratto da:http://www.rischiocalcolato.it/2015/01/ucraina-parrebbe-che-siamo-ad-un-svolta-voci-di-defezioni-di-massa-nellesercito-di-kiev.html

Ucraina: Parrebbe che Siamo ad una Svolta, Voci di Defezioni di Massa nell’esercito di Kiev.
Commenta il post