Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Per un 2015 di sollevazione e rinascita

Pubblicato su 9 Gennaio 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in POPOLI LIBERI

Il degrado politico e sociale all’origine della più grave crisi – culturale, economica, di identità - che avvolge l’Italia in questo dopoguerra senza fine, non sembra conoscere limite.
Nel breve giro del passaggio da un anno di miseria all’altro, il popolo italiano è stato costretto ad assistere, instupidito, ad un sermone presidenziale degno, al massimo, di apparire come sfondo serioso a uno dei film panettone dei Vanzina assieme al parallelo controcanto di un Grillo perduto nello streaming; al disco rotto dei reiterati annunci di un benessere da ritrovare appena dietro l’angolo proclamati dai puffi di governo; alle cronache di ormai consuete tragedie del mare e dell’aria; ai rituali richiami mediatici alla tolleranza, all’accoglienza di turbe di immigrati, alla lotta  al razzismo e all’antisemitismo, alle fulgide conquiste della cosiddetta “Unione Europea”; ad estemporanee proposte “amministrative” sul come arrestare l’assenteismo dei dipendenti pubblici (mentre i loro capi se ne vanno a Boston o sulle Alpi in vacanza) e sul come vendere per fare cassa non soltanto quel che resta delle grandi aziende italiane ma anche i “sanpietrini” della pavimentazione urbana di Roma; alle esternazioni via twitter non soltanto di un Renzi, ma anche del papa Francesco, sulle necessità della pace nonché della bellezza della povertà come chiave per un futuro paradiso; ad accorati appelli mediatici per salvare la vita, previo riscatto, di un paio di “volontarie” italiane andate al seguito dei fondamentalisti islamici e da questi rapite.
E a una serie di scommesse su quale sarà il successore dell’attuale inquilino del Quirinale e sul quando gli attuali camerieri dell’eurocrazia, alla guida del BelPaese, chiameranno il popolo bue a nuove elezioni per perpetuare il loro governo della, sempre da loro, malridotta Res Publica. Questo in realtà l’unico interesse vero dei partiti-cammellieri del caravanserraglio Italia.
Uno scenario disastroso occupato da commedianti che si agitano su un palco mentre tutt’intorno ogni cosa va in rovina.
E’ per questo che “Rinascita”, nella reiterata ricerca di una strada maestra di soluzione di questa grave crisi, guarda oggi con favore alla neonata “lega nazionale” (
www.leganazionale.org) e al suo programma di “coscienza costruttiva” per dare forza ad una Lega, con Matteo Salvini, che si ponga come alternativa indipendente al sistema destra-centro-sinistra suddito di Bruxelles e della grande finanza internazionale.
E’ per questo che “Rinascita”, si appella alla fiera volontà di ogni uomo libero in Italia perché si formi un fronte di sollevazione (e rinascita) il più ampio possibile, fuori dalle antitesi usate per dividere e soggiogare il popolo italiano, in grado di restituire dignità, lavoro e progresso alla nostra comunità nazionale.
Nell’immediato “Rinascita” accoglie e fa propri gli “spunti programmatici” della Lega Nazionale.
Dall’invito, al segretario Salvini, sull’onda del successo di promozione referendaria – ancora in attesa del placet della Corte Costituzionale… - sull’abrogazione della legge Fornero, ad una nuova mobilitazione per abrogare con referendum
1)            La legge Imu-Banca d’Italia nelle norme che rendono la Banca centrale un ente privato nelle mani delle banche d’affari (così da restituire al popolo italiano, attraverso una Banca nazionale, la sovranità di battere moneta)
2)            La legge (Tremonti) di costituzione di Equitalia.
“Rinascita”, inoltre, sostiene i nove punti programmatici di “leganazionale.org” qui di seguito riportati:
1)            Tutela dell’identità nazionale nel più geloso rispetto delle culture locali. Promozione pubblica di Scuola e Ricerca.
2)            Blocco Immigrazione, fine dei trattamenti agevolati a clandestini e nomadi. Separazione dei residenti tra cittadinanza e nazionalità.
3)            Giustizia e Sicurezza. Separazione delle carriere e delle funzioni inquirenti e giudicanti. Controllo del popolo sulla pubblica accusa, autonomia del giudizio. Certezza delle pene. Sicurezza sociale.
4)            Fisco Semplificazione, aliquota onnicomprensiva unica al 15%. No equitalia: esazione locale calmierata. No alle anticipazioni delle imposte sui redditi. Cancellazione Irap e Imu su prima casa e terreni/fabbricati di lavoro.
5)            Moneta. No euro. No Fmi-Bce. Espropriazione redditi da usura e cancellazione indebitamento pubblico, anche tramite espropri patrimonii degli enti non di lucro. Emissione diretta della moneta. Reddito di cittadinanza. Ri-nazionalizzazione della Banca d’Italia. No banchindustria. No trusts speculativi finanziari. No alla devoluzione alle banche del reddito dei cittadini (carte di credito, moneta virtuale etc.).Ritorno alla liquidità e all’economia produttiva
6)            Lavoro (no delocalizzazioni, precariato,flessibilità, liberalizzazioni e privatizzazioni aziende strategiche). Promozione produzioni nazionali  e del lavoro italiano. Ferma tutela dei settori strategici nazionali: agroalimentare, trasporti, comunicazioni, tecnologie avanzate, energia.
7)            Salute. Eccellenza nelle strutture pubbliche. Incentivi alla Famiglia. Politiche demografiche. Politiche di ripristino ambientale e di Edilizia popolare di qualità
8)            Istituzioni. Stato strumento del popolo.
9)            Autodeterminazione e indipendenza. Denuncia dei vari Trattati di sudditanza e di cessione della sovranità (Ue, Omc, Ttip, AA, Tnp)

Tratto da: http://www.rinascita.eu/

Per un 2015 di sollevazione e rinascita
Commenta il post

Luigi Maria Ventola 01/09/2015 07:24

Hanno dimenticato un punto che sarebbe molto gradito alla maggior parte delle persone di buon senso: reimbarcare tutti i clandestini e restituirli al mittente. Non capisco per quale ragione dobbiamo mantenere questa massa di parassiti, dei quali non sappiamo niente, mentre migliaia di nostre famiglie sono alla fame.
P.S. L'istituzione di un tribunale speciale per giudicare tutti coloro che ci hanno ridotto in mutande, penso che sarebbe molto gradito anch'esso.

FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM 01/09/2015 09:41

Concordiamo con te