Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

MUTUI SOSPESI FINO AL 2017? L’ENNESIMA FREGATURA TARGATA RENZI, L’ENNESIMO REGALO ALLE BANCHE.

Pubblicato su 6 Gennaio 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in POLITICA, ECONOMIA

Mutui sospesi fino al 2017, ma l’operazione non è gratuita
La legge di Stabilità introduce una moratoria fino al 2017 per pmi e famiglie per congelare il rimborso della quota capitale. Ma ci sono anche molti svantaggi…

La Legge di Stabilità 2015 ha stabilito tre anni di sospensione per i debiti bancari delle micro, piccole e medie imprese, oltre che per le famiglie.

In attesa che le parti sociali (in questo caso banche, imprese e associazioni dei consumatori) trovino un accordo nei primi tre mesi dell’anno, va specificato che la sospensione riguarda il rimborso della quota di capitale, e non la quota di interessi.

È stata prorogata di altri tre mesi, fino al 30 marzo 2015, la sospensione dei mutui dellepmi stabilita a luglio, che ha già permesso la sospensione di 13 miliardi di euro di mutui per ben 40mila piccole e medie imprese.

In realtà, come ricorda anche Italia Oggi, l’operazione presenta anche molte ombre. Ma prima di esaminare i punti deboli della moratoria, vediamo quali sono le condizioni di accesso. Le pmi beneficiarie dovranno essere “in bonis“, senza cioè posizioni debitorie classificate come “sofferenze”, “partite incagliate”, “esposizioni ristrutturate” o “esposizioni scadute/sconfinate” da oltre 90 giorni. Per quanto riguarda invece il congelamento dei mutui delle famiglie, è probabile che i nuovi accordi vengano modellati su quelli già in vigore dall’aprile 2013 tra Abi e associazioni consumatori, che prevedeva la sospensione dei rimborsi in caso di condizioni di particolare difficoltà, come quelle determnate da perdita del lavoro, morte di un congiunto ecc.

L’operazione tuttavia non sarà a costo zero: durante tutto il triennio della sospensione, i mutuatari dovranno continuare a pagare gli interessi. Il costo dell’operazione in termini di oneri finanziari sarà così più elevato di quanto concordato in precedenza. Inoltre il conto dell’operazione aumenterà in quanto gli istituti di credito sono soliti calcolare gli interessi sull’intero debito residuo e non sulle rate sospese.

Va inoltre specificato che per i canoni di leasing la sospensione è applicata non per tre anni ma per un periodo inferiore. Infine va ricordato che non è ancora chiaro se i mutui andranno sospesi per forza per tutti i tre anni o se invece si potrà scegliere il periodo in cui applicare la sospensione.

Tratto da:http://www.grandecocomero.com

MUTUI SOSPESI FINO AL 2017? L’ENNESIMA FREGATURA TARGATA RENZI, L’ENNESIMO REGALO ALLE BANCHE.
Commenta il post