Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

CAVALLI DI TROIA E CONTROPARTITE NEGLI AIUTI DELLA BCE (di Nino Galloni)

Pubblicato su 20 Gennaio 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in ECONOMIA

La Svizzera ha abbandonato il cambio fisso con l’euro. Forse è l’inizio dell’augurata fine per i prevedibili scombussolamenti dovuti alla nuova regolazione nelle posizioni debitorie. Infatti, alla Svizzera serve una moneta forte e, se si aspetta che l’euro continui a svalutarsi, deve abbandonare l’agganciamento; ma agli svizzeri serve di avere una moneta forte per comperare in euro e, così, danneggiarsi a livello della propria economia produttiva. Se i prezzi in dollari delle materie prime flettono, il dollaro deve flettere, invece si rivaluta in termini di euro. Allora, il prezzo del brent crolla non perché c’è la crisi (Cina, India, ecc. non sono in recessione come noi), ma perché le scommesse che si fanno a Londra coi futures sono pilotate a portare detti prezzi sotto il costo di produzione del nemico (la Russia), costi quel che costi.

 

A noi fa comodo l’euro debole: quello che non possiamo più esportare verso est lo invieremo oltre atlantico.

 

Ma il problema rimane uno solo: con un debito pari a 54 volte il PIL mondiale solo nella sua componente tossica, perché ancora non siamo in bancarotta o in guerra vera e propria?

 

Draghi si appresta a comperare i titoli del debito pubblico dei paesi euro (che, in fondo, sono, nella media dell’area, sostenibilissimi); il motivo, forse è semplice: abbandonato il fiscal compact nella sua delirante versione originaria, proprio grazie alle contropartite (maggiore dipendenza e minore democrazia) si ottiene l’obiettivo. Esso consiste nelle contropartite e il quantitative easing (strumento di recupero della sovranità monetaria senza contropartite) al pari delle ipotetiche ristrutturazioni dei debiti – vedi il Syriza programma – altro non è che il cavallo di troia delle potenze finanziarie per avvicinare detto obiettivo: la sottomissione di popoli, famiglie, Stati, imprese non finanziarie e adesso anche banche.

 

Questa Unione Europea è la formula per realizzare ciò in Europa. Occorre, quindi, pensare, discutere e rilanciare un’alternativa praticabile.

 

Quindi, alle prossime elezioni in Grecia o prevarrà la paura e Syriza non ce la farà o prevarrà la disperazione – come credo – e, allora, la ristrutturazione del debito greco o non si farà (per difendere i creditori soprattutto Tedeschi) o si farà a costi sociali e politici insostenibili.

 

Senza netta separazione del credito dalla finanza e senza ripristino della sovranità monetaria non ci sarà futuro.

 

Nino Galloni

Tratto da:http://scenarieconomici.it/cavalli-troia-contropartite-negli-aiuti-bce-nino-galloni/

CAVALLI DI TROIA E CONTROPARTITE NEGLI AIUTI DELLA BCE (di Nino Galloni)
Commenta il post

annapaola 01/20/2015 09:49

personalmente sono "arrivata alla frutta"... nell'articolo sopra, sembra auspicabile il fatto della vittoria di Syriza, ma non mi sembra che questo abbia menzionato l'uscita da lo stramaledetto euro....non mi è chiaro neppure se i partiti o i candidati in Grecia siano solo due, sembra comunque che di opzioni questi disgraziati... queste abbiano...Lì non esiste nessun partito che lotti per "no euro?" A cosa serve confermare che "se non tornano alla moneta sovrana" sara la fine", quando questa opzione non è contemplata in nessun programma? Poi, "sarà la fine" di cosa? della gente che muore per strada di freddo e fame? Che il popolo non può più curarsi perchè gli ospedali o sono chiusi o non hanno farmaci? di cosa sarà la fine? Ma queste notizie perchè si possono leggere solo sulla rete? perchè nessuno sembra saper niente......ma sono solo io che leggo queste stronzate o sono "gli altri" che non vedono???? Ma esiste un posto (non so come definirlo) dove un disgraziato possa leggere solo la "cronaca" di ciò che stà accadendo, in maniera tale che poi, possa farsi una propria opinione.....perchè tutto deve essere ri-filtrato, perchè qualcuno, già prima di te , l'ha fatto attraverso gli occhi di una politica che oggi non ha più senso di esistere? In pratica... So perchè i media indottrinati stanno zitti, trovo però che non abbia un gran senso che lo facciano per non far nascere il panico, noi italioti avessimo gli occhi, avremmo attacchi di panico tutti i giorni.... invece ci comportiamo come se tutto fosse normale, che ci frega a noi se in Grecia muoiono di fame, se in italia troppa gente è vicina farlo...C'è gente che da di matto, penso, per l'ignoranza di noi popolicchio, continuo a pensare, che non servirebbe a nulla la coscienza collettiva, ad esempio della moneta a debito.....Ultima cosa...condivido l'osservazione ultima, fuori da l'euro prima possibile... ma gli italioti non lo hanno capito, allora mi rimane da sperare solo in una bella rivoluzione, tipo Medio Evo.. a Quel punto "chi l'ha più lungo, se lo tira" e che vinca il migliore....