Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Cara borghesia italiana, hai voluto l'euro? Bene, nel 2015 perderai metà della tua ricchezza.

Pubblicato su 8 Gennaio 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in ECONOMIA

Che il 2015 sarà l'anno della svolta per Italia, Francia, Grecia, Spagna e Gran Bretagna, non c'è dubbio. In quattro di queste cinque nazioni sono già state decise le date delle elezioni, politiche o amministrative - che per la Francia valgono quasi come le politiche, per indirizzo generale dell'elettorato.

Poi, c'è l'economia. E che sarà una desolata landa di zeri virgola qualcosa per tutta Europa, nessuno ha dubbi (esclusa la Gran Bretagna, dove il boom economico del 2014 potrebbe perfino aumentare nel 2015).

E infine c'è l'euro. Devo dire che a me darà delle grandi soddisfazioni, l'euro. Sì, perchè il 2015 sarà l'anno della grande piallata. La somma di deflazione - quindi perdita di valore dei beni cosiddetti "stabili" a iniziare dalle proprietà immobiliari - più perdita di valore dell'euro sul mercato dei cambi - quindi perdita di valore assoluto della ricchezza monetaria di chi ha creduto e ancora crede che l'euro fosse una valuta forte - produrrà un mix esplosivo, per la borghesia eurista italiana.

Volete l'euro? E' "populista" chi lo combatte? Bene, cari signori, preparatevi a perdere dal 30 al 50% del valore di tutti i vostri beni espressi in euro. In pratica, perderete la metà della vostra ricchezza e non perchè il governo Renzi vi piazzerà una patrimoniale fra capo e collo. No, quella vi darebbe il colpo di grazia. Perchè nel 2015 i vostri beni immobiliari in Italia perderanno come minimo un 10% di valore assoluto per la deflazione, mentre i vostri soldi perderanno come minimo un 20% nei tassi di cambio. Che aggunto al 20% già perso dall'euro negli ultimi tre mesi, porterà alla vostra "tosata" del 50%.

L'euro, indipendetemente da Renzi, da Draghi, dall'nnominabile Juncker e da ogni altro "santo" a cui pensate di rivolgervi, vi renderà poveri, cari i miei borghesi italiani.

Il 2015 sarà l'anno in cui capirete sulla vostra pelle che significa essere stati fregati dalla vostra ottusa stupidità nell'aver creduto alle balle che vi hanno propinato da sinistra dai tempi di Prodi, che nel 2000 volle a tutti i costi che l'Italia entrasse nella sciagurata valuta unica europea.

L'evete votato? Avete votato da borghesi "democratici" col cuore a sinistra e il portafoglio ingordo per i partiti che hanno infilato l'Italia in questo disastro che ora sta mutando in catastrofe?

Ben vi sta.

Naturalmente, all'italiano medio piace trovare - sempre - un colpevole pur di non assumersi le proprie colpe. E allora, anche stavolta ci sarà.

Ve ne offro uno bell'e che pronto: si chiama Mario Draghi. Draghi tra gennaio e febbraio proverà a dare il via al Q.E. (se non sapete di che parlo, fatemi una cortesia, non leggete più questo giornale) e l'euro precipiterà alla pari con l'USD per poi scendere ancora e i vostri soldi - in euro - perderanno fette di valore ogni giorno che passerà da quella data in poi.

Avete - oggi - 100.000 euro in banca? (per i multipli fate il calcolo da soli, grazie) Bene, non appena l'euro sarà in parità col dollaro Usa avrete perso il 20%. Se poi, scenderà ancora, avrete perso l'1% per ogni punto di discesa. Avete titoli di stato italiani? Peggio vi sentirete, perchè quelli ve li dovete tenere, mentre i soldi cash potreste - alla disperata - cambiarli in dollari per arginare l'emorragia.

Ecco, questo accadrà tra non più di qualche settimana.

Sì, l'euro mi darà delle grandi soddisfazioni. Dato che sono povero.

max parisi

Tratto da: http://www.ilnord.it

 

Cara borghesia italiana, hai voluto l'euro? Bene, nel 2015 perderai metà della tua ricchezza.
Commenta il post