Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Arriva la sanatoria sulle spese pazze dei politici locali

Pubblicato su 28 Gennaio 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in POLITICA

Il 90% dei politici rovina la reputazione del restante 10%: questa frase dell’ex segretario di Stato americano Henry Kissinger è attuale come non mai in Italia. La reputazione, però, rischia di peggiorare ancora a causa di uno degli emendamenti che fa parte del pacchetto legge sulla riforma della pubblica amministrazione. Il testo fa discutere: in poche parole, i politici locali potrebbero avere ampia autonomia di scelta e diventerebbe difficile, se non impossibile, condannarli a restituire i soldi persi a causa di un loro danno (il cosiddetto “danno erariale”).

Dunque, si tratta di una vera e propria sanatoria sulle spese pazze, spese di cui si sente parlare continuamente. Perché salvare questi politici? L’emendamento si basa su una riflessione particolare: a differenza dei dirigenti, i politici sono chiamati a prendere scelte delicate e difficili, quindi non dovrebbero quasi mai rispondere delle loro decisioni. La sanatoria dovrebbe coinvolgere tante situazioni discutibili, a meno che non vi sia qualche cambiamento nei prossimi decreti attuativi.

Ad esempio, i politici locali non sarebbero responsabili dei contratti decentrati, della firma di accordi in cui si superano i paletti fissati dalla legge, delle nomine fuori regola e persino delle assunzioni illegittime. Bisogna comunque precisare che i politici già godono di un salvacondotto simile, cioè l’esclusione della responsabilità per le scelte che dipendono dal loro ruolo. Con questo emendamento, però, si rischia di farli diventare fin troppo indipendenti.

Tratto da:http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=910807c1379db5c

Arriva la sanatoria sulle spese pazze dei politici locali
Commenta il post