Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

SCANDALO A ROMA: LE IMPLICAZIONI SINDACALI DI CUI TACCIONO TUTTI. di Antonio de Martini

Pubblicato su 9 Dicembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Con questi appalti fasulli siamo nel ” terzo settore” quello da cui Renzi si aspetta il rilancio economico e i valori sociali.
Quello che viene chiamato dei ” servizi alla persona”. Forse sarebbe meglio chiamarli meglio ” sevizietti”.

Si tratta di una attività dichiarata strategica da tutte le amministrazioni politiche , rispettata dai sindacati al punto che finora – anche in pieno scandalo- non hanno fiatato anche se sarebbero i principali interessati.

I settori economici li ho già illustrati nel post in cui parlavo di come ridurre la precarietà dell’occupazione e risparmiare denaro pubblico.

LA LEGGE PROIBISCE IL SUB APPALTO DI MANO D’OPERA. 

Eppure tutti questi settori ” cattolici e sociali” lo praticano arricchendo ” imprenditori” tipo Gaucci e Lotito.
I servizi di pulizia, di metronotte, di assistenza ai Rom, portinerie, controlli aeroportuali, infermieri, eccetera sono servizi utili in permanenza,
Non c’è ragione che gli addetti non vengano assunti ( magari con un contratto ad hoc) dagli enti e società private di pertinenza. Non sono lavori una tantum.

COME FUNZIONA

Fatto cento il prezzo cui il lavoro di un singolo operatore viene appaltato, trenta vanno a chi fa il lavoro ( spesso è un sub appaltatore del sub appaltatore vincitore della gara, irregolarmente vinta, è ovvio).

Il restante settanta va alla catena intermedia tra la tesoreria appaltante e il lavoratore e serve nell’ordine: a farsi la casa a San Domingo, il castello a Castel Viscardo ( Umbria) , comprare una squadra di calcio per portar voti al politico di riferimento del momento, finanziare l’attico alla zoccola di turno più qualche aiutino ai suoi parenti. Il grosso serve a riciclare i denari – ecco perché tanti pregiudicati- e a DARLI a chi gli fa assegnare i lavori.

Lo stesso avviene nel settore della refezione, da anni tradizionale feudo di Comunione e liberazione ( e fatturazione per i malevoli) , delle costruzioni ( cooperative), della sicurezza ( due legali rappresentanti di queste confraternite di vigilantes che fatturano milioni si sono visti togliere la licenza prefettizia perché indagati per mafia) e di tutti i lavori temporanei che un tempo temporanei non erano. 

È l’economia catto-comunista: fa lavorare i disoccupati perché porta via loro metà di quel che è loro dovuto e gli ruba anche il voto.

La sinistra ha la MANUTENCOOP ( ultimo fatturato un miliardo) che ha preso in appalto anche migliaia di comuni la nettezza urbana, dove però nessuno pulisce più in diretta.
E anche il gruppo Berlusconi ha creato la sua società di pulizie per le proprie aziende.
Meglio limitarsi a tesserare i pensionati e rompere i coglioni al governo sull’articolo 18.
Per eliminare la corruzione questi disgraziati che lavorano per 5/6 euro l’ora – e nemmeno sempre- vanno assunti: guadagnerebbero il triplo , cioè l’equivalente del plus valore che arricchisce questi falsi imprenditori e se non lavorano bene, li licenzino visto che l’art 18 è abolito. O no?

Tratto da:http://www.rischiocalcolato.it

SCANDALO A ROMA: LE IMPLICAZIONI SINDACALI DI CUI TACCIONO TUTTI. di Antonio de Martini
Commenta il post

annapaola 12/15/2014 09:50

perchè tutta questa retorica? Persino a me, lontana anni luce da queste cooperative "benefiche" sia per chi ci lavora che per chi riceve i "benefici" sembravano poco chiare queste posizioni. Ora tutti cadono dal pero? Oltre ad essere ipocrita mi risulta anche ridicolo....