Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

RIEQUILIBRIO FISCALE: DALLE PAROLE ALL'AZIONE- MASSIMA DIFFUSIONE

Pubblicato su 3 Dicembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in RIEQUILIBRIO FISCALE

Di: Rossella Fidanza

Come promesso ieri, e mi auguroche mi perdonerete il giorno di ritardo, ma sono state tante le situazioni dasistemare, eccomi pronta a darvi un resoconto, al momento non ancora troppodettagliato, di quello che è successo durante l’incontro del 29 novembre.

Anche perché state pressando enon riesco a tenervi troppo fermi J

In primo luogo, debbo fare unadoverosa premessa: le persone che ho avuto l’onore di incontrare e con le qualiinteragire, tutte nessuna esclusa, hanno una competenza e professionalità taleper cui probabilmente basterebbero loro a portare avanti il vero cambiamentodistruttivo del sistema, ma servirebbe più tempo e con la collaborazione edunione di tante persone, riusciremo a sgretolare le fondamenta in un periodomolto più breve, per intenderci, prima che arrivi la troika ad impedirci dipoter agire ancora con quel briciolo di democrazia che ci appartiene.

Secondo, in questo precisoistante così tragico per tutti noi, perché che ci crediate o meno, la verità èche siamo tutti nella stessa situazione, proprio perché l’obiettivo è ditornare uno Stato Sovrano, mi trovo costretta a non rivelare i nomi deipartecipanti, non per chissà quale motivo, ma per permetterci di lavorareproficuamente.

Avete come punto di riferimentome, ma sappiate che dietro di me c’è una moltitudine di persone vere che devonoavere libertà d’azione: se vi dicessi di chi sto parlando, minerei da principiotutto il programma. 

Io non sono che l’ultima ruotadel carro, chiunque volesse colpire me può essere certo che alle mie spalle sitroverebbe un numero tale di persone UNITE, che non basterebbero tutte le forzedell’ordine a poter fermare.

Mi è stato chiesto come abbattereil sistema.

Vi faccio un esempio, cercare divisualizzarlo il più possibile. 

Una casa, ed anche una casta,resta in piedi in due modi: il primo è il terrore che incute nei cittadini suconseguenze che potrebbero accadere in caso di ribellione a quanto da loroprevisto (e sono tutti sistemi di manipolazione mentale, noto con grandesoddisfazione che una moltitudine di cittadini si stanno risvegliando e stannocomprendendo la situazione), il secondo è quanto riesco immoralmente a toglieread imprese e famiglie, a livello economico.

Pertanto, il sistema, che ricordoè tenuto in piedi da poche migliaia di esseri, mentre noi siamo decine dimilioni, deve essere combattuto con le sue armi: dimostrare di non aver paura enon permettere di toglierci neppure più un centesimo a livello di tasse. 

Prendo una citazione di unapersona presente, che non nomino per i motivi sopracitati: “nel tempodell’inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario”.

Ebbene, la verità è questa: letasse non sono dovute.

Sapete perché?

Perché la moneta in uso sulpianeta oggi è una fiat money, ovvero creata a corso forzoso, non garantita dariserva aurea, creata per convenzione dal nulla, all’istante (fiat…) permisurare, contabilizzare e manifestare in un simbolo il valore di beni eservizi (cit. P.M.)

Questa moneta NON ESISTE, vienecreata tramite transazioni elettroniche, ma fisicamente non c’è.

Il valore viene attribuito dalloStato che la dichiara valuta ufficiale e la accetta come pagamento di debiti etasse.  E’ una fattispecie giuridica, noneconomica.

Vi riporto alcune frasi apparsein una pubblicazione ufficiale della Banca Centrale del Regno Unito nel marzio2014: 

“Quando una banca fa un prestito ad uno dei suoi clienti, semplicementeaccredita sul conto corrente del cliente un saldo attivo maggiore. In quelmomento viene creato denaro.  Le riservedella Banca d’Inghilterra sono solo una registrazione elettronicadell’ammontare dovuto dalla banca centrale ad ogni singola banca. Le banchecommerciali creano denaro, sotto forma di depositi in conto, per esempio aqualcuno che prende un mutuo per acquistarsi una casa, generalmente non lo faconsegnando migliaia di sterline in banconote. In realtà, gli accredita nelconto corrente un deposito uguale all’ammontare del mutuo. In quel momentoviene creato nuovo denaro. Per questo motivo taluni economisti hanno fattoriferimento ai depositi bancari come “denaro sorto dalla penna”, creato da untratto di penna del banchiere quando concede prestiti.”

Apprendiamo quindi che il denarosi può creare in qualsiasi momento, SENZANECESSITA’ DI TASSARE I CITTADINI.

Questa è la verità.

Stiamo parlando del nulla. Siamoindebitati sulla base di niente. Solo di quanto le banche con i loro servigoverni decidono di speculare e di introitare. 

Il nostro codice civile,all’articolo 1325, parla esplicitamente dei requisiti affinchè un contrattopossa essere dichiarato valido: accordo delle parti, forma scritta, causa esoprattutto l’oggetto. 

L'oggetto del contratto èun requisito essenziale del contratto comedisposto dall'art. 1325 del codice civile italiano, e la cui mancanzacomporta ai sensi dell'art. 1418 la nullità dell'intero contratto.

Quali sono i requisiti che devepossedere l’oggetto del contratto, pena la sua nullità?

Il codice civile italiano all'art. 1346stabilisce che l'oggetto deve essere:

  • Possibile: la possibilità è intesa sia in senso materiale che in senso giuridico. Ad esempio è impossibile giuridicamente un contratto che abbia ad oggetto un trasferimento di denaro, laddove il denaro FISICAMENTE non esiste.
  • Lecito:  L'oggetto non dev'essere contrario a norme imperative, all'ordine pubblico ed al buon costume. L'illiceità si distingue dall'impossibilità giuridica in quanto non si traduce in un vizio strutturale ma esprime un giudizio di riprovevolezza (es.: è illecito il contratto con cui si vende droga).
  • Determinato o determinabile:  l'oggetto, se non è determinato dall'inizio, può essere determinabile in base a criteri legali o convenzionali.

 

Siccome siete molto svegli, avretegià compreso che è primo punto già di per sé consentirebbe la nullità delcontratto. E su questo stiamo lavorando, ma è un passo successivo.

Torniamo alla creazione deldenaro: abbiamo capito che fisicamente non esiste, ma viene creato conmeccanismi elettronici. 

A che pro? 

Niente di più semplice:permettere ad un branco maledetto di usurai, le banche per l’appunto, diimporre tasse che creano un debito, fittizio, estinguibile solo con la valutaufficiale.

Provate ad andare a pagareEquitalia con il frutto del vostro lavoro, come una sorta di baratto. Pensateche lo accetterebbero? 

Facendo i galoppini per gliusurai, i politici obbligano i cittadini a procurarsi quella moneta,indebitandosi presso le banche, che guadagnano sempre di più, ed il cerchio sichiude.

Non mi dilungo oltre, perchéaltrimenti scriverei un trattato, ed è già stato scritto da P.M., organizzatoredi questa sorta di “carboneria” per la liberazione della nostra Italia, mavoglio che vi arrivi chiaro e forte un messaggio: IL SISTEMA SI BATTETOGLIENDOGLI ALIMENTAZIONE.

Chiunque muore se non ha di chenutrirsi, e non servono anni, si muore per mancanza di acqua in meno di ventigiorni, di cibo in meno di tre mesi.

Qual è il cibo di cui si nutre ilsistema?

Le nostre tasse.

Allora, prima cosa vi rimando ad un articolo che ho scritto tempoaddietro, e che dovete imparare a memoria, deve diventare il vostro mantra,perché lì dentro c’è ogni spiegazione che vi tranquillizza sul fatto che unriequilibramento fiscale, più sono i partecipanti, minore tempo richiede, e cheora che parta la macchina dello Stato, noi l’avremo già fatto crollare, QUINDINON VI PUO’ SUCCEDERE NULLA SE NON LIBERARVI DA QUESTE CATENE ( http://rossellafidanza.altervista.org/2014/01/11/non-abbiate-paura-dello-sciopero-fiscale-vi-spiego-perche-esempio-concreto/): ma ci sono anche aspetti migliorativi, recenti sentenzehanno vietato a banche ed equitalia il pignoramento della prima casa, e adequitalia l’obbligo di dimostrare, prima di aver intrapreso un qualsiasi tipodi azione coercitiva, un incontro con il contribuente per trovare un accordoche sia favorevole ad entrambe le parti. 

Vi ricordo inoltre che nel caso abbiate in corso unarateizzazione con equitalia, il 99% dei piani di ammortamento alla francese,tra l’altro vietati in Italia, nascondono una quantità di interessi tali percui vengono perpetrati illeciti civili e penali in atti pubblici, reatogravissimo. E non servono avvocati, né commissioni tributarie, né ricorsi altar: tutti e tre vi spennano per ottenere ben poco. C’è un bellissimo istitutoche si chiama AUTOTUTELA, che vi permette di difendervi GRATUITAMENTE da questi strozzini, pensate che persino cisono i moduli scaricabili sia dal sito delle agenzie delle entrate che daequitalia… (http://rossellafidanza.altervista.org/2014/10/30/cose-lautotutela-amministrativa-fisco-ed-equitalia/)

Primo passo quindi: IO SMETTO DI PAGARE.

Non siete soli, siamo in tantissimi, interi Paesi hanno giàaderito.

Certo, mi direte, e chi è dipendente come può partecipare?

Risposta semplice e veloce: avete idea del numero di tassedi cui siamo oberati che non c’entrano nulla con il prelievo alla fonte sullabusta paga? No? 

Vi faccio un breve elenco:

-         Imu

-         Tasi

-         Tarsu

-         Bollo auto

-         Canone Rai

-         Pedaggi autostradali

-         Multe

-         Imposta sui tabacchi

-         Accise benzina

-         Imposta sul lotto e su varie lotterie

-         Imposta sul maltempo

-         Tassa una tantum per l’entrata in Europa MAI restituita comeinvece la legge delega prevedeva

-         Per le imprese Irap, Ires

-         Per le ditte individuali contributi fissi inps

-         Oneri di urbanizzazione

-         Tassa di occupazione del suolo pubblico

-         Imposta sulla pubblicità

-         Tassa sul possesso dei cani

-         IPT sull’immatricolazione o sul trapasso di vetture

-         Tasse sulle RCA

-         Imposte di bollo

-         Imposte per registrazione contratti d’affitto e di lavoro

-         Tassa sul porto d’armi

-         Tasse scolastiche ed universitarie

-         Tassa di concessione governativa sui telefonini

-         Tassa di soggiorno per il turista

-         Se si fa un incidente bisogna pagare per avere una copia del      rapporto della Polizia

-         Siae

-         A Milano la tassa sull’area C

-         La tassa sull’ombra, e sfido chiunque a dire che sa di pagarla, iol’ho saputo oggi grazie alla segnalazione di D.E.

Mi fermo, ma potrei continuare all’infinito, in Italiaesistono oltre un centinaio di balzelli fiscali che tutti crediamo di doverpagare ma non è così.

Certo, decidere di aderire ad un riallineamento fiscale puòcomportare dei sacrifici: al posto di comprare sigarette già confezionate, siprende tabacco e cartina e ci si fa le sigarette da soli, NON si paga circal’80% del balzello che va al monopolio. Prendere i mezzi pubblici al posto dimuoversi con la macchina è meno comodo, ma se si tiene conto che dalle accise,dati Istat alla mano, lo Stato incassa un patrimonio ci si può seriamentepensare. 

Non si tratta di chiedere di cambiare il vostro stile di vitaper sempre, ma per pochi mesi. 

Affamiamoli. SENZA PAURA. Perché la tutela giuridica èstata predisposta per ogni caso, e soprattutto per il rispetto dell’art. 53della Costituzione:

Art. 53.

Tutti sono tenuti a concorrerealle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva.

Il sistema tributario èinformato a criteri di progressività.

A voi sembra di pagare inbase alla vostra capacità contributiva e seguendo criteri di progressività, osiete consapevoli di essere derubati quotidianamente?

Vogliamo cambiare questosistema?

Ebbene, questo è il primopasso.

Senza dimenticarci dicolpire ai fianchi sempre e comunque gli usurai legalizzati: banche e fisco.

INSIEME SI VINCE.

MANGIAMO NOI E FACCIAMOMORIRE DI FAME LORO.

Questo è il primo passo:non servono manifestazioni eclatanti, ma unità di Popolo. Spiace, vero, doverconstatare che si sia dovuti arrivare ad un punto in cui la SOPRAVVIVENZA vienemessa in serio pericolo, ma i tempi sono maturi, gli strumenti ci sono. 

COOPERIAMO.

Primo step. 

Assimilate questo epasseremo al secondo.

E fatemi un favore: urlateBASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA.

Non avete idea della forzache sentirete, perché siamo 60 e oltre milioni di italiani che lottano pervivere.

Se volete continuare, sappiate che quanto voi pagate non vitorna in servizi, ma serve per arricchire banche e politici.

 

Solo questa frase dovrebbeindurvi all’azione, pacifica, ma diretta ed efficace. 

RIEQUILIBRIO FISCALE: DALLE PAROLE ALL'AZIONE- MASSIMA DIFFUSIONE
Commenta il post