Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

IL DISCORSO PIU' COMPLETO CONTRO L'UNIONE EUROPEA ED IL NUOVO ORDINE MONDIALE ARRIVA DALLA GERMANIA

Pubblicato su 11 Dicembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

La pubblicazione non implica la condivisone totale, da parte nostra, di quanto esposto nel video. C.M.

Commenta il post

elegantissimo 12/11/2014 12:23

Il discorso è pienamente condivisibile anche perchè lo rivedo ancora una volta, con angoscia. Ho fatto delle ricerche, ed ho appreso per esempio che accanto al campo di concentramento di Auschwitz furono costruiti gli stabilimenti della IG Farben, attuale Bayer, su una supefice di circa di 40 ettari e una ferrovia che attraversava tutta l'Europa sola soletta. E i bombardieri alleati dov'erano?!?! In Italia a bombardare quotidianamente le città industriali con precisione millimetrica. Non solo questo signore dott. Rath, ha fatto venire alla luce, dopo 70 anni, documenti desecretati del processo di Norimberga dove un certo Prof. Walter Hallstein nazista degli anni '30 firmatario del progetto della Grande Germania, e docente di diritto comparato,all'università di Stoccarda, ha presenziato e firmato per conto della delegazione RFD (Repubblica federale tedesca)e autore della Ostpolitk, il Trattato di Parigi del 1952, del Congresso di Messina del 1955, del Trattato Roma del 1957 e i due accordi CECA ed EUratom, nonchè primo presidente della Commissione europea. Ho verificato alcuni altri dati recenti di alcuni ns europarlamentari, sul controllo dei dati sensibili di tutti i cittadini europei, collima tutto. Il Trattato di Lisbona consolidato a novembre 2012 è il progetto della Grande Germania degli anni '30 ovvero degli interessi delle industrie chimico-farmaceutiche-finanziarie tedesche. Basti pensare che i maggiori brevetti e diritti intellettuali (industriali e farmaceutici)sono detenuti dopo gli USA dai tedeschi. Claudio ogni giorno, sono costretto a leggere parti del Trattato di Lisbona, per esigenze sindacali-professionali e mi accorgo che è spaventosa la verità! Concludo con una citazione del filosofo G. Santoyana:"Chi non ricorda il passato è condannato a ripeterlo."