Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Sabato 15 novembre 2014, L’Aquila – Perchè la moneta unica ed i Trattati bloccano la ricostruzione dell’Aquila.

Pubblicato su 12 Novembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI

WWW.ABRUZZOWEB.IT

 

quotidiano di informazione online

 

PRESENTA

 

CONVEGNO “EURO FOLLIA: PERCHE’ LA MONETA UNICA E I TRATTATI BLOCCANO 

LA RICOSTRUZIONE DELL’AQUILA” 

 

L’Aquila, sabato 15 novembre 2014, ore 10.30 – presso Gran Teatro Zeta Parco delle Arti, c/o nucleo 

industriale Monticchio

 

La crisi economica e sociale nell’Europa della moneta unica e dei Trattati continua a peggiorare. E le cure dei tecnocrati non fanno altro che accelerare il declino del Vecchio Continente.

Con il passar del tempo e con l’inasprirsi della crisi, però, il dibattito sull’Euro si è sdoganato, dunque non è considerato più a senso unico, cioè pro Euro. 

Oggi la convinzione, basata su dati economici ufficiali e su nuove e preoccupanti ricostruzioni storiche della creazione della moneta unica, è che in queste condizioni, cioè all’interno della struttura dell’Euro e dei Trattati, gli Stati ex sovrani non avranno il futuro promesso dal sogno europeo.

Non solo. Oltre che al dramma economico, frutto di quelle storture proprie della moneta unica, si è di fronte alla tragedia della convivenza impossibile fra Costituzione Italiana e Trattati sovranazionali, dunque vi è anche un grave problema giuridico.

In tale quadro, L’Aquila e un intero territorio distrutti dal sisma del 2009, non potevano non fare i conti con Bruxelles, con quei fondi per la ricostruzione che, una volta entrati al governo i vari Mario Monti, Enrico Letta e Matteo Renzi, non sono stati più erogati a sufficienza e la cui erogazione è stata sostanzialmente interrotta, tra motivazioni politiche ed economiche che fanno acqua da tutte le parti.

Oggi chi è convinto della bontà di Bruxelles, bastona L’Aquila e L’Italia tirando fuori argomenti che, pur importanti, hanno poco o nulla a che vedere con l’economia vera.

Affermare che non ci sono i soldi, o che i soldi per la ricostruzione non vengono erogati perché c’è il pericolo corruzione, è assurdo e fuorviante e, tra l’altro, si tratta di motivazioni che implicherebbero un intervento deciso da parte dello Stato, sia dal punto di vista economico che da quello dei controlli, cosa che invece non può avvenire perché, nell’Europa dei Trattati, lo Stato, quello sorretto e legittimato da una Costituzione ex sovrana, non ha più ragione di esistere.

E questo, alla politica aquilana, è stato detto in più di un’occasione.

Dunque, riteniamo sia dovere di chi fa informazione dare spazio ad economisti e giuristi di enorme competenza affinché, attraverso le ferite e le contraddizioni di una città e di un territorio colpiti da un sisma devastante, si possa svegliare una nazione intera su un tema fondamentale per il futuro della stessa, offrendo soluzioni economiche e giuridiche di grande livello.

All’Aquila, sabato 15 novembre 2014, interverranno, in un convegno-dibattito di importanza nazionale, Luciano Barra Caracciolo, ex membro del Consiglio di presidenza della Giustizia amministrativa, eletto nella componente del Consiglio di Stato, Antonio Maria Rinaldi, docente di Finanza Aziendale presso l’Università ‘D’Annunzio’ di Chieti-Pescara, Cesare Pozzi, docente della Luiss di Roma, uno dei più importanti economisti italiani, Nino Galloni, economista che ha ricoperto diversi incarichi e ruoli ai ministeri dell’Economia e del Lavoro, all’Inpdap e all’Ocse, Gennaro Varone, magistrato presso la Procura della Repubblica di Pescara.

 

IL PROGRAMMA DEL CONVEGNO

ORE 10.30 – Introduzione, presentazione ospiti, inizio lavori

Ore 10.45 – Lezione del professor Luciano Barra Caracciolo, “La convivenza impossibile tra costituzione e trattati europei”

11.30 – Interventi altri ospiti, dibattito pubblico

12.30 – Fine lavori

Sabato 15 novembre 2014, L’Aquila – Perchè la moneta unica ed i Trattati bloccano la ricostruzione dell’Aquila.
Commenta il post