Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Il sindaco di Vercelli sgombera gli orti dei pensionati, ma non il campo nomadi, dopo l’alluvione.

Pubblicato su 19 Novembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Con un’ordinanza definita “inevitabile” dalla stampa locale, il sindaco di Vercelli, Maura Forte (Pd), ha deciso di sgombrare l’area a ridosso dell’argine del Sesia prospiciente via Locati e corso Rigola. In pratica, tutti gli orti situati in quell’area devono essere “sbaraccati”, al fine di bonificare la zona in seguito alle ultime alluvioni.
Gli orti, oltre a rappresentare il lavoro e l’unico passatempo per alcuni pensionati vercellesi, sono (erano, ormai) uno dei principali simboli della “vercellesità” nonché un pretesto per fare aggregazione e socializzazione. Destinati a scomparire, nella tristezza generale ma pure tra la perplessità di chi non ha potuto fare a meno di notare che dall’altra parte del fiume c’è un campo nomadi che non verrà neppure toccato. 

Un’anomalia che non è sfuggita al capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale, Alessandro Stecco, che ha replicato con una severa lettera aperta: 

Caro Sindaco e Caro Assessore alla Protezione Civile,
La recente ordinanza di sgombero degli orti a lato dell’argine del Sesia, è stata certamente un passo urgente e obbligatorio, per il rischio connesso a una possibile esondazione.
Tale decisione ha comunque messo in ginocchio delle famiglie, molti anziani e pensionati che traevano dalla coltivazione dell’orto una congruo sostegno alimentare per fare fronte alla crisi economica, dovuta alle tasse e alla mancanza di lavoro. Molti si sono rivolti a noi chiedendo: e ora?
La coltivazione degli orti inoltre ha due importanti risvolti, da una parte ha sempre mantenuto ordinato e pulito il terreno, dall’altra è oggi una concreta possibilità di sostentamento alimentare per famiglie e pensionati.
Questo tipo di attività deve essere incentivata ancora di più e siamo qui a chiedere che si provveda immediatamente a ricollocare tali coltivazioni degli orti di chi ha perso tutto in altre nuove aree, oltre a creare ancora piu’ spazi per chi ne facesse richiesta.
Inoltre noi abbiamo un dubbio: gli argini sono 2, uno a destra e uno a sinistra del Sesia. L’ordinanza riguarda solo il lato destro che si è dimostrato debole e quindi ha coinvolto i nostri pensionati che non hanno più l’orto. Il lato sinistro? Andrà messo in sicurezza anche quello. Ma li ci sono delle Roulotte di una comunità ROM, e non si può? Perché mettere in sicurezza gli argini significa potenziare e sistemare sempre i 2 argini, non uno solo.
Sono stati anche invitati dalla Polizia Comunale ad andare via da li, per il rischio esondazione, ma ovviamente nessuno ha fatto un’ordinanza comunale di sgombero per loro, come invece per gli orti dei nostri pensionati.
Ci aspettiamo quindi un’analoga ordinanza anche per il campo ROM (abusivo?) sul lato sinistro del Sesia, perché a differenza degli orti, in questo caso ci sono anche delle persone (abusivamente?) che rischiano la vita se uscisse il Sesia da quella parte in caso di esondazione.
Bisogna far finta che non esistano e non se ne puo’ parlare? Noi non ci stiamo e ci faremo sentire in Consiglio Comunale.

Tratto da:http://www.qelsi.it
Il sindaco di Vercelli sgombera gli orti dei pensionati, ma non il campo nomadi, dopo l’alluvione.
Commenta il post

annapaola 11/22/2014 08:51

non sono certo dalla parte della "sindachessa" ma mi sorge un dubbio cattivello, ma non è che questa spera in un altra alluvione? Pensiamoci, leverebbe le castagne dal fuoco con le zampe del gatto...Dove le mette quelle persone, se le sgombera da li? Non è possibile dirgli di andarsene, non ha dove alloggiarli, li lascia in giro ad occupare case degli anziani che fanno gli orti per sopravvivere? Li lascia li, la natura faccia il suo corso......Pensare sempre male è sbagliato, ma spesso, soprattutto oggi, ci si prende. Ahh dimenticavo gli orti, ma non è possibile organizzarli da un'altra parte? Ce ne sono di terreni incolti.....