Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Faenza,il titolare della Mokador:quì non siamo tutelati,stiamo pensando di andare in Svizzera.

Pubblicato su 9 Novembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Faenza,Ravenna. Il titolare della Mokador,azienda specializzata nella lavorazione del caffè ,non ne può più.Derubati 3 volte in 20 giorni.

La prima volta di un pc portatile,un’Iphone e un Ipad, circa stesso bottino la seconda volta,il 4 \11 un proiettore digitale, tre pc portatili, dieci chiavette usb, due mouse wireless e una tessera bancomat dell’azienda con il codice pin. Con questa hanno fatto il ‘giro’ di tre sportelli automatici. Da ognuno i ladri hanno prelevato il limite massimo, 250 euro, per un totale di 750 euro. L’unico aiuto che hanno ricevuto è stato il consiglio di mettere telecamere,che non porterebbero a nulla visto che i ladri erano incappucciati.Così quest’azienda dal fatturato di 15.milioni di euro l’anno,che dà lavoro a 70 dipendenti sta pensando di chiudere a Faenza e riaprire in Svizzera,dove tra tutele e agevolazione guadagnerebbe di più e lavorerebbe in pace. Dove non arriva la crisi arrivano la delinquenza,i cavilli,le tasse e il menefreghismo.
Tratto da:http://www.italiachedimentica.com
Faenza,il titolare della Mokador:quì non siamo tutelati,stiamo pensando di andare in Svizzera.
Commenta il post

fiammaverde 11/10/2014 14:29

E provvedere a mettere una vigilanza? Noo? Costa troppo? Con un fatturato di 15 milioni di euro si potrebbe tentare?

annapaola 11/11/2014 12:46

a me questa, sembra semplicemente una scusa addirittura bambinesca, io come Fiammaverde, suggerirei a questa esimia ditta, società o i che è, di rivedere i motivi del già deciso trasferimento è pur vero che hanno a che fare con noi, massa di poveri italioti, ma a tutto deve esserci un limite..sono matematicamente certa che semplicemente CHIEDENDO AI LORO LAVORATORI DI EFFETTUARE UNA COLLETTA riuscirebbero a rientrare delle perdite, e magari potrebbero anche chiedere un ulteriore aiutino per pagare le guardie di vigilanza.....Hanno unavera faccia di c...o

Luigi Maria Ventola 11/09/2014 22:13

Siamo troppo occupati a tutelare i delinquenti