Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Cartella Equitalia, occhio alla prescrizione e alla notifica

Pubblicato su 14 Novembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

COME VALUTARE SE UN PIGNORAMENTO O UN’IPOTECA SONO VALIDI? E QUAL È LA PROCEDURA PER CONTESTARE UNA CARTELLA EQUITALIA PRESCRITTA? ECCO LE RISPOSTE.

NOTIFICA CARTELLA EQUITALIA, QUAL È LA PROCEDURA

Affinché sia valida, la cartella Equitalia deve essere consegnata a mano dal postino al contribuente e quest’ultimo dovrà firmare il relativo registro del portalettere.
Nel caso in cui il soggetto interessato dalla cartella non sia presente, il postino dovrà lasciarla ad un membro della famiglia, che sia un suo convivente e che non abbia meno di 14 anni, oppure alla domestica o al portiere. In questi casi, il postino dovrà redigere e far firmare la cosiddetta relata di notifica, contenente i dati anagrafici e la qualifica della persona che ha ricevuto la notifica Equitalia.
Se il portalettere non trova nessuno a cui affidare il plico, sarà suo dovere depositare l’atto al comune, e lasciarne comunicazione al diretto interessato tramite raccomandata.

COS’È L’ESTRATTO DI RUOLO EQUITALIA

Con questo documento interno si ottiene solo una stampa di ciò che risulta dai computer interni di Equitalia. Non avendo valore probatorio, tuttavia, non sarà possibile verificare se l’eventuale data di notifica della cartella presente nell’estratto sia realmente stata rispettata, e comunque che la procedura di consegna della cartella Equitalia sia stata eseguita in maniera corretta.

COME CAPIRE SE UNA CARTELLA EQUITALIA È CADUTA IN PRESCRIZIONE

Le scadenze entro le quali la cartella esattoriale Equitalia cade in prescrizione variano in base al tipo di tributo o sanzione che l’agente di riscossione intende far pagare al debitore notificandogli la cartella. E’ quindi importante conoscere la causale della cartella per risalire al tributo o alla sanzione che vi vengono contestati.
La causale si trova con facilità quando si riceve la cartella esattoriale, perché è indicata chiaramente nelle apposite pagine di descrizione. Con la cartella in mano, si potrà calcolare la futura prescrizione a partire dalla data di notifica.
I problemi sorgono quando, anziché la cartella, viene recapitato l’avviso di fermo auto o di ipoteca, privo dell’indicazione del tributo o della sanzione, ed in tutti i casi in cui la cartella esattoriale viene persa o non è mai stata consegnata. Sarà utile farsi fare un estratto di ruolo dagli uffici Equitalia, per avere l’elenco delle cartelle inviate con relativa causale e data di notifica.

CARTELLE PAZZE, COSA FARE QUANDO EQUITALIA INVIA UNA CARTELLA PRESCRITTA

Quando Equitalia invia cartelle esattoriali per tributi e sanzioni ormai prescritti o già pagati (ovvero le cosiddette cartelle pazze), il soggetto interessato può presentare ad Equitalia una richiesta di sospensione ed eventuale sgravio. Tale procedura, che può essere avviata di persona agli sportelli Equitalia o per posta, vale per cartelle pazze notificate da non più di 90 giorni. Nel caso in cui tale limite sia superato, il contribuente può spedire o lasciare agli uffici Equitalia un’istanza in autotutela, ovvero un reclamo in carta semplice che segnali l’irregolarità della richiesta e ne richieda l’annullamento.

Fonti La legge per tutti

Tratto da: http://info.tuttovisure.it

Cartella Equitalia, occhio alla prescrizione e alla notifica
Commenta il post