Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

“VOLETE I PROFUGHI IN CITTA’?”: UN SINDACO DECIDE DI CHIEDERE IL PARERE ALLA CITTADINANZA. AFINALMENTE QUALCUNO CHE SI DEGNA DI COINVOLGERE E RISPETTARE IL VOLERE DEI CITTADINI. ECCO DOVE ACCADE

Pubblicato su 15 Ottobre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

«Volete i profughi sì o no?» Il Comune prepara il referendum
Il sindaco di Tarvisio: «E’ un atto di democrazia non speculo sulla pelle degli immigrati»

La Giunta comunale ha deciso di chiamare i cittadini di Tarvisio ad esprimersi sul possibile arrivo degli immigrati attraverso una consultazione popolare. Lo conferma il sindaco Renato Carlantoni, che spiega che l’esecutivo ha già predisposto l’atto che porterà alla realizzazione di un documento per la raccolta firme». Pur consapevole, infatti, che la scelta è di totale competenza dello Stato e che il Comune – il cui parere non è vincolante – non può opporsi, Carlantoni ritiene tuttavia che sia opportuno che i tarvisiani si esprimano. «È sia un atto di democrazia, sia una risposta alle critiche di una parte politica che mi accusano di speculare sulla pelle degli immigrati».

Tratto da:http://www.grandecocomero.com

“VOLETE I PROFUGHI IN CITTA’?”: UN SINDACO DECIDE DI CHIEDERE IL PARERE ALLA CITTADINANZA. AFINALMENTE QUALCUNO CHE SI DEGNA DI COINVOLGERE E RISPETTARE IL VOLERE DEI CITTADINI. ECCO DOVE ACCADE
Commenta il post

annapaola 10/15/2014 14:28

in questo articolo si parla di un gesto di democrazia. non trovo assolutamente che sia questo il caso, anzi.. trovo sia molto antidemocratico, visto che indipendentemente dal risultato, dovranno essere messe in atto le decisioni dei nostri governanti, a cosa può servire un referendum? ai cittadini per farli sentire presi x i fondelli? O a spender soldi che magari in quella zona avanzano? Per me democrazia è decisamente un'altra cosa, evitiamo di prenderci per i fondelli