Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

"Il Fmi e la Bce non possono impedire la prossima crisi dell'euro". Martin Armstrong

Pubblicato su 20 Ottobre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

Martin Armstrong sul suo blog commenta il crollo dei mercati borsistici avvenuti in Europa questa settimana. In Grecia, in particolare, i tassi d'interesse sui titoli obbligazionari sono cresciuti fino al 9%; il Premier Antonis Samaras ha per pochi voti superato un voto di fiducia e ogni ulteriore taglio al sistema sociale non è più attuabile per una popolazione allo stremo.
 
La Spagna ha visto i suoi tassi d'interesse sul debito impennarsi, così come Portogallo (+13%), Irlanda (+13.5%) e Italia (+9.9%). I tassi d'interesse di questi paesi erano a livelli record artificiali per l'intervento di Draghi: i titoli a 10 anni spagnoli vengono scambiati al 2.29%, l'Irlanda 1.94% e l'Italia 2.64%. Si tratta di valori che non corrispondono ancora alla realtà ed è, secondo Armstrong, una bolla incredibile e insostenibile.
 
Questa situazione dimostra in particolare come in Europa gli investitori hanno iniziato ad aver paura di nuove elezioni e non credono minimamente sulla capacità della Bce di salvare i paesi dell'euro. Anche Angela Merkel è stata costretta ad ammettere che la crisi dell'euro non è ancora finita. Lo scenario resta, conclude Armstrong, molto cupo e la conclusione è che né il Fondo Monetario Internazionale, né la Banca centrale europea (quella Troika che i collaborazionisti italiani alla Scalfari invocano anche per il nostro paese) non possono prevenire la prossima crisi dell'euro.
Tratto da:http://www.lantidiplomatico.it
"Il Fmi e la Bce non possono impedire la prossima crisi dell'euro". Martin Armstrong
Commenta il post