Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

I negozi cinesi non hanno nessun controllo,Equitalia bastona solo i commercianti italiani

Pubblicato su 9 Ottobre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Mentre migliaia di commercianti italiani sono costretti a chiudere i negozi,i cinesi  aprono decine di negozi tutti i giorni

La competizione non esiste,gli operai nelle fabbrichette lavorano molte ore al giorno,il posto di lavoro è anche il posto dove mangiano,dormono,si curano,tutto per pochi euro al giorno

Il lavoro viene svolto quasi tutto in nero,l’evasione fiscale cinese sfiora il 95%,non hanno controlli praticamente tutti i soldi che guadagnano li mandano in Cina,ormai quasi tutti i giorni negli aeroporti italiani vengono beccati con decine di migliaia di euro in contanti,pronti a partire per la Cina

Ogni 2 anni il negozio cambia proprietario,quindi e praticamente impossibile attuare dei controlli fiscali,tutto questo li mette in prima fila nei confronti dei commercianti italiani,che avendo una pressione fiscale altissima e dei controlli serratissimi si trovano a essere bastonati da Equitalia e quindi non possono competere con questi “sedicenti” commercianti

Comprare dai cinesi significa agevolare il lavoro in nero,aiutare l’evasione fiscale,rovinare il MADE IN ITALY,senza contare i capitali che escono dal nostro Paese,ricordatevi  che i cinesi i soldi non li spendono in Italia,ma li mandano in Cina

Tratto da:http://sputtaniamotutti.net

I negozi cinesi non hanno nessun controllo,Equitalia bastona solo i commercianti italiani
Commenta il post

annapaola 10/11/2014 11:04

uauh!!!!!!!! trecentonovanta solidali con questo articolino? Non è che saremo un pò "razzisti"? Ma come, ci sono solo 390 commercianti che leggono il blog? Non credo, visto che il nostro atteggiamento nei confronti di situazioni forse più assurde di questa, passano completamente sotto silenzio, non penso si tratti neppure di una questione identitaria, e che è l'identità? qualcosa che si mangia? Tengo a precisare che non ho MAI MESSO PIEDE IN UN LORO NEGOZIO, figurarsi acquistare ...una cosa è certa, tutti i giorni ne aprono di nuovi, qualche italiota deve pure andarci ma temo che molti abbiano anche giustificazioni più che valide, mia madre diceva "senza lilleri non si lallera" e purtroppo sono veramente troppi gli italiani senza soldi e allora......di necessità virtù.