Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

NOMISMA SVELA LA GRAN BUFALA UE DELLA SPAGNA ''ESEMPIO DI RIFORME CHE HANNO PRODOTTO LA RIPRESA'': DATI DICONO L'OPPOSTO!

Pubblicato su 19 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

"Sembra che il successo competitivo della Spagna, portata ad esempio come economia che ha attuato quelle riforme che l'Italia non ha realizzato, si sia già esaurito". A dirlo è il capo economista di Nomisma, Sergio De Nardis, che ha preso in esame i dati sull'export che segnalano per gennaio-luglio una classifica dell'eurozona che vede, su base annua, la Germania prima con un aumento in valore del 3,4% delle esportazioni, l'Italia seconda con un incremento dell'1,3%, la Spagna a seguire con export stagnante (0,0) e, infine, la Francia con una flessione dell'1,1%.

Sempre a proposito della Spagna, prosegue De Nardis, "è bastato che, dopo un triennio di arretramento dell'economia, ci fosse un po' di ripresa del mercato interno per indebolire le vendite iberiche all'estero; se ci fosse stato un guadagno competitivo non sarebbe dovuto succedere". 

Per il capo economista Nomisma "ancor più significativo è il segnale che proviene dalla bilancia delle partite correnti: la Spagna, come gli altri periferici, era riuscita ad azzerare il suo ampio disavanzo, grazie alla recessione, nella prima parte del 2013. Cosa è successo con la ripresa? Le partite correnti spagnole sono tornate notevolmente in passivo nel primo semestre del 2014 per oltre il 2% del Pil; quelle dell'Italia, che non ha avuto ripresa, si mantengono in attivo per circa l'1% del Pil".

"E' dunque questo il paese che sta godendo i frutti delle sue riforme strutturali? E' troppo chiedere meno ideologia e più coerenza analitica dalle istituzioni europee, Bce e Commissione, da cui dipendono le scelte dei governi e, quindi, il tenore di vita dei cittadini? La situazione del riequilibrio europeo resta molto complessa. Le riforme strutturali non modificano il nodo di fondo di questo problema: se c'è un paese da riequilibrare in modo prioritario non è sulle sponde Sud dell'Europa. Questo paese è la Germania", conclude De Nardis.

Redazione Milano

Tratto da:http://www.ilnord.it

NOMISMA SVELA LA GRAN BUFALA UE DELLA SPAGNA ''ESEMPIO DI RIFORME CHE HANNO PRODOTTO LA RIPRESA'': DATI DICONO L'OPPOSTO!
Commenta il post

Luigi Maria Ventola 09/19/2014 06:55

C'è ancora qualche sprovveduto che prende in considerazione le menzogne dei criminali di Bruxelles?

annapaola 09/19/2014 18:02

il problema del credere o meno, non si pone. La verità è che se tutti noi non riusciamo a reagire, per primo alla nostra ignavia, queste leggi ci verranno imposte... e a quel punto a che ci è servito il non credere

frontediliberazionedaibanchieri 09/19/2014 11:30

Disgraziatamente si