Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

MOBILITAZIONE DEI PASTORI SARDI

Pubblicato su 17 Settembre 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI

I fatti, servono, di idee, proposte e discussioni varie ne abbiamo fatte abbastanza. Passare all'azione è un dovere. Claudio Marconi

 

Ecco il volantino relativo alla manifestazione del 23 settembre. Tutti i comitati sono pregati di distribuire le copie nel territorio che rappresentano.

MOVIMENTO PASTORI SARDI

Pastori
per oltre due mesi abbiamo girato la Sardegna in lungo e in largo per sensibilizzare la nostra gente sulla questione delle vaccinazioni, della nuova riforma della PAC e sulla sovranità del nostro antico lavoro. Oggi siamo arrivati alla conclusione che i Pastori per trovare rispetto e soddisfazione da parte delle istituzioni politiche non hanno altra strada se non la mobilitazione.

Abbiamo provato in tutti i modi a far capire che la situazione delle campagne continua a peggiorare, ma loro sordi hanno continuato a fare finta di niente, giocando sulla nostra pelle.

Abbiamo chiesto di contrastare il fenomeno della Blue - Tongue combattendo l'insetto vettore responsabile che da 14 anni continua a distruggere il nostro bestiame e loro hanno risposto con le vaccinazioni continuando a creare seri problemi al nostro bestiame e ai nostri già magri bilanci.

Abbiamo chiesto di essere risarciti (come previsto dalla legge) e loro hanno risposto con ridicole reintegrazioni, che di certo non hanno risanato le perdite.

Abbiamo chiesto che venisse difesa la nuova riforma della P.A.C. così come voluta da Bruxelles che finalmente, dopo 14 lunghi anni, avrebbe finalmente ridotto il divario di trattamento tra le regioni forti con quelle deboli, uniformando il premio per ettaro e riportando un po’ di giustizia nella distribuzione delle risorse, che dal 2000 ad oggi - con l'inserimento degli aiuti disaccoppiati - ha portato vantaggi solo ai grandi proprietari terrieri, penalizzando coloro che in campagna lavorano veramente. La difesa di questa riforma avrebbe dato ad una regione come la Sardegna un incremento di risorse del 300%, invece scopriamo che la Sardegna perderà quei soldi andando ad usufruire di ancor meno possibilità rispetto al passato.

Abbiamo chiesto di essere presenti alla discussione del nuovo P.S.R. e non ci hanno nemmeno risposto. Volevamo essere coinvolti perché abbiamo da dire tante cose su come meglio spendere i soldi dei fondi europei destinati al settore Agro-pastorale, volevamo evitare, come già successo in passato, che i soldi destinati ai pastori tornassero indietro.

Abbiamo chiesto che il nostro antico lavoro potesse godere di una sua sovranità decidendo e partecipando direttamente a tutte le questioni che lo interessano per meglio concordare cosa fare, come organizzare il nostro futuro. Siamo stufi che altri decidano per noi, sopratutto per quanto riguarda le materie inerenti il nostro lavoro.
Per questi e tanti altri motivi abbiamo deciso di scendere in piazza.

Martedì 23 settembre alle ore 10,30 concentramento davanti alla Fiera Campionaria di Cagliari e poi manifestazione con corteo fino al Consiglio Regionale in via Roma.

Pastori, non abbiamo alternative partecipiamo compatti all'iniziativa!

MOBILITAZIONE DEI PASTORI SARDI
Commenta il post