Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

SVALUTAZIONE MONETA SOVRANA: I MERCATI FINANZIARI APPROVANO E BENEDICONO LA SCELTA DELLA REPUBBLICA CECA CHE ORA CRESCE (Salsicciaio, impara l’economia)

Pubblicato su 26 Agosto 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

Nella seduta di giovedí 7 novembre 2013 il board della Banca centrale ceca (CNB) ha dato il via libera agli interventi sullo scambio tra la corona e l’euro. Il principale obiettivo dell’azione della Banca centrale ceca CNB era indebolire leggermente il tasso di scambio della corona, favorendo così la competitività dei prodotti cechi sui mercati mondiali.

Il board stabilitì come obiettivo dei suoi interventi sui mercati valutari il raggiungimento di uno tasso di cambio di 27 corone ceche per euro. Prima dell’annuncio degli interventi sui mercati valutari il tasso di cambio era fermo a 25,8 Czk/euro. Il solo annuncio contribuì nella giornata a portare il cambio a 26,9 Czk/euro.

Dal sito della CNB si legge quanto segue:

“Abbiamo una capacità illimitata di intervento per indebolire il tasso di cambio della corona. Ciò significa che possiamo intervenire per un periodo sufficientemente lungo per il raggiungimento del tasso di cambio desiderato e del tasso di inflazione annuo fissato al 2%,”

“Cesseremo gli interventi sul tasso di cambio soltanto in presenza di significative spinte inflazionistiche,”

(Miroslav Singer - Governatore della CNB)

Egli sottolineò a suo tempo che l’intervento sui mercati valutari sarebbe durato probabilmente per tutto il 2014.

Ora direte voi: SI MA SAI CHE BRUTTA FINE NEI MERCATI INTERNAZIONALI! Ed invece i mercati la presero davvero bene, tanto bene, anzi, l’auspicavano proprio una bella e sana svalutazione:

czech fitch rating

E cosa accadde?

CZECH SVALUTAZIONE E CONSUMI

 

Come potete notare, i consumi sono ripartiti schizzando verso l’alto in corrispondenza dell’ultima svalutazione (parte finale della linea blu tratteggiata).

Con la ripresa dei consumi è stato possibile far ripartire il PIL della Nazione BEN OLTRE QUANTO FITCH RATING RITENEVA (circa 2,6% contro la previsione di 1,6%):

CZECH REPUBLIC SVALUTAZIONE E PIL

 

Notate come il PIL riparte più o meno da fine 2013 dopo che è stata data una bella spinta al PIL.

La Current Account è migliorata ma ancora non in modo sufficiente:

czech current account

 

E quindi il Board della CNB che decisione avrà preso? Fare austerity alla maniera Spagnola-Greca-Portoghese-Irlandese ed Italiana? Certo che si, questo si può fare quando si hanno in mano le leve del tasso di cambio e del tasso d’interesse, ed infatti ecco l’austerity:

CZECH DEFICIT

 

Nonostante la riduzione del deficit di 2.5 punti, la svalutazione ha aiutato a far salire comunque il PIL della nazione. L’austerity si può fare MA SOLO SE LE LEVE DI POLITICA ECONOMICA CONSENTONO DI TROVARE UNA VALVOLA DI SFOGO PER L’INDUSTRIA AFFINCHE’ RIESCA A SATURARE LE PROPRIE RISORSE, UMANE E TECNOLOGICHE.

E i tassi pagati dalla nazione? Saranno folli verrebbe da pensare vero? Diamo un’occhiata:

CZECH BOND DECENNALI

 

Tassi bassissimi applicati ad u debito estremamente contenuto rispetto al PIL (e parzialmente compensato dall’inflazione oggi allo 0,55%)

CZECH DEBITO SU PIL
Insomma, abbiamo ora la RIPRESA OLTRE IL 2%,

czech ripresa

uno 0,5% D’INFLAZIONE e come elementi negativi solo un DEFICIT DI 1,5% DEL PIL e interessi pari all’1,35% su un debito pubblico che è meno della metà del PIL…..

 

…..L’EQUAZIONE MATEMATICA DEL RAPPORTO DINAMICO DEBITO/PIL E’ GESTITA ADEGUATAMENTE ! ! !

 Ma questo ancora non soddisfa a sufficienza iboard della Banca Centrale Ceca (CNB) che, nella sua seduta di giovedì 31 luglio, ha lasciato senza modifiche il regime di intervento sul corso della corona.

(Tomas Zimmerman - Portavoce della CNB).

 

Il board della CNB ha ribadito che l’intervento sul corso è unilaterale tramite acquisti di valuta estera. La CNB continua quindi il suo impegno a lasciare il corso della corona sopra al valore di 27 corone/euro. “Il board della banca centrale ha preso nota che non concluderà il regime dell’intervento sul corso prima del 2016”, ha annunciato a sorpresa il governatore Miroslav Singer. Sono rimasti immutati anche i tassi d’interesse di base che si trovano allo zero tecnico. La CNB ha anche pubblicato le sue previsioni macroeconomiche. In miglioramento le previsioni di crescita del PIL, che quest’anno dovrebbe aumentare del 2,9% (la stima precedente parlava di un aumento del 2,6%), mentre le previsioni di crescita del PIL per il 2015 calano dello 0,3% arrivando al 3%. In rallentamento anche le previsioni sull’andamento delle spinte inflattive nella seconda metà del 2015, con un’inflazione al 2,3% nel secondo trimestre del 2015 e al 2,2% nel terzo trimestre del prossimo anno.

L’ho sempre detto: I CECHI HANNO QUALCOSA IN PIU’ DEL RESTO DEL MONDO!

Non è vero?

czech girl

 

E ops:

czech miss 2012

 

 

 

“Un fallimento è l’opportunità di ricominciare in modo più intelligente”

(Henry Ford)

 

 

MARINARECCIA2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maurizio Gustinicchi

Economia5Stelle

 

 

 

Tratto da: http://scenarieconomici.it/svalutazione-moneta-sovrana-i-mercati-finanziari-approvano-benedicono-scelta-repubblica-ceca-cresce-salsicciaio-impara-leco

 
 
SVALUTAZIONE MONETA SOVRANA: I MERCATI FINANZIARI APPROVANO E BENEDICONO LA SCELTA DELLA REPUBBLICA CECA CHE ORA CRESCE (Salsicciaio, impara l’economia)
Commenta il post