Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Mafia bancaria: signoraggio fugato e falso in bilancio

Pubblicato su 4 Agosto 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

di Fabiuccio Maggiore

Abbiamo tolto il coperchio a quella che era la più grande truffa monetaria che spiegava le ragioni di una crisi, di un mondo corrotto, delle guerre e di tutta la merda che oggi stiamo vivendo.
Ho mandato l'email al Presidente del Collegio della Banca d'Italia il 12 ed il 21 Luglio 2014 e nonostante sia un professore con il dovere morale e professionale di risposta, tardano ancora ad arrivare i chiarimenti.
Falso in bilancio, associazione a delinquere ed appropriazione indebita sono le loro colpe, così come denunciò già anni fa, il Professor Giacinto Auriti.
E' falso, considerare il signoraggio bancario limitato a dei soli interessi apposti sulla carta, come si legge dalla definizione nel sito della Banca d'Italia.
Se io presto 100 con il 2% d'interesse e tu mi ritorni 102, il guadagno ottenuto è effettivamente limitato ai 2 di ritorno.
Nell'ipotesi in cui, io non fossi capace di estinguere il mio debito e, mettendo a garanzia il mio immobile (bene reale), però, tu, dovessi togliermi la proprietà su quell'immobile, il signoraggio cartaceo non può limitarsi al singolo interesse, perché, se così fosse, dovresti togliermi una tegola o un mattone, non l'immobile intero.
Allora nascono le considerazioni a tal proposito.
Se la moneta è creata dal nulla, ex nihilo, con impulsi elettronici, cambiali, assegni circolari etc, derivati di moneta, surrogati, dove il capitale proprio della banca non viene toccato ed il rischio assunto è vicino allo zero, quale ragione può portare all'esproprio feudale dell'immobile per avere assunto un impegno dietro un impulso elettronico, puro surrogato costato nulla? Il signoraggio bancario, in forza di un puro, quanto semplice ragionamento logico, non potrà mai limitarsi al semplice interesse.
Se esiste un aggio per il Signore che negli anni è andato ad aumentare, vuoi per il bisogno di monetizzazione del mercato in sviluppo, vuoi per una caratteristica entropica della moneta che la porta alla deteriorazione nel tempo, potrà mai, adesso, il Signore, rinunciare e passare dalla moneta merce a moneta segno e vedere ridursi tale potere monetario da percentuali quasi totalizzate al semplice interesse apposto?!?! Ovviamente no. Nessun Sovrano o Signore sarebbe così stupido da rinunziare ad una tale magia e potere.
Dimostrata l'errata definizione del signoraggio con semplici ragionamenti logici, andiamo a vedere come questi farabutti fugano il signoraggio e falsano i bilanci ingannando azionisti, Stato e comunità.

Monete non contabilizzate e falso in bilancio

E' oramai emersa e confermata da tutti, la crescente diffusione di monete bancarie private (oggi al 93-94%) e della quasi estinzione della moneta legale.
E' divertente il pensiero di chi sostiene che ad una moneta privata, la sua fonte di guadagno (signoraggio), possa essere pubblica, ritornata dunque al pubblico in toto o per i valori dichiarati.
Potrei smettere di scrivere, alzare lo sguardo adesso e veder un asino che vola per questo.
Allora, eliminata la cazzata, capiamo come viene fugato il signoraggio e quali sono le monete che fuggono dalla contabilità.
I depositi bancari, pur risultando dei mezzi di pagamento creati dalla banca, capaci di generare dei valori positivi, vengono allocati comunque fra i debiti.
Per il livello di copertura in moneta legale (effettivo debito della banca ordinaria) e, fino a quando la banca emittente non ne richieda la restituzione, il valore di debito può essere investito e generare degli utili, secondo il moltiplicatore bancario e la riserva frazionaria, con la quale le banche (si) sono legittimate ad operare.
In questa moneta, esiste un signoraggio secondario che sfugge alle statistiche ufficiali e che viene incamerato dalle banche (private) come compenso per la loro partecipazione alla funzione di emissione monetaria che non risulta in quei valori dichiarati dalla Banca d'Italia. Viene fugato il signoraggio sulle passività in moneta fiduciaria delle banche commerciali nel momento di erogazione di mutui, potenzialmente ascrivibili come attività extragestionale, per la creazione di valore tramite impulsi elettronici non coperti e difficilmente controllati.
La privatizzazione interna della Banca d'Italia (al 95% appartenente agli stessi istituti bancari privati, istituti, che da Questa, dovevano essere vigilati) è la logica conseguenza e spiegazione alla diffusione della moneta bancaria privata.
Ancora peggio, la situazione legata alla Finanza, se osserviamo tutti quei derivati (forme monetali che vanno a formare il signoraggio terziario-cartolare) che vengono scambiati in mercati over the counter privi di trasparenza.
Giovanni Bazoli, Presidente del Consiglio di sorveglianza della Banca Intesa Sanpaolo ha dichiarato:"Qualcuno ha ravvisato una grave anomalia nella singolarità dell'assetto istituzionale che vede il capitale dela banca centrale detenuto da istituti soggetti alla vigilanza". I vigilati influenzano la vigilanza. Sarà dunque efficiente il controllo della Vigilante, io ri-alzo lo sguardo in cielo e, tra le scie, questa volta vedo un porco volare.
Il conflitto di interessi interni alla Banca d'Italia è palese e solo un acefalo potrebbe insistere con la voce piagnistea e sodomita: "Si però la Banca d'Italia è un Istituto di diritto pubblico" non osservandone le interiora, i conti alle Cayman e come di fatto, (de facto), essa operi (indipendente dallo Stato e dal controllo di un Autorità Pubblica).
Vi lascio con due video, dove Marco Saba prima e 
Carlo Sibilia Due dopo, spiegano chiaramente all'interno dell'Assemblea Unicredit, le anomalie del bilancio di una delle più grosse banche private "italiane".https://www.youtube.com/watch?v=JeMUrIDEmug
https://www.youtube.com/watch?v=mmJ3X60w0KU
Non dobbiamo trovare dei denari, tagliando la spesa o riducendo il nostro benessere, ma scoperchiando questa Verità.

F.M

Tratto da:http://mercatoliberotestimonianze.blogspot.it

Mafia bancaria: signoraggio fugato e falso in bilancio
Commenta il post