Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Italia senza strategia... Oddio! Se ne sono accorti

Pubblicato su 14 Agosto 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

In breve i fatti: La Commissione Europea si è accorta (adesso) che l’Italia non ha una strategia convincente sui fondi europei e il loro utilizzo. L’episodio, per chi non avesse buona memoria, si rifà a quell’agenda digitale che va dal 2014 al 2020, comprendente anche proposte di ricerca e sviluppo, che il Roma doveva illustrare all’Unione per riuscire a convincerla non solo delle sue riforme in ambito tecnologico e amministrativo, ma anche per ricevere i finanziamenti che permettevano di sbloccare progetti e finanziamenti che, adesso, non partiranno più rallentando ulteriormente i conti italiani che sull’avvio di quei lavori si basavano.

I numeri

Numeri? Oltre 40 miliardi. Fermi. Fermi anche per via non solo di una progetto presentato male, in fretta e senza nessun appeal, ma anche per via di un’amministrazione inefficiente, una serie di norme contraddittorie e che lungaggini burocratiche che rendono ancora più tortuoso il cammino. La pietra d’inciampo è sempre quella, la solita, la mancanza di riforme che adesso sotto la pressione dell’urgenza, rischia di essere raffazzonata, come sempre accade da noi.

L'Italia

L’Italia è una delle migliori nazioni al mondo e si soffre a vederla buttata via così, perchè potrebbe contare sulla fantasia del suo popolo, sulla cultura spropositata che la contraddistingue, sull’investimento nel turismo sulla fiducia immotivata che, nonostante tutto, gli italiani nutrono nel futuro. Si una fiducia che spesso è un’arma a doppio taglio perchè è a causa di questa fiducia che nessuno si ribella alla situazione vergognosa che ci troviamo a vivere. Fiducia che, vera o presunta che sia, ci porta a chinare il capo davanti ai propositi di cambiare l’Italia in 100 giorni (ma adesso sono 1000 e con ogni probabilità diventeranno presto 10mila…), alle affermazioni di un Premier che conferma come “sulle Riforme decido io non l’Europa” (magari ricordandosi che siamo in democrazia seppur non più rappresentativa, ma almeno l’ideale lasciatecelo…) alle promesse di chi, prima di lui, nel suo discorso al Parlamento promise di tutto di più (mancava solo la pace nel mondo ma non è detto che con qualche minuto in più a disposizione avrebbe potuto citarla…) o di un milione di posti di lavoro (e qui andiamo nell’albm dei ricordi di un berlusconismo il quale, assurdo ma vero, rappresenta l’ultimo esempio di premier eletto…).

L'Europa

Intanto, allargando il panorama al Vecchio Continente, ci si accorge (adesso) che la Germania rallenta. Come “locomotiva d’Europa” non è più credibile anche perchè la sua forza è altrove, nell’export nei mercati esteri e la sua domanda interna è debole.

Così come ci si accorge (adesso) che il debito italiano sale, ancora toccando quota 2.168,4 miliardi, ovvero quasi 100 miliardi in sei mesi.

Non solo, ma quanto può essere credibile un Vecchio Continente che deve resuscitare solo sulla forza di un singolo soggetto il quale, appunto, detta legge ma che adesso deve fare i conti con i problemi da lei stessa creati? Berlino deve registrare prezzi al consumo a +0,3% a luglio, che portano le prospettive di inflazione all’1,1% per il 2014, contro il 2% previsto dalla Bce. Altro grande malato? Il fronte francese con un -0,3%.

Senza contare poi la produzione industriale che ha visto in tutta l'eurozona una serie di dati negativi. Ma come sempre più spesso accade in questi casi, le Borse sorvolano...

- See more at: http://www.trend-online.com/prp/europa-deflazione-italia/2.html#sthash.bQoVITpm.dpuf

Italia senza strategia... Oddio! Se ne sono accorti
Commenta il post