Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

IL TELEGRAPH: TORNATE ALLA LIRA O MORITE

Pubblicato su 14 Agosto 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI

SPATATAM !!!
IMPETUOSA ANALISI DEL TELEGRAPH ....
O SI TORNA ALLA LIRA O SI MUORE ...

CONDIVIDETE E FATE GIRARE

NEL PRIMO COMMENTO LINKIAMO L'ARTICOLO ORIGINALE DEL TELEGRAPH DOVE SI ANALIZZA PERFETTAMENTE LA NOSTRA MORTE CON L'EURO .

IL TELEGRAPH: TORNATE ALLA LIRA O MORITE
Commenta il post

Daniele Gentilini 08/15/2014 12:23

Prima del ritorno alla Lira, ci vuole una classe Politica e di Governo che abbia almeno un'Idea dell'Italia che vuole per i prossimi 10-20-50 ... anni. Ad esempio l'On. Arturo Parisi lo chiese alla Leopolda del 2011 al allora Sindaco rottamatore Matteo Renzi e dopo di Lui glielo abbiamo chiesto in tanti, però ancora siamo in attesa di risposta. Se prima non abbiamo questo progetto a poco serve cambiare moneta, perché i problemi economici che abbiamo dipendono in gran parte dalla mancanza di una visione futura che consenta di mettere in moto le enormi risorse finanziarie, intellettuali, ambientali, artistiche, ecc.. che il Nostro Paese possiede. Il primo passo da fare è passare da un fisco vessatorio ad uno premiante, eliminare almeno l'80% delle leggi attualmente vigenti, rendere liberi i comportamenti dei cittadini purché tracciati e rispettosi delle libertà altrui, premiare in modo costante e continuo chi mantiene comportamenti virtuosi in tutti campi, ecc.., solo così si riuscirà a garantire una forte crescita economica e un'adeguato miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

rosella 08/14/2014 17:38

Giusto è da molto che la penso così

Carlo A 08/14/2014 16:41

E chi si prenderebbe la responsabilitâ di questo dietrofront ? E soprattutto a chi conviene? E chi ne avrebbe la forza? Solo una sana cruenta impietosa rivoluzione potrebbe riscattare questo
Popolo perso...