Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Cercasi contractor italiani per l’Iraq: 5mila euro al mese, per 1590 posti

Pubblicato su 19 Agosto 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Va tutto bene ma poi se li prendono prigionieri e qualcuno ci lascia la pelle abbiate la cortesia di non farli passare per eroi. Sono mercenari e basta, e non ci fanno nessuna pena. Claudio Marconi

ROMA – Cinquemila euro al mese con spese rimborsate, 3 mesi di missione e 40 giorni a casa. Minimo un anno di impiego ma rinnovabile, 1590 posti. Cercasi contractor italiani da spedire in Iraq, in quella terra di conflitto dove le compagnie, soprattutto petrolifere, hanno bisogno di guardie private che difendano il lavoro e gli impianti dalle temibili incursioni dei miliziani Isis.

Un lavoraccio, eppure in rete circola questo bando, sui siti specializzati in offerte del genere. La compagnia che ha bisogno di contractor non è specificata, il tam tam in rete parla di compagnie petrolifere o società inglesi di contractor che poi subappalterebbero il lavoro agli italiani. Il bando ha avuto un certo risalto perché fa riferimento a due comandanti in capo: Raffaele Gaudiano e Salvatore Stefio.

Ques’ultimo era stato rapito in Iraq nel 2004 insieme aFabrizio Quattrocchi, che poi venne ucciso, Maurizio Agliana e Umberto Cupertino. Da quando è tornato in Italia è a capo di una società che si occupa di security in aree in crisi. Libia, ad esempio. Ma lui, sentito dalla Stampa, smentisce un qualsiasi coinvolgimento nel progetto che circola online. Il bando parla di 1590 persone da arruolare per l’Iraq, un reparto comando suddiviso in 3 compagnie per Trasmissioni, Infermeria e Supporti tattici.

Fontehttp://www.blitzquotidiano.it

Cercasi contractor italiani per l’Iraq: 5mila euro al mese, per 1590 posti
Commenta il post

Antonio 09/15/2014 03:00

Cercasi contractor italiani per l’Iraq,dove mi rivolgo e a chi.