Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

A VOLTE RITORNANO…...

Pubblicato su 22 Agosto 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI

A VOLTE RITORNANO…...
Commenta il post

annapaola 08/24/2014 11:56

ma nessuno si rende conto che indipendentemente dalle reale ripugnanza che i sindacati fanno, non da ora, non c'è più nessun mezzo per salvarsi le chiappe se non quello di imporre in QUALSIASI modo l'uscita da l'euro dell'italia? Sono meravigliata favorevolmente, comunque, del fatto che qualche opinione in più viene espressa quando si toccano certi argomenti

Andreina Fabbri 08/22/2014 19:01

A mio parere i sindacati hanno solo un problema.
Non chiedono al governo quello che vogliono i loro tesserati ma, trattano col governo i loro interessi e riferiscono ai tesserati quello che hanno deciso per loro. Hanno imparato bene dalla politica.

Daniele Gentilini 08/22/2014 18:19

Il problema dei Sindacati è che non hanno una visione di come si può riorganizzare il mondo del lavoro, così pure le Associazioni Imprenditoriali Confindustria in testa. Sarebbero sufficienti, sia per il privato che per il pubblico, due tipi di contratti uno a tempo determinato per le attività stagionali, mentre per tutte le altre sarebbe a tempo indeterminato. I sindacati e le associazioni imprenditoriali concordano il numero di ore lavorabili per anno e le retribuzioni base, il lavoratore e l'imprenditore si accordano in funzione dell'andamento del lavoro sulle ore da lavorare. Il lavoratore può integrare con altro lavoro ciò che manca, l'imprenditore non perde un patrimonio professionale di conoscenza e competenza, inoltre adegua il costo alle sue esigenze, viene eliminata la cassa integrazione, ecc.. . La retribuzione complessiva lorda nella misura di almeno l'80% viene data al dipendente il quale provvede alla sua tutela sanitaria, pensionistica e al pagamento delle tasse. Quello che non gli viene versato è a tutela della perdita del lavoro. In questo modo sarebbe tutto più semplice, molto flessibile, poca burocrazia, non si perderebbero risorse intellettuali ed operative accumulate dai dipendenti con la loro attività lavorativa, si aumenterebbe l'occupazione sia giovanile che adulta, ecc.. .

frank de ville 08/22/2014 17:41

Il fatto imperdonabile per i sindacati tutti, è stato soprattutto di aver fatto eliminare "LE QUOTE" e l'innalzamento del tetto dei 40 anni contributivi, senza aver battuto ciglio !!!