Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Lo hanno bruciato vivo

Pubblicato su 7 Luglio 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ESTERI

Provoca sconcerto il risultato dell’autopsia effettuata sul corpo di Mohammad Abu Khdeir, il ragazzo palestinese di appena 16 anni rapito e ucciso nei giorni scorsi a Gerusalemme est, da coloni israeliani. L’esame autoptico e’ stato condotto presso all’Istituto legale Abu Kabir in presenza del perito palestinese Sabir al-Aloul, ed accerta che il ragazzino è stato bruciato vivo.

Il corpo del giovane palestinese presenta anche una ferita alla testa, ma la morte e’ stata causata dal rogo, ha riferito il procuratore generale palestinese, Muhammad Abd al-Ghani Uweili.

E continua la violenza, sia Cisgiordania che nella Striscia di Gaza, i palestinesi arrestati dal giorno del presunto sequestro dei tre coloni sono quasi 700. I raid su Gaza sono ormai giornalieri, i governanti palestinesi restano assolutamente inermi – come sempre – di fronte a questa ennesima e premeditata aggressione contro il popolo palestinese. Tutti, nessuno escluso, attori nazionali e internazionali, stanno lasciando campo aperto ad un nuovo confronto armato.

Oggi, nei villaggi della Cisgiordania e della Striscia di Gaza, si piange l’atroce martirio di un piccolo innocente, l’ennesimo tributo di sangue versato per questa Terra. E mentre fioccano commenti, finte condanne ed appelli alla Pace, l’unica strada percorribile, l’unica alternativa lasciata al popolo palestinese, è stata già intrapresa.

Tratto da:http://www.ilfarosulmondo.it

Lo hanno bruciato vivo
Commenta il post

annapaola 07/11/2014 06:41

si,è vero...

frontediliberazionedaibanchieri 07/09/2014 19:40

L'articolo non è nostro e non ti posso rispondere. Quello che ci premeva mettere in luce è che i media ignorano totalmente le notizie quando si tratta di palestinesi. Siamo perfettamente d'accordo con te che la violenza è sempre violenza da qualsiasi parte provenga, con una sola " differenza": c'è quella aggressiva e quella difensiva.

annapaola 07/09/2014 14:14

non sono molto informata su questo argomento, evito con accuratezza informazioni su qualsiasi tipo di violenza, non riesco ad immaginare l'odio verso dei ragazzini, e mi fa impazzire....Ora chiedo lumi...La violenza è tale da qualsiasi parte venga...o mi sbaglio? Allora perchè qui si parla, x quanto riguarda i tre ragazzi israeliani, di "presunto rapimento" mentre per il ragazzo palestinese si parla esplicitamente di rapimento? Vorrei conoscere, se possibile, i distinguo della situazione, mi sembra di intravedere due pesi e due misure, spero solo di essere troppo puntigliosa, la violenza perpetrata in quelle zone è violenza punto. Non cambia nome perche sono diversi gli interpreti.....