Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

DOPO 100 ANNI DI SOLDI SUCCHIATI, LA “FAMIGGHIA” AGNELLI-ELKANN LASCIA L’AUTO. AGLI ITALIANI IN REGALO DISOCCUPATI E CASSINTEGRATI

Pubblicato su 19 Luglio 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

Gli Agnelli scendono dall’auto. Prima o poi

Nonostante le smentite del Lingotto continuano a circolare, con sempre maggiore insistenza, voci su un imminente disimpegno della Famiglia dal settore, origine del loro ingente patrimonio. Secondo la stampa tedesca sono in corso trattative riservate

Gli Agnelli, intesi come famiglia “allargata” ai vari rami, starebbero meditando di uscire dall’auto, settore all’origine del casato e delle loro (ingenti) fortune patrimoniali. Nonostante le (deboli) smentite del Lingotto continuano a diffondersi, su parte della stampa tedesca, voci su una possibile acquisizione parziale o totale di Fiat Chrysler Automobiles da parte diVolkswagen. E se i primi a lanciare il sasso sono stati i giornalisti del mensile Manager Magazin, a detta di molti bene introdotti nell’ambiente delle quattro ruote, anche la Frankfurter Allgemeine Zeitung dà credito alle rivelazioni del periodico specializzato. Secondo il quotidiano le voci sono «confermate da fonti ben informate». Anche il giornale economico Handelsblatt, in un articolo intitolato “Basta a Torino?”, scrive di avere informazioni secondo cui «la famiglia Agnelli vuole vendere. In particolare per quel che riguarda i “marchi di massa”, cioè sostanzialmente Fiat e Chrysler». Per Handelsblatt, che cita ancora «fonti industriali vicine alla proprietà» di Fca una «banca d’investimenti sarebbe già stata incaricata di trovare compratori interessati. Sono già stati condotti diversi colloqui, non solo conPiech».

Handelsblatt rivela anche che «da fonti italiane è stato possibile apprendere come anche Roland Berger abbia fatto da mediatore tra la parte di Volkswagen e gli Agnelli». Secondo il quotidiano di Duesseldorf tutto questo dipenderebbe «dalla stanchezza per il settore dell’auto di John Elkann, presidente Fiat a capo della holding di famiglia Exor. Attualmente sono altri i settori che lo attirerebbero di più rispetto al mercato turbolento dell’auto. Solo il marchio del lussoFerrari avrebbe ancora la sua benedizione». Una cosa è comunque «sempre più chiara», scrive ancora Handelblatt in un altro articolo sulla vicenda: «la dinastia che da oltre 100 anni fa la storia di Fiat sta lentamente prendendo commiato dal marchio ricco di storia».

Tratto da:http://www.grandecocomero.com

DOPO 100 ANNI DI SOLDI SUCCHIATI, LA “FAMIGGHIA” AGNELLI-ELKANN LASCIA L’AUTO. AGLI ITALIANI IN REGALO DISOCCUPATI E CASSINTEGRATI
Commenta il post

annapaola 07/21/2014 16:53

sono "schifata" non metto per scritto il mio pensiero su Mister Elkann e famigli perchè sono certa che il mio commento diciamo, verrebbe cassato, ma sento il dovere morale di dire qualche cosa agli "89" mi piace, dopo di che, deciderete voi se permettermi ancora di commentare o meno.torno a bomba... non porto a mia giustificazione la mia età per cui non porto a giustificazione quella de gli altri, tanto meno posso giustificare l'ignoranza dei suddetti "89" Trovo orribile che quì sotto non ci sia un cavolo di commento sdegnato, imbufalito addirittura di tipo terroristico....l'ignoranza non esime nessuno dall'informarsi, conoscere approfondire.. dopo di che scrivere un cavolo di commento indignato. Vediamo se quando questo dovesse venire ad avverarsi, gli stessi signori verranno a chiedere sostegno....e ora buttatemi fuori, perchè, forse, queste cose si debbono pensare ma non dire......tanto meno scriverle....anzi non ho nemmeno finito, "sai che c'è?" fa proprio bene chi ci tratta come ci tratta, al peggio "un c'è mai fine" e il peggio, dal mio punto di vista ce lo meritiamo tutto. W il popolo italiano, popolo di m......sempre incondizionatamente prono, ci piace.. non è colpa nostra, siamo fatti così.....

frontediliberazionedaibanchieri 07/21/2014 19:12

Annapaola perché dovremmo buttarti fuori? Dici quello che pensiamo anche noi, ma ti dirò di più: la Fiat andava nazionalizzata diversi anni fa e cacciati in malo modo questa genia di pseudo industriali. Le crisi Fiat sono state crisi di prodotto e la volontà di non fare gli industriali ma gli speculatori…De Benedetti docet…….