Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

RENZI: “DOBBIAMO SEGUIRE LA MERKEL”

Pubblicato su 1 Giugno 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

“Ho un ottimo rapporto con la signora Merkel, ho sempre detto che se l’Italia o altri Paesi hanno dei problemi, la colpa non è dell’Europa”. Lo afferma il premier Matteo Renzi a La Stampa.

Ma no, infatti l’euro non c’entra nulla, il fatto che sia un Marco camuffato da moneta di tutti non ha alcun peso nel dramma della disoccupazione italiana, francese e spagnola.

“Trovo volgare – aggiunge – il modo in cui alcune forze politiche hanno parlato male della Germania. La Germania per me è un modello, non un nemico”.

Un modello. Per chi non lo sapesse, dietro il presunto miracolo tedesco, non c’è alcun miracolo. Solo una compressione dei salari e una profonda precarizzazione del mercato del lavoro. Più l’euro, che è per loro una moneta svalutata, e per tutti gli altri una moneta sopravvalutata.

Pensare di copiare la Germania rimanendo nell’euro è degno di un boy-scout amico di De Mita.

La Germania sta solo rubando mercati ai suoi sudditi europei, ma la colpa non è della Germania, ma dei sudditi alla Renzi.

E poi, questa storia de ‘abbiamo preso i voti’: gli italiani hanno disertato le urne contro l’Euro e la Ue. Il 40% del 55% è il 23% degli italiani. Il 77% è contro questo Governo. Che non ha alcuna legittimità.

Tratto da:http://voxnews.info

RENZI: “DOBBIAMO SEGUIRE LA MERKEL”
Commenta il post

annapaola 06/01/2014 11:40

continuare a proporre numeri e percentuali, non porterà ad un cavolo di nuovo. La meraviglia per le dichiarazioni di questo mancato fighetto? Ma figurarsi.....chi si sarebbe aspettato qualche cosa di diverso è un coglione. Quel discorso poi su gli astenuti, io non la penso come questo signore, se fosse veramente questo il motivo dell'astensione, non sarebbero solo incredibilmente disinformati ( leggere ignoranti) ma sarebbero anche dei vigliacchi, se il dissenso non si dimostra, non ha senso e il dissenso non si dimostra certo con il non andare a votare.