Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Italia, Pil procapite giù del 6,5% in 12 anni, calo top in Europa

Pubblicato su 16 Giugno 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Dati poco confortanti per gli italiani che fotografano una crisi che sta colpendo da anni il nostro paese.

Tra il 2001 ed il 2013 il pil procapite è sceso del 6,5%, passando da 24.460 euro a 22.874 euro. Si tratta della contrazione percentuale più forte in tutta la Ue, dove la media è salita del 10% da 21.153 a 23.262 euro.

Nel 2013 il pil italiano si è collocato dell’1,7% sotto la media Ue. I quanto emerge da un rapporto del Centro Studi Promotor su dati Eurostat: a registrare un calo del pil procapite negli anni tra il 2001 ed il 2013 sono stati anche Spagna, Portogallo e Cipro che si trovavano però già sotto la media europea.

Ben diversa, rispetto a quella dell’Italia, è la situazione per gli altri maggiori Paesi dell’ Unione Europea. In Germania il Pil pro capite nel 2001 superava quello medio della Ue del 26% e nel 2013 del 32,5% (30.829 euro). Il Regno Unito non ha invece accresciuto il suo distacco dalla media Ue, ma ha sostanzialmente mantenuto la sua eccellente posizione in quanto lo scarto positivo con il Pil pro capite della Ue era del 32,1% nel 2001 e nel 2013 ha subito soltanto una marginale limatura scendendo al 31,6% (30.624).

La Francia poi ha mantenuto il suo Pil pro capite nettamente al di sopra della media europea, anche se ha accusato una moderata diminuzione dello scarto positivo, che è passato dal 25,3% del 2001 al 18,8% del 2013 (27.641). Paperoni d’Europa, anche nel 2013 Lussemburgo con 63.311 euro; erano 59.312 nel 2001.

In netto peggioramento è invece la situazione per i paesi che, insieme all’Italia, costituisco la fascia mediterranea dell’ Eurozona, Paesi che nel 2001 avevano un Pil pro capite più basso di quello della media Ue e nel 2013 vedono la loro posizione peggiorare ulteriormente anche se la contrazione è comunque decisamente inferiore rispetto a quella dell’Italia.

Fonte: ilsecoloxix.it

Tratto da:http://italian.irib.ir

Italia, Pil procapite giù del 6,5% in 12 anni, calo top in Europa
Commenta il post