Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Il Virus...

Pubblicato su 14 Giugno 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Non mi chiedete  i rimedi per quelli informatici, ma per quelli socio-economici, o meglio per il virus dell'euro-liberismo avrei due cose da dire.

Oggi la dittatura assoluta del mercantilismo (http://liradidio.blogspot.it/2013/10/lequita-ingiusta-poveri-ma-competitivi.html) e del neo liberismo partigiano delle privatizzazioni  si nasconde astutamente all'interno dell'antifascismo, come virus annidati, per sfuggire dal giudizio dei popoli e per confondere quest'ultimi senza che trovino il vero colpevole della crisi-truffa.

In questi ultimi vent'anni, il ruolo principale dei partiti di sinistra italiani e non, nel contesto europeo, è quello di offrire ospitalità a questo virus dell'euro-liberismo, in una mutua assistenza  parassitaria (http://liradidio.blogspot.it/2013/09/piu-ti-europeizzo-e-piu-ti.html) proteggendo quindi questa spietata ideologia all'interno di una capsula fatta di retorica anti fascista, vale a dire, un fascismo storico morto e sepolto e riesumato oggi come pretesto per giustificare il fascismo, anzi il  nazismo dell'attuale assetto economico europeo a guida teutonica.

Ecco perchè oggi è consuetudine della sinistra-europeista accusare di fascismo chi critica direttamente l'eurozona che impone logiche di mercato estremo sopracitate, pertanto sentiamo dire: "Grillo è fascista anzi fassista" ," nazionalisti ".

La sinistra inoltre cinicamente avverte del pericolo di un ipotetico spettro di un nazionalismo, a mio avviso di stampo ottocentesco, per far passare come cosa positiva e moderna, il saccheggio dei beni nazionali di proprietà dei cittadini ((http://liradidio.blogspot.it/2013/09/settembre-andiamo-e-tempo-di.html).

La collettività deve pertanto comprendere che il vero pericolo di oggi è rappresentato dal fanatismo mercantilista dell'euro, deve scomporlo dal fascismo storico ed individuarlo all'interno dell'antifascismo come spiegato prima.

Puo' capitare addirittura il paradosso che colui che accusa di fascismo a chi è critico verso l'eurozona, sia stato lui stesso un vero fascista in gioventù...

In conclusione; un' ultima mia  osservazione va a  quella sinistra critica od estrema, che malgrado si reputa anticapitalista, non ha ancora preso una posizione netta contro l'eurozona e quindi cerca l'anticapitalismo rimanendo all'interno del capitalismo europeo più estremo.

 

"Gli autori del concetto di integrazione europea sono riusciti a mandare in corto circuito la mente delle persone, creando un collegamento tra il nazionalismo aggressivo di Hitler (nazionalismo di un tipo del tutto negativo) e lo Stato nazionale tradizionale, mettendo in discussione l'esistenza degli stati nazionali, in generale."

(cit) Vaclav Klaus

 

Jean Sebastien S. Lucidi

Tratto da: http://liradidio.blogspot.it

Il Virus...
Commenta il post