Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Gli Eventi Politici ed Economici che Ci Farebbero Tornare alla Lira Sovrana (o ad Un altra Moneta, non Sovrana)

Pubblicato su 9 Giugno 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

Dunque, quali sono gli eventi che hanno una qualche probabilità di cambiare il regime valutario Italiano, e con quale livello di probabuilità.

Intanto cominciamo con una definizione, per cambio di regime valutario intendo l’uscita dell’Italia dall’Euro per come lo conosciamo e l’utilizzo di :

  • Lira, gestita dalla Banca d’Italia o dal Tesoro
  • Euro Med., scenario che prevede la divisione in due aree valutarie all’inteno dell’Eurozona (Euro Forte , Euro Mediterraneo)
  • Dollaro o altra valuta mondiale di rilievo
  • Bitcoin (sto scherzando….)

Ok fatta la necessaria premessa andiamo ad analizzare una per una schematicamente le probabilità e tempi di eventi che potrebbero portare al verificarsi del cambio di regime valutario.

Cominicmo a dividere con,

Eventi Interni:

1- Volontà politica di una maggioranza euroscettica.

Scenario che prevede la vittoria politica ad una elezione nazionale di una maggioranza di partiti o di un solo partito che raggiunga la soglia del 50%+1 dei parlamentari ad entrambe le camere (ammesso che il Senato esista ancora), e una ferrea volontà di uaìscita dall’Euro.

Probabilitàquasi zero

Le attuali consorterie italiane sono su chiare posizioni pro-euro, la gran parte dei partiti di centro-destra ha dimostrato di essere disponibile in qulasiasi momento a fare “grandi coalizioni” ove venisse messo in dubbio lo status quo.  Uno scenario di vittoria con oltre il 50% dei parlamentari sarebbe possibili solo in eccezzionali condizioni di disagio sociale e disgregazione nazionale, teniamo presente che le attuali condizioni della Grecia hanno dimostrato di NON bastare per ottenere un l’effetto di un rigetto nei confronti del progetto Europeo e dell’Euro. Tsipras è pro-Euro e se non lo fosse stato non avrebbe mai vinto.

Tempi: non prima del 2018, se si votasse prima la strabordante vittoria del blocco pro-euro sarebbe schiacciante

2- Bancarotta

Scenario che prevede il deteriorarsi delle condizioni economiche e sociali dell’Italia al punto di impedire allo Stato di ottenere le tasse necessarie per ottenere la fiducia minima dei mercati per piazzare il proprio debito, un crollo del PIL e un aumento vertiginoso dei parametri di debito/PIL e deficit/PIL. In altre parole una perdita di controllo da parte sia delle consorterie italiane che della BCE.

Probabilità: molto alte

Per quanto sembri impossibile, se si analizza con freddezza la traiettoria degli aggregati macroeconomici italiani appare evidente che l’esito di una bancarotta non provocata da volontà politica, è un evento molto probabile. Per quanto appaia che l’aumento dei parametri di debito e la distruzione del tessuto produttivo, sociale e demografico italiano non scalfiscano la “fiducia dei mercati” verso il debito italiano, faccio notare che le crisi finanziare compiaono rapide, sono profonde, distruttive e nel caso italiano troverebbero il terreno ideale per fare fino in fond il lavoro.

Tempi: impossibile da predire, dipende da molte variabili, la prima delle quuali è l’emersion di un fatto geopolitico straordinario che porti il mondo occidentale in una nuova fase di profonda recessione, in quel caso l’Italia avrebbe scarse probabilità di cavarsela.

Eventi Esterni:

3- Vittoria in Inghilterra dell’Ukip / Vittoria dei SI al Referndum dell’Inghilterra dall’Europa (scenario debole)

Probabilità: altissime. L’Inghilterra uscirà dall’Europa a meno di eventi imponderabili, e probabilmente lo farà per mano di Cameron prima del referendum 2017.

E’ uno scenario debole, nel senso che l’eventuale uscita dell’Inghilterra dai trattati Europei probabilmente avrebbe un impatto limitato sull’Euro. Peraltro alcune consorterie Europee sarebbero ben felici di escludere la City dagli scambi finanziari che fanno le banche europee, e di certo in caso di uscita di Londra dall’Europa il primo provvedimento preso sarebbe in favore di Xetra e Euronext. Ad ogni modo il contraccolpo potrebbe alla lontana creare problemi all’Euro.

Tempi: da oggi al massimo a Giugno 2017

4- Marine Le Pen Nuovo presidente Francese

Probabilità: medie, per quanto il FN abbia vinto le elezioni europee, in caso di ballottaggio per le presidenziali si avrebbe per certo una alleanza fra Socialisti e Centro  e Centro Destra Francese, e poi io non sarei tanto sicuro che al dunque i Francesi farebbero davvero la scelta di uscire dall’Euro. Ad ogni modo attualmente questo è uno degli eventi più pericolosi per l’Euro. Molto Dipenderà comunque dallo stato dell’economia francese, che a mio parere è il parametro da osservare con maggiore attenzione da parte degli euroscettici.

Questo è lo scenario più pericoloso e probabile perche avvenga un cambio di regime valutario anche in Italia. La Le Pen ha una politica euroscettica chiara e potenzialmente è in grado di prendere il potere, proprio su istanze nazionaliste e per il ritono della Francia al Franco (oppure ad un EuroMed dominato dalla Francia)

Tempi: Maggio 2017, elezioni presidenziali francesi

5- Crisi Economica Mondiale (Stile Lehman)

Probabilità: Certa, 100%. L’economia basata sulla moneta a corso forzoso senza valore intrinseco produce per definizione crisi generate dalla cattiva allocazione dei capitali. Gli intervalli fra una grave crisi e l’altra diminuiscono all’aumentare delle masse monetarie immesse nel sistema.

In caso di nuovo momento Lehman, magari provocato da un qualche altro evento geopolitico (guerra?), l’Italia avrebbe scarsissime probabilità di non finire in una rovinosa bancarotta di dimensioni non sanabili dai vari fondi di salvataggio europeo, e che imporrebbe un intervento costoso quanto improbabile del resto d’Europa.

Tempi: non sono nostradamus, ma mi pare che tutto intorno le cosa non stian andando benissimo.

 

Tanto vi dovevo. Se avete altri scenari probabili, non fantascientifici, utilizzate pure i commenti.

E in ogni caso:

images Gli Eventi Politici ed Economici che Ci Farebbero Tornare alla Lira Sovrana (o ad Un altra Moneta, non Sovrana)

(per sicurezza)

Tratto da:http://www.rischiocalcolato.it
Gli Eventi Politici ed Economici che Ci Farebbero Tornare alla Lira Sovrana (o ad Un altra Moneta, non Sovrana)
Commenta il post