Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Savona: “Serve un Piano A per stare nell’euro e Piano B per uscirne”

Pubblicato su 28 Maggio 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ECONOMIA

La Germania si sta già preparando per una eventuale fine dell’euro

Angela-Merkel28 magg – ”Occorre avere un Piano A per stare nell’euro e un Piano B per uscirne. L’uscita, sotto la spinta di un attacco speculativo come quello mosso nel 2010, sarebbe un dramma. Occorre essere preparati e, per farlo, occorre stabilire nuove alleanze internazionali per fronteggiare l’attacco speculativo contro il debito pubblico e le imprese private”.

Cosi’ Paolo Savona, economista, gia’ ministro all’Industria nel Governo Ciampi, ad un convegno di Pordenone Pensa.

La Germania lo sta gia’ facendo, stringendo accordi industriali importanti con Russia e Cina. Da parte dell’Italia occorrerebbe un’azione di politica estera di tutela dagli attacchi speculativi che ci sarebbero contro una eventuale nuova lira italiana, seguendo proprio la strada della Germania. Del resto, la storia d’Italia e’ una storia di alleanze, a partire da quella stabilita con i francesi per l’unita’ d’Italia a quella con gli americani nel dopoguerra fino all’alleanza europea – ha detto ancora Savona -. Stare nell’euro non e’ meno difficile di quanto sia uscirne. Se il costo per rimanervi e’ la perdita di quote importanti del nostro apparato produttivo e disoccupazione crescente, concentrata per giunta nel settore giovanile, e’ chiaro che un piano B puo’ diventare indispensabile”. (ASCA)

Tratto da:http://www.imolaoggi.it

Savona: “Serve un Piano A per stare nell’euro e Piano B per uscirne”
Commenta il post