Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

COMUNICATO STAMPA CONVEGNO DI FORLI' DEL 19 MAGGIO 2014

Pubblicato su 19 Maggio 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Di: Claudio Marconi
Oggi si è svolto il convegno organizzato dalla Comunità Ipharra con l'avv. Francesca Donato e sono emersi spunti interessanti che, tra l'altro, sia come Comunità IPHARRA che come Popoli Liberi, condividiamo in pieno.
Per uscire da questa spirale perversa della crisi e fondamentale riappropriarsi della Sovranità Nazionale e Monetaria. Un popolo che non può disporre liberamente della propria moneta e un popolo schiavo soggetto a sottostare a decisioni altrui prese fuori dai confini nazionali. Per arginare il pressante fenomeno della disoccupazione si deve iniziare a fare una serie di investimenti a deficit, cosa oggi non possibile, per dare vita ad una ripresa dei consumi interni, oltre che all'esportazione. Si può uscire dall'euro in due maniere: a) con una uscita concordata con gli altri paesi, B) se questi non accettano ci sarà una uscita unilaterale. Altre vie non esistono, sono solo pannicelli caldi che, se allievano il dolore, non debellano il male.
È emerso anche il problema che i nostri politici firmano i Trattati senza neanche leggerli, o, se li leggono, sono doppiamente responsabili: ci riferiamo all,art. 123 comma 2 del Trattato di Lisbona che prevede che se uno Stato membro ha una banca nazionale può avere dei prestiti al tasso di sconto, attualmente lo 0,25%, come fa la Germania con FKW; non si comprende perché noi non utilizziamo questo strumento con la cassa depositi e prestiti o le poste italiane, che, ormai, funzionano anche da banca.
Sul problema immigrazione ci sono due scenari: a) chi chiede asilo politico che, se concesso, in base al Trattato di Dublino, deve rimanere nello Stato che lo ha concesso, b) chi viene in cerca di lavoro o transita per andare in altri paesi, che non li fanno entrare in quanto clandestini. Se l'Europa non si fa carico del problema si propone di dare il permesso di soggiorno a tutti in maniera tale che non possono essere respinti da paesi terzi

 

COMUNICATO STAMPA CONVEGNO DI FORLI' DEL 19 MAGGIO 2014
Commenta il post