Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Perchè l’M5S Continuerà a Vincere, e Fino a Quando Rimarrà il Primo Partito

Pubblicato su 28 Aprile 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POLITICA

Come forse saprete già leggendo RC, a me la politica piace. Non fraintendemi, non mi piacciono i politici, è proprio che vivo la politica come qualche milione di italiani vive il calcio. Mi appassiona e rispetto al calcio, ho il vantaggio di potere cambiare squadra ogni tanto.

Ora da osservatore della politica in Italia c’è questo fenomeno chiamato MoVimento 5 Stelle che nell’ordine:

  • Ha un leader che nel frattempo contina a fare il comico, e fa esibizioni gratis per gli operai (ieri a Piombino) o a pagamento per i benestanti. Le esibizioni gratis le chiama “campagna elettorale”, quelle a pagamento le chiama “spettcoli”, ma sono la stessa cosa.
  • Ha un secondo leder, che è un pubblicitario che si spaccia per GURU di internet, o meglio lui non si spaccia per nulla. Viene spacciato per Guru di Internet poi però se osserviamo il così detto “sistema operativo” del MoVimento 5 Stelle, il Blog di Beppe Grillo, i loro forum, etcetera osserviamo robaccia 1.0 (taccio per carità di patria sul fondamentale sistema di votazione). Ottimi contenuti per carità, ma roba tecnicamente obsoleta. E se poi andiamo a guardare il capitolo “sicurezza” c’è solo da ridere. Nell’era di NSA e Snowden, questi qui ancora usano (o usavano) Gmail e i riultati si sono visti qualche mese fa quando le LORO mail sono finite sui giornali.
  • Ha eletti presi realmente dal nulla politico, nel senso che sono persone che non hanno un consenso dall’avere ricoperto incarichi in grado di avergli costruito una clientela, dunque i voti li prenede (per ora) interamente Grillo e genericamente il MoVimento.
  • Il MoVimento 5 Stelle NON ha neppure un singolo media sussidiato a supporto, nella migliore delle ipotesi c’è neutarliatà da parte di TV e Stampa. Nella stragrande maggioranza dei casi aperta ostilità e la consueta manipolazione delle informazioni.
  • Il MoVimento 5 Stelle NON ha Clientes. Cioè non prende voti da persone che pensano di avere qualche vantaggio nel votare in una o in un altra maniera. (ok, fanno eccezione il Papà e la Mamma dei candidati)
  • Il MoVimento 5 Stelle NON ha un budget strabordante come i principali partiti italiani da spendere in campagna elettorale. Ad esempio il logo M5S non imbratta massivamente le città in questi giorni, al massimo lo ritroviamo sugli spazi comunali dedicati ai manifesti elettorali. Piccolo particolare, lM5S ha rinunciato volontariamente ai contributi pubblici (dettagli fastidiosi, per chi vota altra roba, me ne rendo conto)
  • Il MoVimento 5 Stelle ha un programma demenziale, in cui c’è tutto e il contrario di tutto. Ci sono pezzi del programma “rinascita” della P2 (vogliamo parlare di abolizione del valore legale del titolo di studio?), pezzi del programma di Berlusconi (abolizione dell’Imu sulla prima casa), pezzi del programma di Rifondazione Comunista (“nazionaliazzazione delle banche”), pezzi del proggramma No_Euro… cioè un melting pot. Duqnue si espone facilamente a legittimi e semplici attacchi alla domanda: “cosa volete fare se foste al governo”.

Ebbene, personalmente credo che il fatto che questa roba, descritta qui sopra con certezza assoluta (mi perdoneranno i sondaggisti) è il primo partito in Italia costituisce qualcosa che andrebe per lo meno studiata.

Però è facile determinare perchè il M5S è il primo partito, e di conseguenza sapere anche fino a quando rimarrà tale. Vado con ordine:

  1. l’M5S è l’unico ad essere NON respnsabile: tutti i partiti che si presentano ad elezioni, e che possono ragionevolmente superare lo sbarramento, o sono stati al governo oppure hanno esponenti che lo sono stati e che hanno fatto generalmente delle figure pessime. Un esempio su tutti è Fratelli d’Italia, partito apparentemente nuovo che si presenta con la faccia della Meloni e di Crosetto ma che consente a una personcina come Alemanno di militare fra le sue fila. Non è credibile. Il resto è anche peggio, il riciclo politico è la cifra principale che contraddistingue Lega, NCD, FI e PD. L’M5S no: si possono fare molte critiche ai pentastellati, ma non certo di essere responsabili politicamente dello sfacio italiano.
  2. l’M5S è coerente con alcune dichiarazioni di principio difficili: la scelta di NON prendere sussidi pubblici in maniera massiva e di non cotituire un organo di stampa Sussidiato, è di per se una differenza ENORME con il “resto”. Costituisce da solo un potebtissimo elemento di differenziazione e di campagna elettroale.
  3. l‘M5S è militarizzato: il MoVimeto 5 Stelle ha un capo (o due) e se non sei d’accordo con il capo vieni sbattuto fuori con una procedura apparentemente democartica. All’inizio dell’avventura parlamentare non era così e ci sono stati enormi problemi. Poi fortunatamente per loro, Casaleggio ( o il suo staff ) ha deciso per la militarizzazione del partito, le così dette epurazioni servono a due cose: fare fuori chi pensa di potere saltare il capo (tipo fare lingua in bocca con il PD), da monito a tutti gli altri, che ora prima di prendere una qualsiasi iniziativa, chiedono il permesso con tanto di ossequio. Una svolta necessaria per un partito i cui eletti sono persone che NON sono professionisti della politica e che si sono magari fatti l’illusione di poter vincere questa guerra solo con i loro ideali.

Quindi l’M5S rimarrà primo partito fino a quando manterrà tutte queste 3 caratteristiche.

In particolare il pericolo a medio termine per l’M5s è che in Italia lentamente si formi un altro movimento culturale alieno all’attuale classe politica e che diventi Partito Politico con la capacità di attirare consenso. Ci vorrà qualche anno, ma io ho pochi dubbi che questo fatto accada. C’è una gigantesca prateria politica da cavalcare in Italia, e l’M5S non raccoglie voti solo da persone iscritte, o da persone che realmente ci credono.

Si tratta come ovvio di protesta verso una intera generazione di politci. Poi ci sono motivazioni più particolari che riguradano l’effetto sperato della presa del potere da parte dei Pentastellati.

Più a breve termnine invece il pericolo è determinato dalla rottura della struttura militarizzata imposta da Casaleggio ma per adesso da questo punto di vista non pare ci siano crepe, ed anzi la recente polemica con Pizzaroti il quale si è macchiato del reato capitale di avere partecipato a delle manifestazioni pubbliche culturali con esponenti del PD, promette bene.

Per me resta un mistero solo una questione: ovvero,  se i risultati scadenti alle elezioni amministrative siano stati voluti da Casaleggio oppure costituiscano un problema di gioventù. Se ci pensate è molto strano il flop costante a livello locale di un partito che andrà a prendersi qualcosa intorno al 30% a livello nazionale. Se devo pensare male, in qusta fase della storia italia, il potere logora chi ce l’ha. Ma non sono del tutto sicuro.

Comunque, il 25 Maggio, salvo eventi imponderabili, l’M5S vincerà le elezioni. E non cambierà nulla in Italia, duqnue l’M5s continuerà a vincere.

Tratto da:http://www.rischiocalcolato.it

Perchè l’M5S Continuerà a Vincere, e Fino a Quando Rimarrà il Primo Partito
Commenta il post