Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

LA TERRA DEI DIRITTI DELLA BOLDRINI

Pubblicato su 11 Aprile 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Ragazzo ventenne che ridacchi con gli amici e dici che ogni immigrato lo legheresti dietro la tua auto fino a quando non è ‘cancellato’, sappi che la tua idea non è molto originale.

Le parole di Miss Bankitalia Boldrini:  La Presidentessa della Camera Laura Boldrini ha infatti recentemente dichiarato: “Appena ogni immigrato avrà una casa ed un sussidio potrò dire che l’italia è una grande nazione.” tratto da quiEcco il benessere e la ricchezzza che deve essere condivisa, i diritti che hanno gli italiani e che devono essere estesi

 

Dolo: Famiglia sfrattata, ora vive in auto con i 3 bambini piccoli e i due cani

10 aprile 2014
Una famiglia di cinque persone, di cui tre minori, da lunedì vive in un’utilitaria, assieme anche a due cani, a causa di uno sfratto esecutivo eseguito dagli ufficiali giudiziari.
Dall’Ufficio dei Servizi Sociali di Dolo, però, fanno capire che è una loro scelta perché hanno rifiutato tutte le soluzioni che sono state loro proposte. M. L. e il compagno N. M. risiedevano a Sambruson, ma lunedì sono arrivati gli ufficiali giudiziari e hanno disposto lo sfratto giudiziario, tanto che sono state cambiate le serrature per impedire alla famiglia di rientrare in casa.
«Siamo costretti a dormire in macchina – dice la donna – Non ho potuto neppure prendere i vestiti dei ragazzi ed il ciuccio del piccolo». Questo ha poco meno di due anni e mezzo, 8 e 13 anni gli altri due. Ieri sono andati a scuola senza aver fatto i compiti.(…)
Leggi tutto su gazzettino
http://www.crisitaly.org/notizie/dolo-famiglia-sfrattata-vive-in-auto-i-3-bambini-piccoli-i-cani/Cagliari: Perde il lavoro e tenta il suicidio, 23enne salvato dai carabinieri
10 aprile 2014
Ci sono volute due ore di dialogo e una sigaretta per farlo desistere a lanciarsi nel vuoto. Un giovane di 23 anni ha tentato di togliersi la vita, lanciandosi nel vuoto dal Bastione di Saint Remy, a Cagliari, ma i carabinieri dopo una lunga negoziazione sono riusciti a farlo desistere.
Il giovane era impiegato come cameriere in un ristorante e, recentemente, aveva perso il lavoro.(…)
Leggi tutto su ogginotizie
http://www.crisitaly.org/notizie/cagliari-perde-tenta-suicidio-23enne-salvato-dai-carabinieri/

saranno i carabinieri, che hanno uno stipendio fisso, a devolvere al ragazzo una sorta di “reddito di cittadinanza”?

Napoli: Occupano palazzo storico della Sanità, otto famiglie ricevono lo sfratto
10 aprile 2014
«Io in questo stabile ci sono nato. Sono stato licenziato, lavoravo in una multiservizi a Spoleto. Abbiamo occupato il palazzo, siamo tutti del quartiere, ma non vogliamo approfittare, sono disposto a pagare un modico affitto». Salvatore Petrillo è uno dei 30 occupanti dell’edificio vico Tronari alla Sanità, per i quali ieri mattina è scattato lo sfratto esecutivo (poi rinviato di una settimana). Quando è arrivata la polizia municipale, insieme agli agenti del commissariato San Carlo all’Arena, è stato il caos.(…)
Leggi tutto su napoli.repubblica
http://www.crisitaly.org/notizie/napoli-occupano-palazzo-storico-sanita-famiglie-ricevono-sfratto/

Ventimiglia: 62enne milanese rimasto disoccupato si improvvisa corriere della droga
10 aprile 2014
Alberto Rovati, 62enne milanese rimasto disoccupato ad essersi improvvisato corriere della droga, è stato intercettato a Ventimiglia con un carico di due chili e 200 grammi di cocaina. Ieri il gip ha disposto la detenzione in carcere. Il carico di droga è stato intercettato su un mezzo pubblico proveniente dalla Costa Azzurra e diretto a Sanremo.(…)
Leggi tutto su riviera24
http://www.crisitaly.org/notizie/ventimiglia-62enne-milanese-rimasto-disoccupato-si-improvvisa-corriere-droga/

Treviso: ex benzinaio in mutande alla banca e ad Equitalia – Video
10 aprile 2014
Nuova protesta da parte di Giancarlo Borsoi, costretto a cercare un acquirente per la propria casa. Persa l’abitazione, cosa gli potrà portare via ancora il Fisco?
video qui https://www.youtube.com/watch?v=wuM5YZxWEJI&list=UUaptVbUx7zjB3GpTt4fCX9whttp://www.crisitaly.org/notizie/treviso-ex-benzinaio-in-mutande-banca-ad-equitalia-video/

Nola: Suicidio in via San Matteo, 50enne si toglie la vita, aveva perso il lavoro
8 aprile 2014
Questa mattina un 50enne si è tolto la vita impiccandosi nella propria abitazione. L’uomo è un italiano lavoravapresso l’Interporto di Nola. Per cause da indagare avrebbe deciso di farla finita impiccandosi, ma pare che avesse perso di recente il lavoro. Sul posto i carabinieri di Nola ed il 118.(…)
Leggi tutto su ilgiornalelocale
http://www.crisitaly.org/notizie/nola-suicidio-in-via-san-matteo-50enne-si-toglie-vita-perso/

Massa Carrara: Minerali s.r.l. 38 persone licenziate con un fax, occupata la fabbrica
10 aprile 2014
Hanno lavorato fino alle 12 di martedì, poi hanno dovuto interrompere la produzione dopo l’arrivo di un fax della proprietà che annunciava l’apertura immediata della procedura di licenziamento collettivo per 38 operai della Massa Minerali srl, azienda che da 40 anni si occupa di lavorazione del carbonato di calcio. Nel fax consegnato ai sindacati si legge che il licenziamento si è reso necessario a seguito di «analisi gestionali dalle quali è scaturita l’impossibilità di garantire una gestione proficua ed attiva degli impianti, senza prevedere massicci investimenti che la proprietà ritiene insostenibili».(…)
Leggi tutto su iltirreno
http://www.crisitaly.org/notizie/massa-carrara-minerali-s-r-l-38-licenziate-fax-occupata-fabbrica/

Cisterna: 62enne commerciante di auto si suicida, lo trovano impiccato i famigliari
10 aprile 2014
Ha destato molta tristezza questa mattina a Cisterna la notizia che si è diffusa fin dalle prime luci dell’alba. Ieri sera nella sua abitazione si è tolto la vita A.I. di 62 anni, storico commerciante di automobili della città. Lo hanno trovato impiccato i suoi familiari rincasando. L’uomo da tempo soffriva di depressione, soprattutto per problemi inerenti il lavoro. Era una delle figure storiche del mondo imprenditoriale di Cisterna.(…)
Leggi tutto su corrieredilatina
http://www.crisitaly.org/notizie/cisterna-62enne-commerciante-auto-si-suicida-trovano-impiccato-i-famigliari/

Catania: 29enne sul tetto di un palazzo minaccia suicidio, “Senza lavoro e ho un figlio malato”
10 aprile 2014
Attimi di tensione oggi pomeriggio a Catania dove un uomo di 29 anni si è arrampicato sul bordo di un terrazzo al decimo piano di un condominio di via del Rotolo 42 minacciando di lanciarsi nel vuoto.
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco ed i carabinieri ai quali l’uomo, che è senza lavoro ed è padre di un bimbo affetto da una rara malattia, ha chiesto di poter parlare con i giornalisti per raccontare la sua storia.
Il piccolo, che ha solo 4 mesi, è ricoverato a Messina dove gli stata diagnosticata la Eec, una rara malattia malformativa congenita caratterizzata dall’associazione di ectrodattilia (un’anomalia degli arti in cui alcuni raggi centrali delle mani sono mancanti con aspetto di “mano a pinza” o “mano a chela di granchio”), anomalie del palato ed anomalie dei tessuti di derivazione ectodermica.(…)
Leggi tutto su catania.blogsicilia
http://www.crisitaly.org/notizie/catania-29enne-tetto-palazzo-minaccia-suicidio-figlio-malato/

Alcamo: 60enne senza lavoro si suicida impiccandosi dentro la propria abitazione
9 aprile 2014
Un sessantenne alcamese, P.C., è stato trovato impiccato, oggi pomeriggio, dentro la propria abitazione ad Alcamo, in zona Tre Noci. A lanciare l’allarme il figlio dell’uomo, arrivato purtroppo troppo tardi nel luogo del suicidio. Gli inquirenti stanno analizzando la vita dell’uomo per comprenderne le ragioni, ma pare che alla base del disperato ed ultimo gesto ci sia la mancanza di lavoro.(…)
Leggi tutto su castelvetranonews
http://www.crisitaly.org/notizie/alcamo-60enne-si-suicida-impiccandosi-propria-abitazione/

bella la democrazia dei moralmente superiori che va difesa dalle minacce delle “destre”, questa è l’unica litania che si sente rispondere DAVANTI AI DRAMMI DELLE FAMIGLIE, DELLE PERSONE. ATTI CONCRETI E SOLIDARIETA’ DAI MORALIZZATORI NON PERVENUTI

Pistoia: Gli tolgono i figli, sale sul tetto del Battistero di Pistoia, minaccia di buttarsi di sotto 
9 aprile 2014 
Ad una coppia di disoccupati sono stati portati via i due figli di 2 e 6 anni, ora affidati ad una struttura di accoglienza, dopo una relazione dei servizi sociali di Pistoia. Ma il padre stamani è salito in cima all’impalcatura che circonda il Battistero di Pistoia per chiedere a gran voce aiuto. Minacciando di buttarsi di sotto se non fosse stato ascoltato, fa capolino dai tubi d’acciaio e dalle tende bianche, mentre sotto si ammassa la folla. Vigili del fuoco, operatori della questura e della polizia municipale, hanno faticato non poco per transennare l’area e permettere le operazioni di salvataggio. “Voglio parlare col sindaco”, ha urlato da 20 metri di altezza. Il primo cittadino Samuele Bertinelli è arrivato sul posto insieme agli assistenti sociali.(…) 
Leggi tutto su firenze.repubblica 
http://www.crisitaly.org/notizie/pistoia-gli-tolgono-i-figli-sale-tetto-battistero-pistoia-minaccia-buttarsi/

Per fortuna in un paese civile ci pensa la Pres della camera a difendere le banche

Ancona: Banca Marche, 27 indagati, reati societari e patrimoniali, arricchimento personale 
9 aprile 2014 
Falso in bilancio, falso in prospetto, ostacolo alla vigilanza, false comunicazioni sociali e appropriazioni indebite e, per alcuni, anche associazione per delinquere. È il ventaglio di reati prospettato per 27 indagati, nei confronti dei quali sono state eseguite oggi dal guardia di finanza delle perquisizioni domiciliari disposte dalla Procura di Ancona nell’ambito dell’inchiesta su Banca Marche. Inchiesta partita da un doppio esposto dell’istituto di credito, da mesi commissariato da Bankitalia, su alcuni affidamenti milionari «imprudenti», erogati a imprenditori prevalentemente ma non solo del settore edilizio, spesso in assenza di garanzie sul rimborso oppure con procedure istruttorie incomplete o corredate da perizie non veritiere, o in violazione delle norme interne e di settore. Una malagestione che avrebbe favorito alcuni imprenditori o gruppi imprenditoriali «amici» nell’erogazione di finanziamenti per centinaia di milioni di euro, ma anche procurato alla banca marchigiana un ‘rossò da circa 800 milioni di euro (oltre un miliardo per il bilancio consolidato) finito all’attenzione prima di Bankitalia che ha aperto una procedura di sorveglianza, culminata nel commissariamento, e successivamente della magistratura. Un buco di bilancio che sarebbe stato «coperto» da false informazioni anche alla Consob e a Bankitalia in occasione della proposta di aumento del capitale sociale per 110,5 milioni di euro nel 2012. La Procura anconetana ipotizza anche che da questo tourbillon di mutui e prestiti sia scaturito in qualche caso un arricchimento personale per alcuni indagati del gruppo Banca Marche, comprendente anche la controllata Medioleasing spa. Nel mirino della magistratura gli ex presidenti Michele Ambrosini e Lauro Costa, l’ex vice presidente Tonino Perini, l’ex direttore generale Massimo Bianconi (oggetto di un’inchiesta di Bankitalia), l’ex vice direttore generale di Banca Marche Stefano Vallesi e l’ex direttore generale di Medioleasing Giuseppe Barchiesi, più altri manager e funzionari, in tutto 15 persone. Per dodici tra ex vertici e manager dell’istituto di credito marchigiano è scattata l’accusa di associazione per delinquere. Gli altri indagati sono due tecnici esterni che avrebbero effettuato le perizie di comodo e dieci imprenditori, tra cui il costruttore marchigiano Pietro Lanari, il romano Vittorio Casale, Enrico e Giuseppe Calamante, Faustino e Giovanni Filippetti (gruppo Cava Gola della Rossa), i titolari della srl POlo Industriale e altri. Gli accertamenti della Guardia di finanza hanno interessato un periodo che va dal 2006 al 2012, anni in cui secondo le Fiamme Gialle i vertici della banca avrebbero sborsato cifre elevate (oltre 190 milioni di euro per il solo gruppo Lanari) senza troppa vigilanza, segno per gli investigatori dell’esistenza di un gruppo organizzato. In fase di accertamento i rapporti tra gli indagati e alcuni dei gruppi che avevano ottenuto finanziamenti in relazione all’acquisti di beni immobili. Le perquisizioni di oggi, in particolare, sono state estese alla ricerca di elementi probatori per corroborare l’ipotesi di arricchimento personale. Il caso più clamoroso sarebbe quello di una compravendita di un immobile da sette milioni di euro tra una ditta riconducibile al gruppo Casale e un’azienda di familiari di Bianconi, che passando tramite un finanziamento di banca Tercas e un precedente contratto di locazione per l’immobile avrebbe fruttato all’ex direttore generale un incasso di 13 mila euro al mese per 19 anni. Non sono esclusi ulteriori sviluppi, dato è in fase di approfondimento il coinvolgimento di ulteriori gruppi imprenditoriali.

Fonte Ansa 
http://www.crisitaly.org/notizie/ancona-banca-marche-27-indagati-reati-societari-patrimoniali-arricchimento-personale/

Genova: La crisi colpisce anche i funerali, aumentano quelli non pagati 
9 aprile 2014 
È boom di funerali insoluti a Genova a causa della crisi. È quanto denuncia Asef, l’azienda pubblica per i servizi funebri partecipata al 100% dal Comune, segnalando che gli insoluti ammontano a mezzo milione di euro su un fatturato totale di dieci milioni nel 2013. Se nel 2002 tutti i funerali venivano regolarmente saldati, i primi problemi sono cominciati nel 2007 con 50 mila euro di cerimonie non pagate. 
Lo ha spiegato l’amministratore unico di Asef, Franco Rossetti, davanti ad una commissione comunale.(…)

Leggi tutto su ilsecoloxix 
http://www.crisitaly.org/notizie/genova-crisi-colpisce-i-funerali-aumentano-quelli-non-pagati/

a Brescia? Ma il nord è ricco….si dice.

Brescia: Neodiplomati e plurilaureati, in coda come per un provino, in 360 per 25 posti

9 aprile 2014 
Piemontesi e lombardi, neodiplomati e plurilaureati, veterani del settore e giovani in cerca del primo impiego. E’ impossibile tracciare un identikit dei 360 giovani provenienti da tutto il Nord Italia che si sono presentati nei giorni scorsi all’Ac Hotel di Brescia per svolgere la prima fase di colloqui per un posto di Allievo alla Carriera Direttiva di Esselunga. 
Dopo una fase di screening tra le oltre 1700 candidature ricevute dalla nota catena della grande distribuzione, i 360 giovani scelti hanno sostenuto lo scorso weekend (160 candidati venerdì, 200 sabato) il primo di tre colloqui conoscitivi che porteranno entro la fine del mese alla scelta di circa 25 figure professionali da inserire nei 12 punti vendita Esselunga sparsi per le province di Bergamo, Brescia e Verona e in quelli che sorgeranno nei prossimi anni nelle medesime aree geografiche.(…)

Leggi tutto su giornaledibrescia 
http://www.crisitaly.org/notizie/brescia-neodiplomati-plurilaureati-in-coda-come-per-provino-in-360-per-25-posti/

Siracusa: Settore edile, verso il licenziamento 34 operai della Sics

9 aprile 2014 
Ancora licenziamenti nel settore edile, ancora lavoratori a rischio occupazione. Accade alla Sics che proprio questa mattina ha annunciato il prossimo licenziamento di 34 operai. 
Tutti i lavoratori sono impegnati nel cantiere per l’ammodernamento della strada statale 124 che dal capoluogo porta a Floridia. I lavori di raddoppio dell’arteria stradale sono in via di ultimazione e l’azienda ha comunicato che per quegli operai, concluso l’ultimo metro, non potrà esserci futuro. 
«Lo stillicidio si consuma ancora ai danni di un settore in grave crisi – hanno commentato i segretari generali di Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil, Domenico Bellinvia, Paolo Gallo e Severina Corallo – Il paradosso è che questi lavoratori si ritroveranno a spasso perché la loro azienda, nonostante abbia già acquisito nuovi appalti, non può iniziare i lavori perché bloccati dalla burocrazia».(…)

Leggi tutto su informaresicilia 
http://www.crisitaly.org/notizie/siracusa-settore-edile-verso-licenziamento-34-operai-sics/

a Mantova? Ma il nord è ricco e c’è la ripresa, si dice

Mantova: Dichiarati falliti il calzificio Levante e la tintoria Elledue. 258 dipendenti in totale

9 aprile 2014 
Il Tribunale di Mantova ha dichiarato il fallimento per il calzificio Levante e la Tintoria Elledue, oggi affittate alla società Lvt con 258 dipendenti in totale. Il giudice ha rifiutato l’ammissione al concordato preventivo. Entro venerdì i bilanci dovranno essere consegnati allo stesso tribunale che ha nominato come curatori fallimentari l’avvocato Alberto Gandolfi ed il dottore commercialista Luca Gasparini, già commissari giudiziali. La data per esaminare il passivo è stata fissata per il 15 ottobre. I creditori avranno tempo fino al 15 settembre per presentare le loro richieste di risarcimento. 
Il collegio presieduto dal giudice Luciano Alfani ha considerato corretti i rilievi espressi dai due commissari, che nell’esame del piano di concordato, cioè l’impegno a saldare entro il 2019 una parte dei debiti, hanno intravisto elementi di scarsa tutela dei creditori, ritenendo che fossero stati nascosti elementi importanti. Come ha confermato la sentenza depositata ieri: che la società non abbia «adeguatamente informato i creditori circa aspetti rilevantissimi del piano concordatario».(…)

Leggi tutto su gazzettadimantova 
http://www.crisitaly.org/notizie/mantova-dichiarati-falliti-calzificio-levante-tintoria-elledue-258-dipendenti-in-totale/
visti su cdc

Tratto da: http://davi-luciano.myblog.it

LA TERRA DEI DIRITTI DELLA BOLDRINI
Commenta il post