Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

ALLARME EBOLA: ‘ITALIA ATTIVI MISURE SU IMMIGRATI O SARÀ DISASTRO’

Pubblicato su 10 Aprile 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Allarme Microbiologi su Ebola

Sarebbe bene che anche l’Italia iniziasse ad attivare misure di attenzione negli aeroporti e nei centri di prima accoglienza” alla luce dell’epidemia di Ebola in corso in tutta l’Africa occidentale, zona da dove proviene il 90% dei clandestini raccolti nell’operazione Mare Nostrum.

E’ l’appello dei microbiologi italiani dell’Amcli, che ricorda come il codice rosso sia già scattato negli aeroporti europei di Parigi, Bruxelles, Madrid, Francoforte e Lisbona, principali scali dei voli provenienti dall’Africa ma non in Italia. Non a Lampedusa, non a Siracusa dove sbarcano a frotte.

“Questa e’ la vera novita’ rispetto ai passati 40 anni di piccole epidemie – spiega Pierangelo Clerici, Presidente Amcli – purtroppo questa volta il virus non si e’ fermato ai villaggi rurali, ma ha iniziato a diffondersi in un grande centro urbano dove vivono due milioni di persone e si tratta del ceppo piu’ aggressivo (ceppo Zaire). L’isolamento dei casi non basta, e’ fondamentale tracciare la catena di trasmissione”.

Tutti i contatti dei pazienti che potrebbero essere stati contagiati – speiga l’esperto -dovrebbero essere monitorati e isolati al primo segno dell’infezione. L’Italia non ha voli diretti con le capitali dei Paesi attualmente coinvolti dall’epidemia; se da una parte e’ positivo, dall’altra e’ un fattore di difficolta’ poiche’ passeggeri infetti potrebbero arrivare dagli scali europei”.

Familiari e operatori sanitari che curano i pazienti sono a elevato rischio di contrarre l’infezione. Ma anche operatori che entrano a contatto nei centri per immigrati o i marinai che li raccolgono. Alcune compagnie aeree chiedono un certificato sanitario redatto da un medico del posto prima di consentire ai passeggeri africani di salire a bordo di qualsiasi velivolo in partenza per l’Europa, l’Italia invece fa entrare chiunque. Basta salire su un barcone.

Criminali.

Tratto da:http://voxnews.info
ALLARME EBOLA: ‘ITALIA ATTIVI MISURE SU IMMIGRATI O SARÀ DISASTRO’
Commenta il post