Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

DestinAzione Forlì…c’è

Pubblicato su 17 Marzo 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in POPOLI LIBERI

Pubblichiamo questo intervento preso dal sito di Destinazione Forlì, che si presenterà alle elezioni amministrative di maggio a Forlì, in quanto abbiamo deciso di dare una mano a questa lista.

Chiariamo subito che il nostro è un sostegno disinteressato, non abbiamo chiesto posti in lista, né nessun altro privilegio, né prebende di nessun genere.

La nostra decisione non va contro le idee fondanti del 9 dicembre e di Popoli Liberi, per il motivo semplicissimo che è una lista composta da cittadini “ normali” nel senso che non sono espressione di questo o quel partito, e che per non sottostare ai diktat di nessuno sono stati inibiti dall’usare il simbolo del M5S ( cosa ancora più grave in quanto non si tratta di espellere una o più persone, ma è stato inibito tutto un movimento di cittadini).

Stiamo parlando di una lista che ha a cuore i problemi dell’ecologia, a partire dagli inceneritori (dei quali chiedono la chiusura), è per cercare di attenuare i disastri economici che questi parassiti hanno posto in essere con questa economia nemica dell’uomo, prima ancora che dei cittadini, cercando di creare un circuito alternativo, e tante altre idee, per la città di Forlì, che ci trovano sostanzialmente d’accordo.

Condividiamo in pieno quanto affermato dal candidato sindaco, Raffaella Pirini, che sono “ UNA LISTA SENZA PADRONI”, questo ci accomuna e ci consente di fare la strada insieme in questa tornata elettorale amministrativa di Forlì.

Nessuno deve aderire a noi e nessuno deve aderire  a loro: quando la battaglia è per un bene in se, quel bene è di tutta la comunità, e nessuno, come una lista svincolata dalle logiche di potere dominanti, può farsene interprete. Un partito qualsiasi rappresenta una parte, la propria parte, una lista di cittadini rappresenta l’intera cittadinanza: questo è il fattore determinante che ci ha spinto verso la nostra scelta.

Noi non vogliamo mescolare la nostra identità a quella degli altri, non la  vogliamo decomporre per assemblare una confusione, noi vogliamo dare un aiuto, per il bene della nostra città, vogliamo contrastare il potere dei partiti, più o meno mascherati, proprio perché questo rappresenta la diminuzione progressiva della nostra identità e della nostra libertà.

Claudio Marconi

 

Doppio appuntamento domenicale ( 16 u.s. – ndr ) con “DestinAzione Forlì “ che in occasione dell’inaugurazione della sua nuova sede elettorale (strategicamente collocata all’inizio di Corso Garibaldi), ha presentato i suoi 32 candidati alle prossime elezioni comunali. Sono rappresentate tutte le età (da 24 anni ad oltre 65) e la costruzione della lista ha rispettato rigorosamente l’equilibrio di “genere”, così come richiesto dalle attuali norme.

Capeggiati da una sempre più determinata e combattiva Raffaella Pirini (consigliere di opposizione uscente e candidata alla carica di Sindaco), gli attivisti della lista “eco attiva” hanno accolto, nei locali appena allestiti, un significativo numero di simpatizzanti o anche semplici cittadini interessati al programma politico appositamente predisposto per l’appuntamento elettorale del prossimo mese di maggio.

“Sono contenta” – esordisce Raffaella Pirini – di poter presentare un gruppo di persone, una lista civica, che non ha padroni (e lo ha dimostrato anteponendo il rispetto per le persone e la coerenza al vantaggio derivante da un simbolo che le è poi stato tolto in maniera indebita) e può per questo lottare senza timori per il bene della società. “Visto che ormai l’inceneritore è nel programma di tutte le forze politiche che ne chiedono la chiusura – rilancia il candidato Sindaco – noi alziamo la posta e chiediamo che siano chiusi tutti e due. Non è certamente facile. L’unica possibilità è quella di invocare l’articolo 32 della Costituzione per il quale il diritto alla salute viene prima anche del diritto privato e appellarsi al ruolo di garante della salute dei cittadini propria del Sindaco”.

E’ proprio sul programma politico di “DestinAzione” che si concentrano le principali novità che la lista civica vuole proporre per il prossimo quinquennio alla cittadinanza forlivese.

Accanto alle storiche e caratteristiche attenzioni per i temi dell’ecologia e della salvaguardia dell’ambiente (fra cui anche strumenti pianificatori per biodigestori ed antenne e riappropriazione del ruolo di controllore sugli enti di controllo quali ARPA e ASL), Raffaella Pirini ha voluto introdurre i nuovi temi su cui la lista impegnerà la propria azione in seno al prossimo consiglio comunale: economia e valorizzazione delle risorse infrastrutturali della città (utilizzo innovativo dell’aeroporto, ad esempio).

In particolare, riguardo i temi economici, è stato proposto un interessante collegamento in videoconferenza con Valentino  De Santi che ha condiviso con i presenti una serie di considerazioni circa l’esigenza di identificare nuove forme e nuovi strumenti di finanza etica per affrontare la sempre maggiore crisi finanziaria del Paese e dunque delle migliaia realtà locali, chiamate alle urne nei prossimi mesi. Si deve e si può aiutare concretamente imprese, artigiani, commercianti agricoltori del territorio con finanziamenti a tasso zero e contemporaneamente proteggere il prodotto locale e il commercio a filiera corta. Lo strumento è una sorta di “banca locale” innovativa controllata dal Comune, un’Azienda Speciale. Moneta complementare e camera di compensazione debiti/crediti sono i pilastri di questa economia etica di resistenza.

Una ricerca fatta in ambiente universitario, collegato alle banche con dati corretti per essere campionati e significativi per l’Italia, dimostra che almeno il 20% del montante può essere compensato, liberando pari percentuale di liquidità.

In successivi interventi, grazie all’analisi di Marco Dori, esperto in ingegneria di bilancio che ha offerto la sua competenza alla lista civica, si sono poi affrontati i temi della spending review “intelligente” e della necessità di rinegoziare le concessioni e gli incarichi che il Comune ha stipulato a suo tempo, negli ambiti della riscossione dei tributi, dei trasporti pubblici e dell’energia. L’Europa inoltre mette a disposizione dei fondi per le amministrazioni per le attività e servizi destinati alla popolazione, anche nel welfare, che troppo spesso rimangono inutilizzati perché le richieste dei fondi non vengono formulate. L’amministrazione comunale deve prevedere un ufficio dedicato, riorganizzato e riformulato in modo specialistico proprio in questa direzione.

Infine, dopo aver riflettuto sulla “resistenza alle intemperie della lista civica”, una delle attiviste, Lidia Bergamaschi, spiega “come sia venuto il momento per il gruppo di condividere pubblicamente ed esplicitare quello che probabilmente fino ad ora ha permesso di arrivare alla presentazione della lista con 32 candidati: la libertà e il rispetto nelle relazioni umane”. Senza peccare di immodestia, visto che comunque tutti possono sbagliare, i membri della lista si rendono conto che coloro che negli anni l’hanno abbandonata (pochi) è stato o per cambio di idee politiche (legittimo), ma quasi sempre e soprattutto per impedimenti personali, problemi di lavoro o simili. Molto raramente per incomprensioni e in quei pochissimi casi sono le persone interessate che hanno fatto la scelta. I principi di comportamento nelle relazioni umane alle quali si ispira, sono stati introdotti nel sito (www.destinazioneforli.com) nella pagina “Chi Siamo”. Principi delle relazioni efficaci che buona parte del gruppo da sempre porta spontaneamente, tra i quali il diritto di esprimere sentimenti ed emozioni, il diritto di cambiare idea, il diritto di perseguire le proprie mete senza ledere i diritti degli altri, il diritto al rispetto, solo per citarne alcuni. Crediamo nella lista che l’equilibrio nelle relazioni umane sia alla base del poter fare buona politica, quindi alla base della sana ed autentica democrazia.

Al termine dell’incontro, protrattosi per quasi 2 ore, gli attivisti di DestinAzione Forlì, hanno iniziato a raccogliere le firme necessarie alla presentazione della lista, avvalendosi anche della presenza del loro candidato Sindaco, che ha intrattenuto con approfondimenti e precisazioni, i numerosi passanti interessati al programma politico della storica lista ecologista di Forlì.

DestinAzione Forlì…c’è
Commenta il post