Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Breaking News: militari Indiani uccidono pescatori Siciliani!

Pubblicato su 23 Febbraio 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Un fatto gravissimo accoglie il nuovo Governo fresco di giuramento.
All’alba due militari Indiani di stanza su di una nave cargo di un privato armatore Indiano hanno fatto fuoco su un peschereccio Italiano in acque internazionali, uccidendo due pescatori Italiani che stavano svolgendo il loro pacifico lavoro.
La colluttazione è avvenuta per quello che sembra un tragico errore, in quanto i militari erano in missione antipirateria e quindi hanno scambiato le canne da pesca per armi da fuoco, attaccando il peschereccio.
Il condizionale è d’obbligo. E per questo non lo uso.

La Capitaneria di Porto è immediatamente intervenuta e col sostegno della Marina Militare ha scortato la nave nel porto di Palermo.
All’arrivo i due militari della Marina dell’India, che ricordiamo essere una potenza nucleare, sono stati scortati alle patrie galere, con i nostri valorosi Carabinieri che li hanno salvati da linciaggio certo. La folla, scandalizzata da uno Stato che sembra non riuscire più a proteggere i cittadini, urlava “Mafia! Mafia!” e minacciava ritorsioni.
La notizia ha fatto subito il giro del mondo grazie a Twitter.
Un ristorante indiano a Milano è stato attaccato da un gruppo di militanti di Forza Nuova che, armati di mazze e bastoni, sventolando il tricolore e cantando l’inno nazionale, hanno messo in fuga i proprietari, che pare siano stati costretti a rientrare nel Paese natio.
L’intervento della celere è stato reso necessario per disperdere la folla che si era accalcata in cerca di giustizia sommaria: alcuni ragazzi Pakistani sono stati accerchiati e hanno faticosamente spiegato che non solo non erano indiani, ma che i loro rapporti con gli stessi non erano esattamente idilliaci.

Non si sono fatte attendere le reazioni politiche.
Matteo Renzi, neopresidente del Consiglio dei Ministri, ha dichiarato: “questa è un’Italia giovane, un governo nuovo, che non si farà certo mettere i piedi in testa da nessuno, nemmeno dalle grandi potenze internazionali”.
Il nuovo ministro degli esteri, Federica Mogherini, dopo essersi assicurata che si trattasse degli indiani col puntino e non di quelli con le piume, ha dichiarato “faremo sentire la nostra voce nelle sedi internazionali”. Per Roberta Pinotti, ministro della difesa, “è necessario concertare a livello Europeo la difesa dei nostri confini. È ora di un esercito Europeo”. Andrea Orlando, ministro della Giustizia, ha promesso un processo “rapido e inclemente” e ha poi aggiunto “un pluriomicidio resta tale, anche se commesso da militari”.
Sul fronte dell’opposizione, Matteo Salvini s’è detto “scandalizzato dall’Europa delle banche che non riesce a difendere i propri confini. E poi quando questi qui vengon qua a rubare il lavoro ai lombardi gli diamo anche le case popolari”. Ha inoltre richiesto la pena di morte e la chiusura immediata delle frontiere, soprattutto quelle marine. Il nostro inviato, per aver fatto notare che il fatto è avvenuto in acque internazionali, è stato selvaggiamente schiaffeggiato al grido “voi siete quelli dell’Euro, turna ndrè dal padrùn”.
Beppe Grillo, in un post sul suo blog, invoca la nazionalizzazione di tutto il trasporto via mare. “Non ci faremo sparare dalle multinazionali, delle quali ormai i governi sono schiavi, tanto da fornire loro anche i militari”, dichiara. Riguardo alla sorte dei due soldati, si dice favorevole ad un processo popolare in streaming con votazione via web.
Per Ignazio La Russa, Fratelli d’Italia, “è uno scandalo che non si sia ancora dichiarato guerra a questi invasori”.
Angela Merkel, di ritorno dal suo settimanale viaggio in Cina, ha dichiarato “questo gravissimo fatto dimostra che serve più Europa”.
Il Presidente Giorgio Napolitano ha rilasciato il seguente messaggio “serve più Europa”.
Mario Monti, ex presidente del Consiglio, interrogato in merito, ha dichiarato “serve più Europa”.
Enrico Letta, interrompendo la sua conferenza stampa di saluto, ha detto “è chiaro che serva più Europa”. Ha poi lasciato palazzo Chigi dirigendosi a Berlino per un suo nuovo ruolo istituzionale.
Francois Hollande, che aveva fatto decollare come azione preventiva uno squadrone di F104, dopo averli richiamati a terra ha dichiarato “serve più Europa”.
Martin Schultz, presidente dell’Europarlamento, ha rilasciato la seguente dichiarazione “il perdurare della pressione economica e militare dei nostri vicini ad est ci fa pensare ad un fatto ovvio: in un mondo globalizzato, sempre più grande e competitivo, non potremo mai farcela come singoli Stati. Serve più Europa”.

Silvio Berlusconi, intervenendo al TG 5, s’è lasciato andare ad un laconico “be’ ragazzi, inutile prendersi in giro: quando c’ero io ‘ste cose non succedevano. Faccio solo una domanda agli Italiani: state meglio oggi o nel 2011?”.
Al suo fianco, scodinzolava Dudù.

 

 

“La menzogna diventa realtà e passa alla storia.” (George Orwell, “1984”)

Tratto da:http://www.rischiocalcolato.it

Breaking News: militari Indiani uccidono pescatori Siciliani!
Commenta il post

klement 11/03/2014 08:57

Invece che più Europa ci vorrebbe più Asia. Affidiamo alla giustizia indiana il caso Cucchi