Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

La NSA ha ucciso Hugo Chavez?

Pubblicato su 17 Gennaio 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in USA E AMERICA LATINA

Durante il 2013, il Venezuela ha vissuto uno dei momenti più difficili della sua storia con la morte del presidente Hugo Chavez il 5 marzo. Chavez, un leader importante la cui politica ha trasformato il paese, è stato vittima di un cancro aggressivo che lo ha ucciso in meno di due anni. Il presidente venezuelano aveva in maniera carismatica affrontato grandi e potenti nemici durante i suoi 14 anni di potere assoluto nella maggioranza democraticamente eletta. Colpi di stato, sabotaggi economici, interventi elettorali, guerra psicologica, miliardi americani arrivati ai suoi avversari e tentativi di aggressione alle sue agenzie di finanziamento, sono alcune delle tattiche e delle strategie di destabilizzazione che Chavez ha dovuto combattere durante il suo mandato.
 
Ha guidato le liste della Central Intelligence Agency (CIA) e del Pentagono come l'obiettivo principale dei loro attacchi, e gli Stati Uniti hanno ampliato significativamente la propria presenza militare aperta e clandestina intorno al Venezuela durante la sua amministrazione. Così la sua morte improvvisa e inaspettata ha causato molta diffidenza tra i suoi seguaci e tra gli studiosi della sua visione socio-politica. Chavez ha sfidato gli interessi più potenti del mondo, e, a sua volta, controllava le più grandi riserve di petrolio del pianeta. Potrebbe essere stato un assassinio politico la morte di Chavez?
 
Forse qualche anno fa quella domanda avrebbe provocato risate in una maggioranza di lettori. Oggi però, con la grande quantità di informazioni che sono venute alla luce tramite Wikileaks e l'ex tecnico della National Security Agency degli Stati Uniti (NSA), Edward Snowden, sulle gravi violazioni dei diritti umani e della sovranità commesse dal governo degli Stati Uniti, domande come queste oramai non fanno solo parte dei discorsi da "teorici della cospirazione" ma da color che sono profondi conoscitori delle sporche politiche di Washington. Oggi il mondo conosce il governo degli Stati Uniti come un'entità che spia i loro amici, alleati, nemici e cittadini: nessuno è al sicuro da occhi e orecchie di Washington. Oggi è noto che quasi tutte le ambasciate americane in tutto il mondo siano centri di operazioni di spionaggio e di Intelligence, violando tutte le norme e le regole internazionali, a prescindere dalle conseguenze. Gravi violazioni dei diritti umani commesse dalle forze Usa in Iraq e Afghanistan sono note esattamente come l'amministrazione Obama abbia ampiamente usato la soluzione dei droni per uccidere persone innocenti tramite un telecomando.
 
Oggi il governo del primo presidente Afro-americano persegue con  furia chi tenta di raccontare le verità circa gli abusi di Washington, e ancora di più quando sono cittadini americani quali Bradley (Chelsea) Manning, Edward Snowden e Jeremy Hammond. E' noto che Washington abbia usato il suo potere economico per cercare di neutralizzare Wikileaks e congelare le loro finanze, bloccando l'accesso a Visa, Mastercard e Paypal soltanto per tacere ed evitare la sua continua pubblicazione di documenti che rivelano le losche operazioni della Casa Bianca.
 
La conoscenza è diventata di pubblico dominio e adesso siamo meno scettici e più realistici quando si tratta di comprendere le capacità del governo degli Stati Uniti di mettere a tacere i suoi nemici, coprire i loro errori e utilizzare ogni misura per raggiungere il suo dominio.
 
Hugo Chavez è sempre stato un sassolino nella scarpa imperiale. Sottovalutato da analisti e consulenti di guerra fredda, Chavez ha chiuso l'influenza e il dominio degli Stati Uniti in America Latina, in meno di un decennio. Ha trasformato il Venezuela da un paese dipendente e consegnato alla cultura e alla politica americana ad uno Stato sovrano, libero, indipendente, dignitoso e orgoglioso delle sue radici, la sua storia e la sua culture. Ha salvato il controllo delle risorse strategiche, non solo in Venezuela, ma in tutta l'America Latina, sempre con la bandiera della giustizia sociale. Ha promosso l'integrazione regionale e la creazione di organizzazioni come l'Unione delle nazioni sudamericane (UNASUR), l'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (ALBA) e la Comunità degli Stati dell'America Latina e dei Caraibi (CELAC), tra gli altri. La sua posizione contro l'aggressione degli Stati Uniti ha dato un esempio e un'ispirazione per milioni di persone nel mondo, che hanno visto con speranza la rivoluzione in Venezuela e la sua espansione regionale.
 
Non c'è dubbio che molti potenti interessi di Washington e altrove volevano la scomparsa dalla scena politica di Hugo Chavez. Hanno cercato di farlo in Aprile 2002 con un colpo di stato promosso dal governo degli Stati Uniti che non è riuscito. Mesi dopo il forte sabotaggio economico che ha quasi distrutto l'industria petrolifera del paese hanno cercato di rovesciarlo, ma non ci sono riusciti. Un Anno e mezzo dopo dei mercenari paramilitari sono stati inviati dalla Colombia di assassinarlo. Il piano è fallito poichè vennero catturati dalle autorità venezuelane. Negli anni successivi ci sono stati molti tentativi sulla sua vita e piani per la destabilizzazione e il rovesciamento del suo governo, ma fortunatamente nessuno ha funzionato. Nel frattempo, la popolarità di Chavez è cresciuta e il suo progetto socialista ha cominciato a mettere radici nel paese.
 
I documenti trapelati dalla NSA di Edward Snowden hanno rivelato che il presidente Chavez e il suo governo erano sulla lista dei sei obiettivi principali dell'intelligence degli Stati Uniti almeno dal 2007.Appena un anno fa, la Casa Bianca ha creato una speciale missione di intelligence in Venezuela che riportava direttamente al Direttore Nazionale dell'Intelligence, al di sopra della CIA e di altre 15 agenzie di intelligence degli Stati Uniti. Una missione speciale ,a completamente illegale, con grandi risorse e capacità. C'erano solo altre due altre missioni in questo stile: per l'Iran e la Corea del Nord. Il Venezuela è considerato un paese nemico a causa della minaccia rappresentata da Hugo Chavez al potere degli Stati Uniti.
 
LA MALATTIA
 
Chavez ha sofferto di uno strano cancro che ha concluso la sua vita velocemente e così all'improvviso. Come ha spiegato l'attuale presidente Nicolas Maduro, il suo cancro era insolito, senza nome ed estremamente aggressivo. Era specifico per un organo. La famiglia Chavez non ha avuto altri casi di cancro, non c'era una predisposizione genetica. E' stato rilevato nel giugno 2011 e in meno di due anni, nonostante i trattamenti forti, lo ha ucciso.
 
Lo US Army ha dovuto declassificare dei documenti ottenuti da AP (associated press) nel 1995 dalla legge sull'accesso alle informazioni (FOIA). I documenti erano le prove del fatto che dal 1948 il Pentagono ha cercato di creare un'arma basata sulle radiazione per omicidi politici .
 
Un altro studio dell'intelligence dell'esercito americano nel 1969 ha confermato che l'uso illegale di radiazioni come arma avrebbe potuto causare la morte o malattia grave in avversari politici. In altre parole, si trattava di un metodo di omicidio che stavano attivamente cercando di sviluppare.
 
Potete immaginare se già Washington nel 1948 stava sperimentando un'arma con radiazioni per l'assassinio politico, dove sia arrivata oggi giorno questa tecnologia. 
 
OMICIDIO VIA SPY
 
Un cablogramma segreto del Dipartimento di Stato del 31 gennaio 1976 ha avvertito degli effetti gravi sulla causato da microonde radioattive utilizzati dal KGB per spiare l'ambasciata statunitense a Mosca: "I nostri medici esperti sono del parere che l'esposizione prolungata a microonde radioattive, misurate nell'Ambasciata degli Stati Uniti, costituisca una minaccia per la salute."
 
Tuttavia, Washington ha proceduto a sviluppare strumenti più potenti  di spionaggio, tramite radiazioni a maggiore frequenza.

 

I documenti che ha fatto filtrato Edward Snowden e recentemente pubblicati sul giornale tedesco 'Der Spiegel' fanno riferimento ad una potente squadra sviluppata dall'agenzia statunitense che emette onde radio continue ad alta frequenza contro un obiettivo per monitorare e catturare tutte le loro comunicazioni. Secondo il documento segreto della NSA, l'attrezzatura CTX4000, è "un radar portatile ad onda continua (CW). Può essere utilizzato per illuminare un bersaglio e per recuperare le informazioni dalla sua rete. "
"L'unicità del CTX4000 è la capacità di raccogliere segnali che altrimenti non verrebbero colti o che sarebbero estremamente difficile da catturare ed elaborare" Il documento dettaglia le loro capacità, "Gamma di frequenza: 1-2 GHz; Banda larga: 45 MHz, Potenza di uscita: 2Wda utilizzare come ingranditore interno, ingranditore esterno fino a 1 kW".
Un chilowatt rappresenta una forte capacità e quantità di onde radioattive. Questo proiettata contro una persona per un importante periodo continuativo può causare gravi danni per la salute. Lo studio della US Army nel 1969 (di cui sopra) sugli effetti sulla salute delle radiazioni come arma sottolinea che l'impatto o l'evento desiderato, in altre parole,la morte del target, può manifestarsi dopo l'esposizione all'agente radioattivo.
 
All'interno dei documenti della NSA pubblicati su Der Spiegel ci sono anche i dettagli delle altre forme di spionaggio attraverso i telefoni cellulari, sistemi mobili e le reti wifi che potrebbe anche avere effetti gravi per la salute. Tuttavia, l'uso di un'apparecchiatura radar portatile che emette un'onda continua ad alta potenza contro una persona sembra essere un meccanismo da spia che potrebbe essere stato usato anche come strumento di omicidio.
 
Hugo Chavez è stato l'obiettivo principale della NSA per anni. La possibilità che i loro strumenti di spionaggio abbiano contribuito o causato la sua malattia non sembrano più tanto un racconto di fantascienza come poteva essere qualche tempo fa.
 
 
 
Tratto da: http://www.free-italia.net
La NSA ha ucciso Hugo Chavez?
Commenta il post