Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Il disastro dell'euro visto dal cittadino (imbecille) perfetto.

Pubblicato su 30 Gennaio 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Tre notizie di queste ore dovrebbero far capire anche al più distratto, al più ignorante, al più innamorato dell'euro, che l'euro ha davvero ammazzato l'Italia.

La prima: la Bundesbank vorrebbe fosse fatta una feroce patrimoniale depredando larghe quote di beni dei cittadini degli Stati a rischio, e il primo della lista è l'Italia.

La seconda: l'Istat ha certificato che quasi il 20% degli italiani oggi vive, meglio scrivere prova a sopravvivere, con 640 euro al mese di reddito.

La terza: per salvare la produzione in Italia gli svedesi di Electrolux vogliono che gli stipendi calino da 1.400 a 800 euro al mese. Il costo del lavoro negli stabilimenti del Nord Est deve allinearsi il più possibile a quello di Polonia e Grecia.

La somma di questi tre eventi dà un totale terrificante: l'Italia è un Paese che non può usare la svalutazione competitiva perchè c'è l'euro, non può fare investimenti pubblici perchè c'è la ghigliottina del 3% di vincolo di bilancio, non può imporre dazi alle frontiere perchè non ha più frontiere. Non può più finanziare, anzi dovrà tagliare, sanità e scuola perchè c'è il Fiscal Compact.

E in questo quadro, le multinazionali schiaviste sono pronte a imporre il grande ricatto: o ti taglio lo stipendio o ce ne andiamo e ti licenziamo. Mentre la capofila delle banche tedesche, la banca centrale, come fosse un governo addirittura detta le leggi che vorrebbe fossero applicate contro gli Stati considerati a rischio - delle speculazioni finanziarie fatte dalle banche tedesche. 

Può darsi che tu, lettore innamorato dell'euro, stia pensando: non mi riguarda, io un lavoro ce l'ho, soldi in banca anche, l'auto pure, la casa ovvio, e le vacanze le faccio. Che me ne frega?  

Dal punto di vista di chi ti sta per confiscare buona parte dei tuoi soldi sul conto corente, ti sta per scannare l'appartamento con una ricca patrimoniale sul tuo patrimonio, ti sta per segare una bella fetta del tuo stipendio, ti sta per mettere nel mirino di Equitalia per il lusso delle tue vacanze e della tua auto, ebbene per tutti costoro tu sei il cittadino imbecille perfetto.

Ce ne fossero tanti, come te. Vorrebbero loro.

max parisi 

 Tratto da:http://www.ilnord.it

Il disastro dell'euro visto dal cittadino (imbecille) perfetto.
Commenta il post