Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

9 DICEMBRE - ANNO PUNTO ZERO: NESSUNO RESTI INDIETRO

Pubblicato su 1 Gennaio 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in 9 DICEMBRE

Neviuras, i l romanzo che ho nel cassetto attende l'ultimo capitolo.
Gli attuali ed i recenti accadimenti, solo agli occhi degli stolti non paiono formidabili.
L'agognata Lotta di Popolo e' in essere. 
Moltitudini eterogenee si sono coagulate perseguendo un unico obiettivo.
Liberare il Paese dai criminali della partitocrazia.
Tutti uniti da una unica bandiera .:il tricolore ed una unica casa. Il Presidio.
Il Popolo delle partite IVA con i loro dipendenti. Studenti, artigiani venditori ambulanti, professionisti, immigrati integrati. Il Popolo d'Italia.
E ora cosa ci attende e cosa vogliamo ?
Per erigere una formidabile costruzione, necessitano robuste fondamenta.
Il Movimento 9 dicembre non sara' mai un partito !
Il nostro compito e' di essere i controllori del governo del Paese.
Pretendiamo la partecipazione Popolare nelle decisioni governative. Tutte le leggi dovranno essere sottoposte a referendum propositivi Questa e' la democrazia partecipata.
Lo stato Italia e' fallito dal settembre 2011, per decisione del FMI e della BC€. Gli attuali governanti hanno la mansione di curatori fallimentari. Grattare nel barile per garantirsi le proprie prebende e vitalizi faraonici.
Lo stato Italia ha un debito pubblico in titoli di stato pari a 2084 miliardi. Ogni anno ci costano quasi novanta miliardi. La partitocrazia tutta ha immesso in costituzione lo scellerato MES. Per i prossimi vent'anni l'Italia dovra' versare ulteriori quarantotto miliardi di €uro annui. L'Italia e' il maggior contribuente del fondo salva stati-banche della U€, abbiamo gia' versato sessanta miliardi. Con il nostro denaro gli altri stati si comperano le nostre aziende di stato. Il Banco d'Espana finanzia Telefonica per l'acquisto di Telecom. Sono in svendita.: Finmeccanica, ENI, Enel e tutto l'asset industriale nazionale.
Il criminale ministro del tesoro, Saccomanni, ha ricapitalizzato Bankitalia S.p.A. con sette miliardi sottratti al Popolo. Ora le partecipate di maggioranza Intesa-San Paolo e Unicredit potranno vendere le loro quote al miglior offerente straniero.
Il Movimento 9 dicembre proclama !
Il nostro intento e' univoco.:
Ci battiamo coesi, nella Lotta di tutto il Popolo per la riconquista della.:

SOVRANITA' NAZIONALE E POPOLARE
SOVRANITA' MONETARIA e NAZIONALIZZAZIONE DI BANKITALIA ! Emissione di moneta a credito ! SOVRANITA' ALIMENTARE
L'AZZERAMENTO DI TUTTA LA PARTITOCRAZIA CRIMINALE E ILLEGITTIMA, NEMICA E TRADITRICE DEGLI INTERESSI NAZIONALI.

L'unica via da perseguire, e' l'insediamento di un Governo a PARTECIPAZIONE POPOLARE ! Tutte le leggi dovranno essere sottoposte al giudizio del Popolo !
Non trattiamo con la partitocrazia e i kriminali governanti curatori fallimentari.
Pretendiamo dalle formazioni politiche le dimissioni dei loro nominati nel parlamento e nel senato. Sono illegittimi come da sentenza della corte istituzionale.
Nel frattempo lanceremo la campagna di "Disobbedienza fiscale come forma di legittima difesa Popolare"
Alle prossime scadenze elettorali i nostri interlocutori dovranno sottoscrivere i punti esposti da M9D per la Liberazione del Popolo d'Italia 
L'obiettivo e' raggiungere il 51% in un cartello di coalizioni trasversali. Nel M9D, non vi sono cariche e capi, ognuno sia leader di se stesso.
Nessuno resti indietro. In alto i cuori Patrioti !


Stefano Trentin 29 dicembre 2013
 

9 DICEMBRE - ANNO PUNTO ZERO: NESSUNO RESTI INDIETRO
Commenta il post