Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

IMMINENTE IL CROLLO DEL DOLLARO. PARLA L’INSIDER DELLA BANCA MONDIALE.

Pubblicato su 16 Ottobre 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in MONETA -BANCHE - VARIE

La spifferatrice della Banca Mondiale

Ok, post da veri complottisti .. un po’ “forte” anche per me :D .. decidete voi se prenderla come una fantastica puntata di Giacobbo o meno.

L’intervistata dalla tv russa Russia Today è Karen Hudes e sarebbe una whistleblower, una “spifferatrice” della World Bank.
Parla di come funziona il mondo, di come il crollo del sistema mondiale di valute fiat, valute di carta senza retrostanti reali di nessun tipo, pare sia un argomento largamente discusso alla World Bank e in tutte le vere sedi del potere mondiale, se non IL principale argomento, da anni.
Parla di un “potere terribilmente corrotto” che sarebbe al comando in gran parte dei centri di potere del mondo, che controlla i media e tiene i popoli all’oscuro della sua esistenza, che manipola praticamente tutti i mercati ed ha il controllo di parecchie banche centrali del mondo, a partire dalla FED americana. Dice che dalla nascita, la BIS di Basilea, la Banca dei Regolamenti Internazionali, è stato uno degli strumenti principali di queste banche centrali controllate in maniera molto grigia da un’elite mondiale e che se si volesse combattere il marcio del mondo è da li che bisognerebbe partire.
Parla di soldi del taxpayer americano che finiscono a Londra e da li al Vaticano.. dice che i dati sulla disoccupazione USA sono ridicoli, i numeri sono almeno il doppio.. che il problema del mondo è che tutto il sistema finanziario mondiale attuale è basato sul debito e che è incostituzionale che il denaro venga stampato dalla FED invece che dal Ministero del Tesoro. Quando la FED è stata fondata nel 1913 il parlamento era praticamente vuoto, tutti a casa per le feste di Natale, ed è stata tutta una manovra architettata da una manciata di banchieri privati crearla. Il debito dovrebbe semplicemente essere ripudiato, e basta.
Dice che in questi giorni sta avvenendo un incontro che potrebbe essere incentrato sul come passare oltre questo sistema di valute fiat, che fanno sempre e solo il gioco dei banchieri.

Esisterebbe, secondo uno studio svizzero, una ricerca su chi possiede le Companies attraverso azionariati vari [vedi anche Nexus New Times nr.98, ndr], esisterebbe una “super entità”, come l’hanno chiamata, che possiede il 60% dei guadagni e il 40% degli asset del pianeta. Questo immenso conglomerato trucca tutti i mercati, trada in debiti sovrani, manipola ogni commodity… questo deve finire, dice la spifferatrice della Banca Mondiale. E dice anche che la cosa è ben nota da sempre ai governanti del mondo e che molti cercherebbero di fare qualcosa per far finire questo stato di cose.

L’intrervistatrice chiede allora: “ma questo gruppo controlla anche l’Asia, la Cina, o questa potenza è in contrasto con l’elite di cui sopra?“. La spifferatrice dice che si, in parte controllano anche la Cina e l’Asia ma secondo lei alla fine lo spostamento del centro del mondo si sposterà da occidente a oriente in maniera molto morbida, non con le guerre valutarie che questa elite occidentale starebbe alimentando. Dice che non ci sarà la terza guerra mondiale perchè la gente si sveglierà e impedirà a questi delinquenti di portare avanti i loro piani questa volta (a, beh, allora stiamo freschi!)

Nella seconda parte del video si parla di oro.
Il dollaro è finito, sta per crollare. L’intervistatrice chiede se è il caso di comprare oro e la spifferatrice dice che si e no, comprere oro adesso è probabilmente una scelta saggia ma più come un’assicurazione che come un’investimento. Dice che in realtà di oro ce n’è molto di più di quanto si creda. Dice che alla sola Banca delle Hawaii ci sarebbero 170.000 tonnellate d’oro (il famoso Oro di Yamashita? Quello accumulato dall’impero giapponese e poi scomparso alla fine della seconda guerra mondiale..) e cioè almeno quanto tutto l’oro del mondo secondo le stime a cui siamo abituati del World Gold Council. Lei ha oro? si, ma ripete solo come protezione contro il crollo del sistema delle valute fiat, non come investimento perchè appunto ce ne sarebbe in realtà molto più di quanti non si creda, già immagazzinato in vaults segretissime.

Crede che si tornerà ad un Gold Standard, come nei secoli passati? Dice che non crede o almeno non proprio, non sarebbe una buona idea. Le valute del futuro dovrano avere dei retrostanti reali invece che del debito come retrostante, ma qualsiasi commodity potrebbe fare al caso, non solo l’oro.
Ma se ci sarà un collasso globale che ci si farà con l’oro, chiede l’intervistatrice, non sarà piuttosto importante avere cibo e soprattutto acqua potabile? La Hudes dice che non crede che sarà un crollo violento e istantaneo, secondo lei i governi del mondo riusciranno a gestire la transizione. Dice questo sulla scorta di studi che sarebbero stati fatti alla World Bank da cui è stata poi cacciata quando si è messa a raccontare tutte queste storie. Dice che è convinta che il mondo sceglierà di lavorare assieme per superare la crisi piuttosto che no. Perchè tutti i problemi possono essere gestiti. E le banche dovranno tornare ad essere “infrastutture” e non centri di speculazione e manipolazione e creazione di debito. Le banche che fondarono la BIS dopo la prima guerra mondiale, quelle sono le banche dovrebbero andare “out of business”.

Poi parla della sue esperienza nelle Filippine dove un privato, proprietario della più grossa compagnia aerea del paese aveva segretamente ragranellato il 10% delle azioni della Banca Centrale del paese…ecc.. di come lei ed altri “spifferatori” sono stati messi a tacere e cacciati.. tutta una serie di interrogazioni che lei stessa, quando dipendente dela WB aveva mandato in giro per il mondo, in UK, al parlamento europeo nel 2011 … di come le cose sono state insabbiate dalla WB … insomma, ci sarebbero diversi che da dentro queste istituzione hanno provato e provano a rompere il muro del silenzio. Lei dice che è fiduciosa, la gente deve sapere e alla fine vincerà la gente.

Alla fine le chiedono se ha anche BitCoin. Dice non ancora, mi devo aggiornare. Crede che il mondo del futuro sarà senza “legal tender” e “a corso forzoso”, la gente sarà libera di scegliere le valute che vuole e molte valute diverse si sovrapporranno nell’uso comune.
beh, dai, più stimolante di Giacobbo, noh? ;D

Fonte: argentofisico.blogspot.it

Nota redazionale. Puoi leggere la trascrizione completa (in inglese) dell’intervista di Sophie Shevardnazde a Karen Hudes a questo indirizzo: http://rt.com/shows/sophieco/world-bank-us-shutdown-820/

Tratto da: nexusedizioni.it

 

Commenta il post

Orazio 10/16/2013 18:54

Mah, pensare a questo punto di un'operazione morbida la vedo dura.
Più il cappio stringeranno più la rabbia si farà forte e violenta, anche in america.
Chi non ha più nulla da perdere, non si pone più tante domande. Al vuoto di stomaco, corrisponde azioni pesanti. Occorre sempre dirlo, perchè certe dichiarazioni vanno bene, ma non si sa fino a che punto sono anch'essi manovrati.