Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

IMMIGRAZIONE CLANDESTINA: SECONDO BUSINESS MONDIALE DOPO LA DROGA

Pubblicato su 15 Ottobre 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in EUROPA

Roma - La tratta degli esseri umani va considerata come una specificita' all’interno del piu' vasto fenomeno dell’immigrazione illegale.

E' ormai un rischio per la sicurezza nazionale e internazionale, poiche' costituisce una delle fonti di reddito piu' interessanti per il crimine organizzato transnazionale; secondo le piu' recenti stime formulate dall’Onu pur nella palese difficolta' di quantificarne i flussi finanziari, sarebbe diventata il secondo business dopo il narcotraffico. La questione della migrazione non e' pero' un problema sussidiario legato solo alla sicurezza o all’emergenza umanitaria (esempio: gli sbarchi a Lampedusa). L’immigrazione e l’integrazione ad essa correlata sono diventati i temi di attualita' centrale che influenzano in maniera significativa le scelte politiche dell’occidente e dell’Europa in particolare. Dare risposte ai problemi reali che la migrazione pone, significa partire dal principio generale di agire a monte delle cause della migrazione, piuttosto che contrastarlo a valle mettendo in atto (solo) misure di sicurezza verso i suoi effetti. Occorre agire nei Paesi di provenienza, promuovendo tutte le attività che consentono di superare quel gap nel campo sociale, economico, culturale, giuridico che spinge gli individui a cercare altrove il proprio benessere.

Tratto da: italian.irib.ir

IMMIGRAZIONE CLANDESTINA: SECONDO BUSINESS MONDIALE DOPO LA DROGA
Commenta il post

Meriem K. Peillet 10/15/2013 12:43

Secondo business dopo le droghe? E in effetti un bel business come lo fu quello del schiavisme e come lo sono quelli delle armi e della prostituzione... E grande il supermercatto del abuso!!!.